[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.nuoto

Occhi aperti

Massimo Peca

25/09/2016 15:57:04

Ciao a tutti,
ho scoperto con piacere questo news group e vorrei farvi una domanda
banale: perche' pur trovandomi a mio agio in acqua, da autodidatta, non
riesco a mantenere gli occhi aperti (mare o piscina)?
Ci ho provato, ma appena mi bruciano li chiudo, mentre se uso una
maschera ci sguazzo volentieri?
Scusate ancora se ho detto delle fesserie.

Grazie, Massimo

9 Risposte

Bruno

26/09/2016 15:14:17

0

On 25/09/16 17:57, Massimo Peca wrote:
> Ciao a tutti,
> ho scoperto con piacere questo news group e vorrei farvi una domanda
> banale: perche' pur trovandomi a mio agio in acqua, da autodidatta, non
> riesco a mantenere gli occhi aperti (mare o piscina)?

Beh se e' un problema "solamente" di bruciore, poco male, nel senso che
cmq in piscina e' decisamente consigliato - quando non obbligatorio -
usare gli occhialini. Diverso e' il caso di chi non riesce proprio ad
aprirli; probabilmente in quel caso si tratta proprio di un problema di
ambientazione all'acqua, ma non mi pare il tuo caso.
Anche a me bruciano se mi entra l'acqua dagli occhialini e da quando
vado in piscina mi sono abituato a portarmeli anche al mare; decisamente
e' un altro nuotare con gli occhialini.

Ciao
Bruno

major.nuoto

26/09/2016 18:43:45

0

On Sunday, September 25, 2016 at 4:54:57 PM UTC+1, Massimo Peca wrote:

> Ciao a tutti,
> ho scoperto con piacere questo news group

Benvenuto a te :-)

> e vorrei farvi una domanda
> banale: perche' pur trovandomi a mio agio in acqua, da autodidatta, non
> riesco a mantenere gli occhi aperti (mare o piscina)?

Per nulla una domanda banale, anzi. Senza protezione gli occhi bruciano a tutti, e con l'abitudine pero' il bruciore si attenua.

I danni che possono risultare sono stati studiati da diversi gruppi di ricerca negli anni. Ad esempio, Dr.Ishioka et al [1] hanno irrigato gli occhi di 10 persone (con la vista perfettamente normale) con acqua distillata/acqua di rubinetto/soluzione salina/soluzione clorata, e analizzato gli effetti al microscopio, ed hanno notato che la soluzione di cloro e' stata l'unica a creare danni al tessuto epiteliale della cornea. Risultato che conferma quanto gia' si sapeva da studi precedenti, ad esempio nel 1983 Dr.Haag et al [2] hanno notato che 34 persone su 50 vedevano arcobaleni e aloni attorno alla luce dopo aver nuotato in acqua clorata, e il 94% di loro aveva erosioni del tessuto epiteliale della cornea (non avevano pero' il microscopio confocal all'epoca). Ci sono diversi altri articoli che dicono piu' o meno le stesse cose, non sto a citarli tutti!

Un mio amico che ha fatto l'accademia navale, mi raccontava che gli imponevano di nuotare senza occhialini per "abituarsi" in acqua clorata, tanto che lui in piscina praticamente non usava mai occhialini. Mammiferi come i delfini si sono abituati all'acqua salata, il che puo' suggerire che un certo adattamento dei mammiferi all'acqua salata ci puo' essere, non so quanto l'uomo si possa abituare al sale senza incorrere in danni permanenti. Sarebbe interessante un'analisi della cornea sui delfini per confronto. Di sicuro c'e' che per le persone nuotare in piscina senza occhialini fa male.

[1] Ishioka, Misaki; Kato, Naoko; Kobayashi, Akira; Dogru, Murat; Tsubota, Kazuo
Deleterious Effects of Swimming Pool Chlorine on the Corneal Epithelium.
Cornea. January 2008 - Volume 27 - Issue 1 - pp 40-43
http://journals.lww.com/corneajrnl/Abstract/2008/01000/Deleterious_Effects_of_Swimming_Pool_Chlorine...


[2] Jeffrey R. Haag, MD; Richard G. Gieser, MD
Effects of Swimming Pool Water on the Cornea
JAMA. 1983;249(18):2507-2508.
http://jama.jamanetwork.com/article.aspx?articl...


> Ci ho provato, ma appena mi bruciano li chiudo, mentre se uso una
> maschera ci sguazzo volentieri?

e allora usa la maschera :-)
Io a mare di solito uso la maschera/occhialini, e con moderazione vado anche senza. In piscina rigorosamente con occhialini/maschera. Poi ci sono le piscine non clorate dove l'acqua e' flitrata con gli UV ad esempio, ma anche li' uso occhialini/maschera, per non far entrare in contatto gli occhi con altre schifezze biologiche o meno dovute agli altri utenti.

> Scusate ancora se ho detto delle fesserie.

non mi risulta, anzi!

Massimo Peca

26/09/2016 21:17:52

0

Il 26/09/2016 17:14, Bruno ha scritto:

> Beh se e' un problema "solamente" di bruciore, poco male, nel senso che
> cmq in piscina e' decisamente consigliato - quando non obbligatorio -
> usare gli occhialini. Diverso e' il caso di chi non riesce proprio ad
> aprirli; probabilmente in quel caso si tratta proprio di un problema di
> ambientazione all'acqua, ma non mi pare il tuo caso.
e' questo il fatto che non mi spiego: e' vero che mi bruciano (acqua
salata), ma in mare quando ci provo e come se devo superare un blocco
mentale. Con la maschera non ho questa difficolta'.
Dunque, ho oppure no un sufficiente ambientamento?


> Anche a me bruciano se mi entra l'acqua dagli occhialini e da quando
> vado in piscina mi sono abituato a portarmeli anche al mare; decisamente
> e' un altro nuotare con gli occhialini.
certo, capisco. Ma "invidio" chi riesce a stare in acqua senza nulla
sugli occhi.

> Ciao
> Bruno
Ciao. massimo

Massimo Peca

26/09/2016 21:30:39

0

Il 26/09/2016 20:43, major.nuoto@gmail.com ha scritto:

> Benvenuto a te :-)

grazie


> Per nulla una domanda banale, anzi. Senza protezione gli occhi
> bruciano a tutti, e con l'abitudine pero' il bruciore si attenua.
>
....la soluzione di cloro e' stata l'unica a creare danni al tessuto
> epiteliale della cornea.....
non avevo dubbi. L'ipoclorito di sodio e' una brutta bestia.

> Risultato che conferma quanto gia' si sapeva...
sei stato piu che esauriente, ma volevo sottolineare la mia difficolta'
psicologica, piu' che fisiologica.


> Un mio amico che ha fatto l'accademia navale, mi raccontava che gli....
in Marina ci sono anche cose sbagliate. Me ne sono accorto nei 18 mesi
di servizio militare (imbarcato).


> e allora usa la maschera :-)
infatti, lo faccio. Ma vorrei superare questo "scoglio".


>... Poi ci sono le piscine non clorate dove l'acqua e' filtrata con gli UV ad esempio, ma anche li'
visto che sei stato molto cortese e scientifico nella tua spiegazione,
posso dire che i raggi ultravioletti hanno un effetto "energetico" sui
microorganismi e non meccanico (filtrazione)? Scusami, non vorrei
sembrare saccente.
Infatti, la clorazione dell'acqua (col gas o con l'ipocolrito di sodio
(la varechina)) e' una tecnica di ossidazione antiquata e inquinante.
Anche nella potabilizzazione dell'acqua. Meglio l'ozono o gli UV.


> uso occhialini/maschera, per non far entrare in contatto gli occhi
> con altre schifezze biologiche o meno dovute agli altri utenti.
mi pare giusto.

> non mi risulta, anzi!
bene. Grazie.

Saluti. Massimo

major.nuoto

28/09/2016 00:23:42

0

On Monday, September 26, 2016 at 10:28:31 PM UTC+1, Massimo Peca wrote:

> sei stato piu che esauriente, ma volevo sottolineare la mia difficolta'
> psicologica, piu' che fisiologica.

Sull'aspetto puramente psicologico non saprei. Ma e' "difficolta'" o "impossibilita'"? Ovvero, proprio non riesci ad aprire gli occhi? oppure riesci ad aprirli per pochissimo? Nel secondo caso credo sia questione di abituarsi, piano piano, con costanza, magari facendo presa sulla componente motivazionale: perche' voglio tenere gli occhi aperti sott'acqua? E un'analisi costi/benefici: vale la pena tener gli occhi aperti a fronte del fastidio?

> in Marina ci sono anche cose sbagliate. Me ne sono accorto nei 18 mesi
> di servizio militare (imbarcato).

Una consonante, una vocale, e 18 mesi di differenza: tu "imbarcato", io "imboscato"! :-)

> > e allora usa la maschera :-)
> infatti, lo faccio. Ma vorrei superare questo "scoglio".

perche'?

> visto che sei stato molto cortese e scientifico nella tua spiegazione,
> posso dire che i raggi ultravioletti hanno un effetto "energetico" sui
> microorganismi e non meccanico (filtrazione)? Scusami, non vorrei
> sembrare saccente.

Figurati, a me fa sempre piacere aver torto: e' l'unico modo per imparare!
Se poi poni la questione con cotanto garbo e umilta', non posso che ossequiare con un "chapeau"!

> Infatti, la clorazione dell'acqua (col gas o con l'ipocolrito di sodio
> (la varechina)) e' una tecnica di ossidazione antiquata e inquinante.
> Anche nella potabilizzazione dell'acqua. Meglio l'ozono o gli UV.

Si,son sicuro che l'ozono e gli UV "puliscano" l'acqua meglio del cloro (o ipoclorito di sodio, come giustamente fai notare). La mia obbiezione e' che quando la piscina e' esageratamente affollata, scolaresche che invadono le corsie, con l'acqua alle temperature di incubazione dei vari patogeni, la piscina si trasforma in un gigantesco Petri-dish in incubazione, e il getto di acqua filtrata potrebbe essere inferiore alla quantita' di patogeni riprodotti e importati. Potrei essere paranoico, ma con gli occhi c'e' da starsi attenti. Se aggiungi che al momento vivo in UK, dove -spesso- l'igiene non e' una delle priorita' ne' degli utenti ne' degli amministratori. :-)

Massimo Peca

28/09/2016 19:28:20

0

Il 28/09/2016 02:23, major.nuoto@gmail.com ha scritto:


> Sull'aspetto puramente psicologico non saprei. Ma e' "difficolta'" o
> "impossibilita'"? Ovvero, proprio non riesci ad aprire gli occhi?
> oppure riesci ad aprirli per pochissimo? Nel secondo caso credo sia
> questione di abituarsi, piano piano, con costanza, magari facendo
> presa sulla componente motivazionale: perche' voglio tenere gli occhi
> aperti sott'acqua? E un'analisi costi/benefici: vale la pena tener
> gli occhi aperti a fronte del fastidio?
la seconda che hai detto.


> Una consonante, una vocale, e 18 mesi di differenza: tu "imbarcato",
> io "imboscato"! :-)
ma bravo...

> perche'?
perche' vorrei sentirmi piu' vicino al mare, alla natura, senza
ostacoli. Forse dico cose troppo semplici.

> Si,son sicuro che l'ozono e gli UV "puliscano" l'acqua meglio del
> cloro (o ipoclorito di sodio, come giustamente fai notare). La mia
> obbiezione e' che quando la piscina e' esageratamente affollata,
> scolaresche che invadono le corsie, con l'acqua alle temperature di
> incubazione dei vari patogeni, la piscina si trasforma in un
> gigantesco Petri-dish in incubazione
.... vedo che siamo pratici di biologia... (Petri-dish).... Lavori in
qualche laboratorio, per caso, dove "coltivi" spore?
Hai ragione. In piscina non farei volentieri l'esperimento di aprire gli
occhi. Meglio il mare, possibilmente pulito. Non c'e' confronto con la
piscina.

, e il getto di acqua filtrata
> potrebbe essere inferiore alla quantita' di patogeni riprodotti e
> importati. Potrei essere paranoico, ma con gli occhi c'e' da starsi
> attenti.
giusta osservazione.


Se aggiungi che al momento vivo in UK, dove -spesso-
> l'igiene non e' una delle priorita' ne' degli utenti ne' degli
> amministratori. :-)

in questo, il nostro Paese non ha niente da invidiare agli inglesi.
Almeno in teoria, abbiamo una legislazione molto avanzata.

major.nuoto

29/09/2016 19:24:23

0

On Wednesday, September 28, 2016 at 8:26:13 PM UTC+1, Massimo Peca wrote:

> la seconda che hai detto.

quindi proprio blocco nell'aprirli. Io ho una cosa analoga con le lenti a contatto, psicologicamente lo vedo come il cambiare in me l'interfaccia col mondo esterno, con l'aggravante che e' fastidioso toccarsi la cornea. Immagino che la tua sia una cosa analoga?

Nel mio caso, con tanta fatica ero riuscito ad usarle (2 ore ogni volta per cercare di metterle), ma poi ho deciso che potevo impiegare in modo diverso le energie necessarie a superare il blocco, e vivo benissimo anche senza lenti a contatto :-)

> > perche'?
> perche' vorrei sentirmi piu' vicino al mare, alla natura, senza
> ostacoli. Forse dico cose troppo semplici.

E allora, se sei convinto che per te ne vale la pena, insisti di piu', magari anche a casa con le bacinelle d'acqua, o con una maschera riempita d'acqua. Una buona spinta motivazionale puo' portarti ovunque, lavora su quello, e -se sei convinto che ne puo' valere la pena- con un po' di costanza nei tentativi, secondo me prima o poi qualche risultato lo ottieni.

> ... vedo che siamo pratici di biologia... (Petri-dish).... Lavori in
> qualche laboratorio, per caso, dove "coltivi" spore?

si per la prima (lab), ni per la seconda (spore).

> in questo, il nostro Paese non ha niente da invidiare agli inglesi.
> Almeno in teoria, abbiamo una legislazione molto avanzata.

Guarda, nuotano con disinvoltura in pozze che al confronto l'idroscalo di milano e' un atollo delle seychelles. Per fortuna non tutti, ma una buona percentuale si.

Massimo Peca

01/10/2016 10:27:14

0

Il 29/09/2016 21:24, major.nuoto@gmail.com ha scritto:

> quindi proprio blocco nell'aprirli. Io ho una cosa analoga con le
> lenti a contatto, psicologicamente lo vedo come il cambiare in me
> l'interfaccia col mondo esterno, con l'aggravante che e' fastidioso
> toccarsi la cornea. Immagino che la tua sia una cosa analoga?
esatto!

> Nel mio caso, con tanta fatica ero riuscito ad usarle (2 ore ogni
> volta per cercare di metterle), ma poi ho deciso che potevo impiegare
> in modo diverso le energie necessarie a superare il blocco, e vivo
> benissimo anche senza lenti a contatto :-)
scelta strategia


> E allora, se sei convinto che per te ne vale la pena, insisti di
> piu', magari anche a casa con le bacinelle d'acqua, o con una
> maschera riempita d'acqua. Una buona spinta motivazionale puo'
> portarti ovunque, lavora su quello, e -se sei convinto che ne puo'
> valere la pena- con un po' di costanza nei tentativi, secondo me
> prima o poi qualche risultato lo ottieni.
provero' con le bacinelle o con la vasca da bagno. Hai ragione, devo
essere piu' determinato.

Grazie per i consigli. Alla fine e' sempre la stessa cosa: scambio di
esperienze, dialogo, perseveranza, risultati...

massimo


major.nuoto

05/10/2016 23:24:48

0

On Saturday, October 1, 2016 at 11:25:02 AM UTC+1, Massimo Peca wrote:

> provero' con le bacinelle o con la vasca da bagno. Hai ragione, devo
> essere piu' determinato.

Se i delfini si sono adattati sino al punto da sviluppare una doppia pupilla per vedere sia fuori che sott'acqua, con la giusta dedizione e motivazione son sicuro che il blocco di aprire gli occhi puo' passare.

> Grazie per i consigli. Alla fine e' sempre la stessa cosa: scambio di
> esperienze, dialogo, perseveranza, risultati...

:-)