[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.comp.macintosh

Apple Music o altro?

pikiko22

22/12/2018 16:42:21

Ciao ragazzi,

Sto cercando di districarmi nel mondo della musica streaming e dopo aver provato AM , spotify, Amazon music sono arrivato a queste considerazioni personali.
10e al mese per sentire musica, per quanto siano tutti e tre servizi eccezionali, non sono proprio pochi l. Soprattutto perché alla fine della fiera credo che non riesco a rinunciare all'idea della proprietà di un cd o delle canzoni che ascolto.

Perciò la preferenza al momento è per Apple Music o Amazon che consentono di comprare musica e metterla almeno in libreria.

Voi come vi siete attrezzati, inclusi amplificatori ap2 o altro?

Grazie!

7 Risposte

otello37

23/12/2018 08:02:55

0

Marcunz <pikiko22@gmail.com> wrote:

> Voi come vi siete attrezzati, inclusi amplificatori ap2 o altro?

compro vinili, quelli reincisi suonano quasi tutti perfettamente
sul mio impianto, alcuni anche meglio degli originali degli anni 70.

in molti dei vinili ti arriva omaggio la versione mp3 della stessa
musica.

se pago la musica deve essere mia, di qualsiasi supporto si parli.

=?ISO-8859-1?Q?=7E=B1?=

23/12/2018 11:03:13

0

On 12/22/18 17:42, Marcunz wrote:

> Ciao ragazzi,
>
> Sto cercando di districarmi nel mondo della musica streaming e dopo aver provato AM , spotify, Amazon music sono arrivato a queste considerazioni personali.
> 10e al mese per sentire musica, per quanto siano tutti e tre servizi eccezionali, non sono proprio pochi l. Soprattutto perché alla fine della fiera credo che non riesco a rinunciare all'idea della proprietà di un cd o delle canzoni che ascolto.
>
> Perciò la preferenza al momento è per Apple Music o Amazon che consentono di comprare musica e metterla almeno in libreria.
>
> Voi come vi siete attrezzati, inclusi amplificatori ap2 o altro?

Uso Apple Music da quando è nato. Mi trovo abbastanza bene. Ho caricato
tutti i miei CD su iCloud. Per fortuna non ho avuto pasticci con la mia
libreria audio come alcuni utenti hanno lamentato.

Ogni tanto certi brani risultano non più disponibili dal servizio
streaming. In alcuni casi è una questione di diritti cambiati (rapporto
Apple-Casa discografica) e quindi, per quanto spiacevole, comprensibile.

In altri casi si tratta di brani miei caricati a suo tempo su iCloud.
Questo non dovrebbe succedere e quindi è più fastidioso. Ho sempre
risolto cancellando la traccia e ricaricandola. Succede raramente,
tuttavia capita. Fondamentale, quindi, avere sempre una copia backup
veramente propria (in locale) della libreria. Questo vale comunque
sempre per qualsiasi tipo di dato.

Se un album mi piace molto a volte lo acquisto in modo da averne la
proprietà.

Complice i profili mobili ormai "generosi" in termini di traffico dati
utilizzo lo streaming anche fuori casa (passeggiando o in auto).

Il servizio spinge parecchio su un genere che non mi interessa né
entusiasma: hip-hop/rap o come diavolo si chiamano quei generi dove non
si capisce dove finisce uno e inizia l'altro rappresentato
prevalentemente da neri USA che fanno i cantanti, manager, produttori,
stilisti, markettari e quant'altro.

------------------
Mode rant on

Li considero un po' dei schiavi neri moderni. Rispetto ai loro avi non
sono obbligati a lavorare in piantagioni di cotone in condizioni
miserabili. Tuttavia nonostante lo stile di vita apparentemente comodo e
abbondante, sono schiavi del mercato (musicale e non) in maniera
paurosa. Forse anche più del genere pop tradizionale: almeno lì
all'inizio ci sono artisti mossi da un genuino desiderio di esprimersi
che poi magari con il successo si riduce o addirittura sparisce.

Ogni cosa fatta è dettata dal denaro/rendimento economico. Li trovo
vuoti, falsi, assolutamente soppravalutati. Quando mi capita di
ascoltarli penso più a questi concetti che alle loro "musica" e parole
(sarò limitato e tonto io, tuttavia spesso mi riesce difficile capire il
senso dei loro testi speziati di turpiloqi). Forse mi sfugge tutta una
base culturale/sociale/storica che ha portato allo sviluppo di questo
genere che non comprendo. Magari quelli meno noti risultano più sinceri
come artisti.

Preciso che la mia non è una critica razzista. A chi piace il genere
continui pure ad ascoltarlo. Mi spiace solo venga proposto/appioppato di
continuo nel servizio. Almeno questa è la mia sensazione: godono di
maggiore visibilità. Immagino anche su servizi alternativi sia così
considerando il rapporto condizionato con il business di cui sopra.

Le "imitazioni" nostrane di questi personaggi, poi, sono ancora più
insulse. Mi fermo altrimenti scrivo solo di questo e rischio il
linciaggio da parte degli appassionati. :-)

Mode rant off
------------------

Per la musica classica i servizi streaming sono un po' limitanti per via
delle ricerche. Sembrano fatti più per altri generi. I contenuti
comunque ci sono.

Il costo non è bassissimo, tuttavia pagando annualmente risparmio
qualcosa. Fruisco il servizio da iPhone, Mac e AppleTV.

Il Mac e AppleTV sono collegati a una catena audio
DAC->Pre->Finale->Casse. Su Mac uso iTunes con BitPerfect per inviare le
tracce audio in alta risoluzione in modalità bit perfect (risoluzione
nativa) al DAC. Questo comunque è un altro discorso legato ai file della
libreria in locale. Non c'entra con Apple Music.

Saluti.

--
Marco Klobas

pikiko22

23/12/2018 14:54:21

0

Marco una domanda.
Ma ora che Apple ha caricato la mia libreria dei miei brani, se disdico l'abbonamento quale possibilità ho di sentire lo stesso i miei cd sul cloud?

Mi sento una via di mezzo tra te e Otello. Se compro un cd voglio poterlo sentire ovunque. Pagare per avere " solo" musica streaming mi sembra ancora prematuro anche perché almeno spotify e Amazon danno gratis già un discreto servizio se uno vuole spaziare un po' dai gusti ormai acquisiti.


=?ISO-8859-1?Q?=7E=B1?=

23/12/2018 15:34:43

0

On 12/23/18 15:54, Marcunz wrote:
> Marco una domanda.
> Ma ora che Apple ha caricato la mia libreria dei miei brani, se disdico l'abbonamento quale possibilità ho di sentire lo stesso i miei cd sul cloud?
>
> Mi sento una via di mezzo tra te e Otello. Se compro un cd voglio poterlo sentire ovunque. Pagare per avere " solo" musica streaming mi sembra ancora prematuro anche perché almeno spotify e Amazon danno gratis già un discreto servizio se uno vuole spaziare un po' dai gusti ormai acquisiti.

Su cloud nessuno. Nel momento in cui disdici l'abbonamento l'accesso a
iCloud viene interrotto: sia la sincronizzazione/streaming della tua
libreria che l'accesso all'intero catalogo Apple Music.

La tua libreria locale invece resta, ovviamente. I brani di cui sei tu
propietario (provenienti da CD, download alternativi o da acquisti su
iTunes Store) restano disponibili perché presenti sul tuo Mac.

Quelli eventualmente scaricati/aggiunti dal catalogo Apple Music invece
risultano inattivi. Se entro 30 giorni rinnovi nuovamente l'abbonamento,
ritornano attivi.

Se ti interessa solo avere la tua libreria su iCloud e non ti interessa
l'intero catalogo Apple Music puoi valutare iTunes Match (se esiste
ancora â?? sinceramente e un po' che non seguo). Comunque anche in questo
caso finché paghi la libreria è online, appena smetti ti resta solo
quella in locale.

Apple Music è un noleggio. Finché paghi hai accesso alla tua libreria
sincronizzata su iCloud e la possibilità di accedere a tutto il catalogo
(protetto ad DRM) in streaming (o offline scaricandolo). Appena smetti
di pagare questo diritto decade.

Disporre gratis di tutta la propria libreria iTunes su iCloud non
esiste. Gli acquisti da iTunes Store invece sono scaricabili
indipendentemente dalla presenza o meno di un abbonamento iTunes Match o
Apple Music. Sono la cosa che più si avvicina al concetto di CD comprato.

Ricordo sempre di avere un backup dei brani di cui si è proprietari
(soprattutto quelli virtuali tipo iTunes Store ossia in assenza di un
supporto fisico tipo CD) per evitare di perdere la musica qualora
qualcosa vada storto.

Saluti.

--
Marco Klobas

pikiko22

25/12/2018 02:16:29

0

Grazie Marco sei stato veramente esaustivo!
Do uno sguardo a itunes match è nel frattempo sto auguro un Buon Natale.

pikiko22

25/12/2018 21:57:38

0

Per completezza e per entrambi ho personalmente scoperto oggi che si può caricare la libreria iTunes su google play music...una sorta di iTunes match gratis.

La provo e vi faccio sapere.

nez.geo

05/01/2019 12:31:10

0

Otello <otello37@gmail.com> wrote:

> se pago la musica deve essere mia, di qualsiasi supporto si parli.

+1

--
Nicola D'Agostino
<!-- http://www.nicoladag... -->
<!-- http://www.storie... -->