[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.ciclismo

una giornata da ricordare

Manlio Perillo

25/04/2014 18:32:10

Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi è successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...

1) Tutto comincia la mattina, quando mi accordo di aver lasciato il Garmin Edge
500 acceso dalla sera prima, Garmin che poi mi lascerà dopo un ora di
allenamento (su 5 ore totali).

2) A Solopaca incontro la nebbia, per di più in discesa.
Lo scrivo perchè mi ricorda un film di Fantozzi, anche se lui e Filini
sono in mezzo alla nebbia durante una partita a tennis e non durante l'epica
uscita in bici (se ricordo bene).

3) Di ritorno dal Camposauro, in uno strappo fatto fuori sella, mi accorgo che
la ruota anteriore sbanda. Mi fermo e scopro che è sgonfia.
Se ho indovinato il punto in cui ho forato (in una discesa a Solopaca, sopra
una grata di scolo delle acque piovane presa ad alta velocità), significa
che mi sono fatto 14 km di salita + 14 km di discesa senza accorgermi di
niente...
Direi che mi è andata bene!
Tra l'altro mi sembrava strano che i nuovi copertoncini da 25mm avessero
cominciato a fare il loro dovere all'improvviso, sulla salita del
Camposauro, dove mi sembrava di "galleggiare" sull'asfalto.

4) Mi accingo a sostituire la camera d'aria, ma quando inserisco quella nuova
noto che la valvola è adatta a ruote a basso profilo, mentre io ho
cominciato ad usare le Fulcrum 4. Per fortuna la parte della valvola che
esce dal cerchio è il minimo indispensabile per riuscire a gonfiare.

5) Prendo il rubinetto per la bomboletta ad aria compressa, ma non trovo la
bomboletta. Eppure ero sicuro di averla perchè l'ho sempre lasciata nel
borsellino sotto sella...

6) Ripiego sul gonfiatore portatile, ma è un nuovo gonfiatore telescopico preso
da poco, e:

1) o io non ho capito come funziona
2) o chi l'ha progettata non ha mai gonfiato una ruota in vita sua
3) o il "coso" non è pensato per gonfiare una camera d'aria dentro una
ruota di una bici da corsa

Per la cronaca, l'attacco per la valvola è dritto, invece che a 90 gradi,
quindi per gonfiare il gonfiatore deve stare parallelo ai raggi; vi lascio
immaginare la scena. Ripeto: probabilmente non ho capito come si usa.

7) Per finire la sostituzione ci metto una eternità, per fortuna che faceva
caldo.

7) Arrivo a casa, e nel garage, sul tavolo da lavoro, trovo la "famosa"
bomboletta ad aria compressa.

8) Mentre ripongo la bomboletta nel borsellino (perchè altrimenti sono capace
di dimenticarmene), scopro che non c'è più lo smartphone (che non metto
*mai* in tasca perchè lo rovinerei a causa dell'eccessiva sudorazione).

9) Dopo la doccia ed il pranzo riparto subito in macchina per arrivare, dopo
50 km, nel punto in cui mi ero fermato a cambiare la camera d'aria.
Per fortuna trovo facilmente lo smartphone, peccato che sia caduto nel
canale di scolo delle acque a lato della strada (in discesa), e l'acqua
scorreva tipo torrente a causa delle forti piogge di ieri.

Per fortuna l'erba alta e la custodia hanno evitato che lo smartphone
restasse immerso completamente nell'acqua. Il danno maggiore è stato
l'acqua infiltratasi nella presa micro USB, dimenticata aperta dopo la
ricarica di questa notte. La presa sembra rovinata e non riesco a
ricaricare il telefono.

Il telefono deve essere caduto dal borsellino quando la bici stava per
ribaldarsi; per fortuna l'ho presa al volo (ci mancava solo di rovinare il
telaio).


Questo è tutto. Alla fine ne sono uscito vivo.


Ciao Manlio

16 Risposte

Al Gancio

25/04/2014 19:12:12

0

Il 25/04/2014 20:32, manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
> Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi è successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...
>
> 1)
> 2)
> 3)
> 4)
> 5)
> 6)
> 7)
> 7)
> 8)
> 9)

E darsi alle bocce? :-)

ElPlaza.

25/04/2014 19:47:55

0


>"Al Gancio" <al-gancioNO@SPAMlibero.it> ha scritto nel messaggio
>news:ljec2d$k3m$1@virtdiesel.mng.cu.mi.it...
>
> E darsi alle bocce? :-)
>

Lol :-)


---
Questa e-mail è priva di virus e malware perché è attiva la protezione avast! Antivirus.
http://www...

Mardot

25/04/2014 20:58:01

0

Il 25/04/2014 20:32, manlio.perillo@gmail.com ha scritto:

> 2) A Solopaca

Non mi ricordo se ti ho gia' detto che giri in bici nei luoghi di
nascita dei miei secondi genitori. Si', sono due persone di Paupisi che
negli anni '60 vennero in Liguria per lavorare, e che da una decina
d'anni sono tornati a Paupisi a godersi la pensione.
Io la' conosco tanta gente, tanta brava gente.
Adoro quelle persone.

Roby Ross

26/04/2014 07:25:57

0

manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
> Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi è successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...
>
>
è il tuo inconscio che ti invita a pedalare con maggior libertà al
di là di ogni galera garmianica.
Allora fa i capricci cercando di amplificare l'imprevisto e l'infausto.
In poche parole cerca di divertirti di più in bici e baderai così
più all'essenziale.
La noia incombe nel ciclismo su strada, lo sa bene chi viene da li
e ha scelto sentieri e sterrati dispersi tra i monti.
Le prime volte che approcciai la pietrosa dorsale peloritana
cascavo col culo per terra ogni volta che osavo approcciare un
pensiero offtopic con la strada che stavo percorrendo. Era come
beccarsi una sberla di rimprovero. Non c'è posto per la
distrazione li.

Manlio Perillo

26/04/2014 10:46:43

0

Il giorno venerdì 25 aprile 2014 21:12:12 UTC+2, Al Gancio ha scritto:
> Il 25/04/2014 20:32, manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
>
> > Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi � successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...
>
> > 1)
> > 2)
> > 3)
> > 4)
> > 5)
> > 6)
> > 7)
> > 7)
> > 8)
> > 9)
>
>
> E darsi alle bocce? :-)

No, grazie; ne ho abbastanza di palle che girano :-)


Ciao Manlio

Manlio Perillo

26/04/2014 10:52:43

0

Il giorno venerdì 25 aprile 2014 22:58:01 UTC+2, Mardot ha scritto:
> Il 25/04/2014 20:32, manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
>
>
>
> > 2) A Solopaca
>
>
>
> Non mi ricordo se ti ho gia' detto che giri in bici nei luoghi di
> nascita dei miei secondi genitori.

Si, me lo avevi già detto.

> Si', sono due persone di Paupisi che
> negli anni '60 vennero in Liguria per lavorare, e che da una decina
> d'anni sono tornati a Paupisi a godersi la pensione.
>

A Paupisi non ci sono mai stato, ma l'inizio della salita per il Camposauro si trova proprio sulla provinciale che collega Solopaca con Paupisi (su salite.ch, invece, la salita inizia da Solopaca centro).

> Io la' conosco tanta gente, tanta brava gente.
> Adoro quelle persone.

Io adoro quella zona, perchè è l'ideale per allenarsi in bici avendo a disposizione sia pianura che tre grandi salite come il Taburno, il Camposauro ed il Matese.

Però dal punto di vista cicloturistico preferisco gli altopiani collinari come il Formicoso e le colline sopra la valle del fiume Fortore (quest'anno dovrei essere in grado di fare questi giri che richiedono 160-200 km e 2500-3000 m di dislivello).


Ciao Manlio

il guavdiano del favo

26/04/2014 16:37:54

0

On 25/04/2014 21:12, Al Gancio wrote:
> Il 25/04/2014 20:32, manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
>> Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi è
>> successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...
>>
>> 1)
>> 2)
>> 3)
>> 4)
>> 5)
>> 6)
>> 7)
>> 7)
>> 8)
>> 9)
>
> E darsi alle bocce? :-)
>
meglio il ..(come si chiama quello con lo spazzolone da passare sul
ghiaccio, praticato molto al nord?)

lupino

26/04/2014 21:25:35

0


"Roby Ross"
> La noia incombe nel ciclismo su strada, lo sa bene chi viene da li
> e ha scelto sentieri e sterrati dispersi tra i monti.
Mio percorso, ma poi con ritorno alla strada,
ognuno ha il suo con le sue motivazioni, tutte valide.

Roby Ross

27/04/2014 04:44:26

0

"lupino" <lupinoNOSPAM@CALDOmail.com> ha scritto:
>
> "Roby Ross"
>> La noia incombe nel ciclismo su strada, lo sa bene chi viene da li
>> e ha scelto sentieri e sterrati dispersi tra i monti.
> Mio percorso, ma poi con ritorno alla strada,
> ognuno ha il suo con le sue motivazioni, tutte valide.
>
>

giusto. Quale sono le tue motivazioni? Attualmente sono un po
fermo e sento che mi attira poco lo spirito avventuriero delle
escursioni forestali.

Resta comunque la consapevolezza dell'importanza di certi fattori
psicologici che determinano poi la concentrazione, la noia, lo
spasso, l'appagamento.
Su strada non si imparano queste cose, ci sta solo la potenza,
velocità e abilità di curvare assimilandosi in definitiva a una
copia carente di un mezzo a motore, con tanto di centralina di
supervisione e comando.

--

Manlio Perillo

27/04/2014 14:35:46

0

Il giorno sabato 26 aprile 2014 09:25:57 UTC+2, Roby Ross ha scritto:
> manlio.perillo@gmail.com ha scritto:
>
> > Come anticipato nel post precedente, durante l'uscita di oggi mi ? successo di tutto, tanto da sembrare Fantozzi...
>
>
> la noia incombe nel ciclismo su strada, lo sa bene chi viene da li
> e ha scelto sentieri e sterrati dispersi tra i monti.
>

A me piace anche fare i sentieri, e dalle mie parti ne siamo pieni.
Ne ho fatto qualcuno a piedi, e tutte le volte ho sentito la mancanza di una MTB che mi avrebbe permesso di fare percorsi più lunghi.

Però tra qui a dire che "la noia incombe nel ciclismo su strada" c'è ne passa...

Io giusto oggi ho fatto un nuovo percorso, molto bello; ed altri nuovi ne farò in estate in posti ancora più belli; basta variare e soprattutto essere allenati per poter affrontare percorsi sempre più lunghi.

> [...]

Ciao Manlio