[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.genoa

Calcio - mercato

carletto

16/11/2018 09:26:37

Riporto qui per intero una dichiarazione di Sconcerti dal sito Calciomercato.com che tocca, tra l'altro, l'aspetto economico/gestionale di una squadra di calcio di serie A:

link: https://www.calciomercato.com/news/sconcerti-calciopoli-ha-fatto-scoppiare-milan-e-inter-fossi-...

>C’è il campionato della Juventus. E ce n’è un altro. Non c’era mai stato uno >strapotere così marcato. E’ tutto il sistema-calcio italiano ad essere in >discussione. Che orizzonti possono avere Inter, Milan, Napoli e Roma? Quale >futuro attende il nostro calcio? Stimolati dalle domande dei lettori di 100° >Minuto, ne abbiamo parlato con Mario Sconcerti.


> >Sconcerti, la distanza tra la Juventus e il resto del calcio italiano dove
> >ci sta portando?

>«A me sembra che la Juventus stia diventando la scusa di tutti. La Juve vince >è non fa sentire nessuno colpevole. E’ diventata fuori competizione per >definizione. Perdere dalla Juve è ormai quasi naturale e quasi accettato. E >vale per tutto il campionato».

> >Nessuna società si attrezza più davvero per vincere.

>«Il problema è che le società si sentono autorizzate a non scommettere, a non >investire. Si fa il possibile per restare in A per garantirsi la spartizione >dei soldi televisivi. Sono otto anni che va così. Otto anni sono due >generazioni nel calcio. E’ un tempo eterno.. La conseguenza? I diritti >televisivi oggi sono di fatto pagati dalla Juventus. La differenza è talmente >tanta che nessuno ha più voglia di investire per tentare di accorciarla».

> >Storicamente cos’è successo?

>«Il vero snodo è stato Calciopoli. La grande Juve attuale nasce nei nove anni >nel passaggio tra l’Avvocato e Umberto Agnelli, dall’ultimo scudetto di >Trapattoni nel 1986 a quello di Lippi nel 1995.. Un tempo che per la Juve è >un’eternità. Tutto questo ha costretto la Juve ad una accelerazione forte. E >lì nasce la spinta che poi porta a Calciopoli, cioè ad una forzatura prima di >tornare a vincere. Calciopoli - e quello che ne consegue in casa Juve - >costringe Inter e Milan a investire molto per approfittare del vuoto di >potere. E però le fa scoppiare. L’investimento diventa la goccia che fa >traboccare il vaso. Non ce la fanno più, né Moratti e né Berlusconi, e lui >stesso in queste ore l’ha detto».

> >E a quel punto che Juve è nata?

>«Una Juve con una struttura completamente diversa. Con un presidente-manager >come Andrea Agnelli. E’ una situazione nuova per una dinastia reale di questo >paese. Un tempo l’Avvocato Agnelli si alzava a un quarto d’ora dalla fine, >quelli erano riti reali a cui eravamo abituati. Oggi Andrea alle otto di >mattina va in ufficio a lavorare per la Juve. Tu guarda la differenza che c’è >tra l’Inter, con un proprietario che sta in Cina. Se è vero che la presenza >del proprietario assicura la squadra più vittorie - e lo è - anche questo >spiega la differenza della Juventus».

> >Non c è più competitività. Ed è un problema serio.

>«Io fossi la Juventus mi incazzerei perché vorrei avversari più forti. Del >resto Andrea Agnelli dice che «Il prodotto italiano non mi fa aumentare il >valore del mio marchio», e ha detto tutto».


> >Che orizzonte intravedi?

>«Il calcio cambia, molto più delle altre cose della vita. Credo che sia giusto >pensare ad un campionato europeo. Che poi ne facciano due, uno dall’Uefa e >l’altro dalla Superlega, è persino fatale. C’è una sola cosa in cui non sono >d’accordo ed è il numero chiuso, la blindatura. Tu mantieni vivi i campionati >nazionali se Bologna, Fiorentina o Torino, arrivando prime nel loro campionato >possono andare nella Superlega. Altrimenti un meccanismo blindato alla fine >non giova a nessuno».

> >Passiamo al calcio giocato. L’Inter è crollata ancora. Ancora una volta,
> >come una volta.

>«Io da Spalletti mi aspettavo di più. Una squadra con le ambizioni dell’Inter >non può prendere quattro gol e soprattutto non può avere 9 punti di distacco >dopo 12 partite: questo significa averne circa 27 alla fine del campionato. E >allora di cosa stiamo parlando? Io non discuto che Brozovic sia bravo, ritengo >anzi che la squadra sia buona, ma non è sufficiente a colmare la distanza >dalla Juventus. E comunque mi accorgo che le riserve non valgono i titolari. >Gagliardini non è Vecino, Joao Mario o Borja Valero non sono Nainggolan».

> >Credo che nessun altro allenatore di Serie A incida oggi più di Ancelotti?
> >Sei d’accordo?

>«Sì. Ancelotti nel Napoli. Sta proprio facendo un gran lavoro. Il Napoli sta >giocando senza uno schema, Ancelotti adatta la squadra al tipo di partita che >vuole fare. E questo è il massimo del calcio. Riuscire a far fare ai giocatori >una partita continuamente diversa: questo è il grande merito di Ancelotti».

> >Dobbiamo prendere sul serio l’ennesima resurrezione della Roma?

>«Non lo so. So che per esempio le mancano ancora i gol di Dzeko, che è un >grandissimo centravanti. La Roma tornerà su, la vedo più forte di Milan e >Lazio. Adesso la sua differenza è un ragazzo di vent’anni, Pellegrini, che gli >ha rimediato il flop di Pastore e in parte quello di Cristante. E hanno un >giocatore come Florenzi che in Italia non c’è. E’ un vero universale. Non è il >meglio in niente, ma sa fare bene tutto».

> >Chiudiamo con le dimissioni di Ventura. Te le aspettavi?

cut

Benché qui il discorso sia centrato sulla Giuve, si mettono in risalto diversi aspetti; il primo è che le società non scommettono più. O, almeno, non scommettono per la scommessa, per fare quello che il gioco è: un gioco. E questo io lo condivido. Vale pure per il Genoa. Noi siamo anni che impostiamo le cose solo ed esclusivamente per il MERCATO, è il MERCATO che è diventato il centro dell'interesse societario, come se i calciatori fossero frutta e verdura da acquistare in giro per il Mondo in base alla presunta qualità e/o alla presunta o possibile maturazione, magari da far svernare in frigorifero o panchina, o, vedere anche se è possibile una rigenerazione. Non c'è una società di serie A che faccia MERCATO come fa il Genoa.
Non lo riconosco più come Genoa.
Qui sopra si dice che è da otto anni che va così, in realtà forse si è cominciato anche prima.

Non condivido invece il discorso sul campionato Europeo, che non sarebbe altro che una forma per rimercanteggiare il discorso (del resto, parlando più in generale, è la globalizzazione) a favore delle società economicamente più forti.
Si, l'economia c'entra, ma quando noi vincevamo gli scudetti, giravano meno soldi, ma le partite si facevano lo stesso. E forse erano anche più pulite di quanto lo siano oggi.

Chissà se Il Merda sarebbe più interessato a un campionato Europeo rispetto a quanto stia facendo oggi; apparentemente si direbbe di no, dal momento che anche il solo pensiero dell'E.L. lo fa stare male!

Un cambiamento nei meccanismi più generali appare necessario (anche se spero in altro senso); nel nostro particolare appare quasi indispensabile (e non per partecipare all'E.L., ma per ritornare a fare il GIOCO del calcio).


21 Risposte

Liaigh

16/11/2018 14:57:05

0

Il 16/11/2018 10:26, carletto ha scritto:

> Riporto qui per intero una dichiarazione di Sconcerti dal sito Calciomercato.com che tocca, tra l'altro, l'aspetto economico/gestionale di una squadra di calcio di serie A:

cut

> Benché qui il discorso sia centrato sulla Giuve

cut

> Un cambiamento nei meccanismi più generali appare necessario (anche se spero in altro senso); nel nostro particolare appare quasi indispensabile (e non per partecipare all'E.L., ma per ritornare a fare il GIOCO del calcio).

E quindi ? Questo sarebbe un commento ? A me pare un riassunto ...
Mi ricordi molto il mago Forrest, che dopo aver sparato una serie
interminabile di minchiate diceva: "Napoleone nacque ad Ajaccio il 15
Agosto del 1769. Che cazzo c'entra ? Niente ma era solo per far vedere
che non sono tutto scemo .... "

--
Saluti

Liaigh
www.druidi.it

"Se qualcosa può andar male lo farà"
(Quel gran portasfiga di Murphy)

andy capp

16/11/2018 17:14:30

0

Il giorno venerdì 16 novembre 2018 10:26:42 UTC+1, carletto ha scritto:

> Non c'è una società di serie A che faccia MERCATO come fa il Genoa.

CAZZATE

E questa pagina ne è la dimostrazione :
https://www.transfermarkt.it/serie-a/sommertransfers/wettbewerb/IT1/sais...
Tanto per citare una squadra con un allenatore a te caro, ha fatto circa il 20%
in più dei 'movimenti' del Genoa, che in fondo è nella media per quello che
riguarda la sua 'fascia'.
La Juve vince per scarsezza altrui, o se vuoi perchè ha una squadra ben
bilanciata dove ogni anno fanno un paio d'innesti 'sicuri' e a buon prezzo,
mentre le altre un anno sì e uno no rifondano prendendo pacchi e contropacchi.

> quando noi vincevamo gli scudetti, giravano meno soldi
sì e i treni arrivavano in orario anche perchè ce n'erano dieci al giorno :-D

Liaigh

16/11/2018 18:47:20

0

Il 16/11/2018 18:14, andy capp ha scritto:

> Tanto per citare una squadra con un allenatore a te caro, ha fatto circa il 20%
> in più dei 'movimenti' del Genoa, che in fondo è nella media per quello che
> riguarda la sua 'fascia'.

Certamente.

> La Juve vince per scarsezza altrui, o se vuoi perchè ha una squadra ben
> bilanciata dove ogni anno fanno un paio d'innesti 'sicuri' e a buon prezzo,
> mentre le altre un anno sì e uno no rifondano prendendo pacchi e contropacchi.

Vero anche questo; però è anche vero che La Juve ha uno strapotere
economico, avendo dietro la principale industria del paese, che le
consente di fare quello che vuole. E a mio parere, e lo cita anche
sconcerti, non sempre in maniera assennata, allorquando compra tutti i
migliori giocatori giovani italiani e li manda a giocare nelle squadre
minori (Berardi, Mandragora, Caldara, Orsolini, Piacja ... ed altri)
oppure li tiene a Torino senza farli giocare (Perin, Spinazzola, Kean),
col risultato di impoverire le vere potenziali rivali e trovarsi con un
campionato poco "allenante", per poi cercare di vincere la CL dove
invece poi trova molto più duro.
Mercato in realtà ne fa parecchio anche la Juve ...

--
Saluti

Liaigh
www.druidi.it

"Se qualcosa può andar male lo farà"
(Quel gran portasfiga di Murphy)

carletto

16/11/2018 19:59:32

0

Il giorno venerdì 16 novembre 2018 18:14:31 UTC+1, andy capp ha scritto:
> Il giorno venerdì 16 novembre 2018 10:26:42 UTC+1, carletto ha scritto:
>
> > Non c'è una società di serie A che faccia MERCATO come fa il Genoa.
>
> CAZZATE

No affatto, perché è il trend di TUTTE le squadre. Solo la Giuve pare avere un progetto sportivo a monte, le altre NON GIOCANO, MERCANTEGGIANO. Il GIOCO è solo un dovere domenicale per giustificare la loro esistenza.

>
> E questa pagina ne è la dimostrazione :
> https://www.transfermarkt.it/serie-a/sommertransfers/wettbewerb/IT1/sais...
> Tanto per citare una squadra con un allenatore a te caro, ha fatto circa il 20%
> in più dei 'movimenti' del Genoa, che in fondo è nella media per quello che
> riguarda la sua 'fascia'.

Forse quest'anno si, non ho controllato questi numeri aggiornati, ma è da quando siamo usciti la prima volta dalla E.L. che qui girano calciatori come le trottole.
Se poi gli altri si sono allineati, semmai rafforzano solo il concetto.

> La Juve vince per scarsezza altrui, o se vuoi perchè ha una squadra ben
> bilanciata dove ogni anno fanno un paio d'innesti 'sicuri' e a buon prezzo,
> mentre le altre un anno sì e uno no rifondano prendendo pacchi e contropacchi.
>
> > quando noi vincevamo gli scudetti, giravano meno soldi
> sì e i treni arrivavano in orario anche perchè ce n'erano dieci al giorno :-D

Esatto! Dieci al giorno e, con conseguente minor traffico, arrivavano in orario. ;-)

andy capp

16/11/2018 23:07:19

0

Il giorno venerdì 16 novembre 2018 20:59:32 UTC+1, carletto ha scritto:

> No affatto, perché è il trend di TUTTE le squadre. Solo la Giuve pare avere un progetto sportivo a monte, le altre NON GIOCANO, MERCANTEGGIANO. Il GIOCO è solo un dovere domenicale per giustificare la loro esistenza.

> Forse quest'anno si, non ho controllato questi numeri aggiornati, ma è da quando siamo usciti la prima volta dalla E.L. che qui girano calciatori come le trottole.
> Se poi gli altri si sono allineati, semmai rafforzano solo il concetto.

Vedo che come al solito il tuo odio verso Preziosi t'impedisce di fare 2 + 2.
Sono ANNI che TUTTE le società fanno girare giocatori come trottole, comprese le
presunte grandi che lo fanno solo meglio.
Non è che una società come per esempio l'Inter non voglia vincere, semplicemente
non ci riesce principalmente perchè non ha dei dirigenti all'altezza, mentre
altre non hanno i soldi.
Non è che neanche vero che le altre società medie e piccole si sono 'allineate'
a noi, al limite Preziosi è stato più scaltro a capire il giochetto, ma non i
suoi rischi ed infatti spesso stecca.

andy capp

16/11/2018 23:12:59

0

Il giorno venerdì 16 novembre 2018 19:47:18 UTC+1, Liaigh ha scritto:

> Vero anche questo; però è anche vero che La Juve ha uno strapotere
> economico, avendo dietro la principale industria del paese, che le
> consente di fare quello che vuole.

Perchè in Italia c'è ancora la Fiat ?
O meglio la FCA, quella che ha più stabilimenti in Polonia o Turchia che nel
suo paese d'origine.

> E a mio parere, e lo cita anche
> sconcerti, non sempre in maniera assennata, allorquando compra tutti i
> migliori giocatori giovani italiani e li manda a giocare nelle squadre
> minori (Berardi, Mandragora, Caldara, Orsolini, Piacja ... ed altri)
> oppure li tiene a Torino senza farli giocare (Perin, Spinazzola, Kean),
> col risultato di impoverire le vere potenziali rivali e trovarsi con un
> campionato poco "allenante", per poi cercare di vincere la CL dove
> invece poi trova molto più duro.
> Mercato in realtà ne fa parecchio anche la Juve ...

La Juve ha una dirigenza che oggi altre si sognano.
All'Inter non si capisce chi comanda, il Milan è stato oggetto di un'operazione
di riciclaggio da parte di Berlusconi che l'ha impoverito, infatti l'allena uno
che ci capisce forse quanto Juric.
Napoli e Roma non investono, anzi regolarmente vendono i migliori, quindi chi
ci rimane il Frosinone :-)

Liaigh

16/11/2018 23:36:44

0

Il 16/11/2018 20:59, carletto ha scritto:

>>> Non c'è una società di serie A che faccia MERCATO come fa il Genoa.

Andy capp ha replicato

>> CAZZATE

E Carletto ribattè:

> No affatto, perché è il trend di TUTTE le squadre.

Stiamo interloquendo con un dissociato mentale.


--
Saluti

Liaigh
www.druidi.it

"Se qualcosa può andar male lo farà"
(Quel gran portasfiga di Murphy)

andy capp

17/11/2018 14:30:04

0

Il giorno sabato 17 novembre 2018 00:36:44 UTC+1, Liaigh ha scritto:

> Stiamo interloquendo con un dissociato mentale.

proviamo a fare un po' d'ironia.
Carletto riesce a uccidere ad ogni suo post la mia metà anima scozzese, che è ù
poi quella che prova a ragionare, facendo esplodere quella "Made in Reggio
Calabria" che invece ha uscite tipo "Se non taci ti mordo la faccia", frase
preferita di mio padre.
Ora capisco che uno possa anche avercela con Preziosi, io gli farei provare
l'ebrezza del volo alla stile di Icaro, però non dico che è colpa sua se è
caduto il ponte Morandi o lo spread è sopra i 300 punti.
Lo stesso discorso vale per Juric, che posso considerare quasi un collega
dall'alto delle mie 5 panchine in seconda categoria con ben 2 vittorie e un
pareggio, quindi con una media punti per lui irraggiungibile, e per qualunque
dirigente del Genoa.

carletto

24/11/2018 20:50:14

0

Il giorno sabato 17 novembre 2018 15:30:05 UTC+1, andy capp ha scritto:
> Il giorno sabato 17 novembre 2018 00:36:44 UTC+1, Liaigh ha scritto:
>
> > Stiamo interloquendo con un dissociato mentale.
>
> proviamo a fare un po' d'ironia.
> Carletto riesce a uccidere ad ogni suo post la mia metà anima scozzese, che è ù
> poi quella che prova a ragionare, facendo esplodere quella "Made in Reggio
> Calabria" che invece ha uscite tipo "Se non taci ti mordo la faccia", frase
> preferita di mio padre.

Uhm... devo ridere?

> Ora capisco che uno possa anche avercela con Preziosi, io gli farei provare
> l'ebrezza del volo alla stile di Icaro, però non dico che è colpa sua se è
> caduto il ponte Morandi o lo spread è sopra i 300 punti.

Non mi sembra di aver detto quello. Ho detto, ribadisco tra l'altro, che se ne deve andare. Se ne deve andare perché ha fatto due carognate che non gli perdono: una aver fatto retrocedere il Genoa in C per colpa di un illecito sportivo, un'ontà per chi tiene ancora alla propria Dignità. Se poi uno non ci tiene, me ne farò una ragione, ma io ci tengo ancora. Due per aver mandato via Gasperini per ben due volte, la seconda poi in modo davvero ingiustificabile. Questa per me non passa. Poi per te o per qualcun altro magari passa e me ne farò di nuovo una ragione, ma per me è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La secchiata che ha fatto traboccare il vaso, direi. Ci si può consolare andando a vedere l'Atalanta? Non penso, ma dovrebbe servire da monito ai detrattori, altro che continuare a insultare...
Detto questo, ripeto: per me se ne deve andare. Nemmeno la vittoria di uno scudetto potrebbe farmi ricredere, pensate un po'.

> Lo stesso discorso vale per Juric, che posso considerare quasi un collega
> dall'alto delle mie 5 panchine in seconda categoria con ben 2 vittorie e un
> pareggio, quindi con una media punti per lui irraggiungibile, e per qualunque
> dirigente del Genoa.

Juric? Mi dispiace avergli dato del bidone anzitempo, cioè ancor prima che mettesse piede sulla panca Rossoblu, ma i risultati mi stanno dando ampiamente ragione. Che vinca il derby o meno questo qui per me è una preoccupazione costante. Poi magari per voi non è così, ma per me lo è e lo dico.

andy capp

24/11/2018 22:37:33

0

Il giorno sabato 24 novembre 2018 21:50:15 UTC+1, carletto ha scritto:

> Uhm... devo ridere?

No perchè non l'hai capita :-)

> Non mi sembra di aver detto quello. Ho detto, ribadisco tra l'altro, che se ne
> deve andare.

Veci c'è solo un PICCOLISSIMO problema, ci vorrebbe un acquirente.
Ora mi rendo conto che questo per te è un particolare irrilevante, ma nel mondo
reale se uno vende ci vuole anche uno che compra.
Posso esser d'accordo con te che la retrocessione non è digeribile, l'aver dato
il benservito a Gasperini si, anche senza l'alka selzer.

Piuttosto sono seriamente incazzato perchè stasera non s'è giocato River-Boca
che è stata rinviata a domani proprio quando c'è il derby, e secondo me anche
qui c'è lo zampino malefico di Preziosi.