[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.ciclismo

Restauro bicicletta mountain bike anni 90

Raffaele Liegi

21/04/2015 04:15:25

Salve a tutti è più di un anno che non scrivo qui quindi buon anno ;)
Praticamente avrei pensato quest'estate di restaurare una vecchia mountain bike escalation degli anni 90 abbandonata che mi è stata regalata a causa del suo inutilizzo però è piena di ruggine con vernice staccata insomma necessiterebbe di essere lavata, smontata pezzo per pezzo , carteggiata totalmente e poi necessiterebbe di un eventuale pulizia e verniciatura.

Prima di stabilire i colori vorrei sapere secondo voi fernovus spray bomboletta è una buona vernice per una bici (i dati tecnici dicono si applica sulla ruggine senza carteggiare e blocca l'avanzare della ruggine io ovviamente ho intenzione di carteggiare per rendere tutto il contatto a livelli più che ottimali).

In pratica questa vernice sarebbe sia vernice, bloccatore di ruggine e antiruggine messi insieme secondo Saratoga, che ne dite per evitare tutto il lavoro di fondo antiruggine, vernice e alla fine trasparente.
Io avevo intenzione di carteggiare tutto molto bene, poi pulire con alcool oppure acetone poi passare il fernovus spray alte temperature per caloriferi (così da essere sicuro di far resistere tutta la tinta anche al sole estivo quando la si porta fuori) e poi infine il trasparente protettivo che ne dite?

La bici è uguale a questa solo più disastrata con ruggine e vernice che si stacca ovunque http://img3.annuncicdn.it/96/2f/962f855c379eda0f4f4fc44c6763e13...

Grazie in anticipo

11 Risposte

Raffaele Liegi

21/04/2015 04:22:30

0

qui la scheda tecnica con fernovus versione trasparente spray http://www.saratoga.it/it/prodotto/1/49-vernici-spray/563-fernovus-spray-tr...

lupino

21/04/2015 05:37:31

0


"Raffaele Liegi"

imho lassa perder...
non ne vale la pena, se proprio non sai che fare leggi un libro. Di bici
simili ne trovi a bizzeffe, messe meglio, a prezzi simbolici.

---
Questa e-mail è priva di virus e malware perché è attiva la protezione avast! Antivirus.
http://www...

Raffaele Liegi

21/04/2015 06:01:21

0

Il giorno martedì 21 aprile 2015 07:37:32 UTC+2, lupino ha scritto:
> "Raffaele Liegi"
>
> imho lassa perder...
> non ne vale la pena, se proprio non sai che fare leggi un libro. Di bici
> simili ne trovi a bizzeffe, messe meglio, a prezzi simbolici.
>

Lo so che ce ne sono tante e poi è una bici economica però è solo per vedere se riesco in questa impresa di certo a peggio di come è non posso portarla è messa malissimo e cosa c'è di meglio di qualche ciofeca per imparare?

Mardot

21/04/2015 09:40:40

0

Il 21/04/2015 08:01, Raffaele Liegi ha scritto:

> di certo a peggio di come è non posso portarla è messa malissimo e cosa c'è di meglio di qualche ciofeca per imparare?

io userei due strati, il primo protettivo antiruggine e il secondo di
smalto, alla fine la spesa e' la stessa

- smonti tutto
- carteggi bene
- spazzoli le congiunzioni e le saldature con la spazzola d'acciaio
- soffi a pressione con un compressore
- pulisci bene con panno bagnato d'alcool

poi, dai il primo strato di antiruggine, va bene un qualunque fondo
aggrappante protettivo, ne trovi diversi tipi al Brico o similari

infine, dai uno strato di smalto della tinta che ti piace

se vuoi finire con un trasparente, ben ci sta


Raffaele Liegi

21/04/2015 10:57:56

0

Il giorno martedì 21 aprile 2015 11:40:40 UTC+2, Mardot ha scritto:
> Il 21/04/2015 08:01, Raffaele Liegi ha scritto:
>
> > di certo a peggio di come è non posso portarla è messa malissimo e cosa c'è di meglio di qualche ciofeca per imparare?
>
> io userei due strati, il primo protettivo antiruggine e il secondo di
> smalto, alla fine la spesa e' la stessa
>
> - smonti tutto
> - carteggi bene
> - spazzoli le congiunzioni e le saldature con la spazzola d'acciaio
> - soffi a pressione con un compressore
> - pulisci bene con panno bagnato d'alcool
>
> poi, dai il primo strato di antiruggine, va bene un qualunque fondo
> aggrappante protettivo, ne trovi diversi tipi al Brico o similari
>
> infine, dai uno strato di smalto della tinta che ti piace
>
> se vuoi finire con un trasparente, ben ci sta


Ti ringrazio per il consiglio però più che altro volevo risparmiare del tempo con questo fernovus (perchè tempo fa almeno 2 anni fa feci una verniciatura tradizionale su una bicicletta del 62 sempre regalata) per caso qualcuno conosce le caratteristiche di resistenza di questo fernovus?

Mardot

21/04/2015 12:06:08

0

Il 21/04/2015 12:57, Raffaele Liegi ha scritto:
> Il giorno martedì 21 aprile 2015 11:40:40 UTC+2, Mardot ha scritto:
>> Il 21/04/2015 08:01, Raffaele Liegi ha scritto:
>>
>>> di certo a peggio di come è non posso portarla è messa malissimo e cosa c'è di meglio di qualche ciofeca per imparare?
>>
>> io userei due strati, il primo protettivo antiruggine e il secondo di
>> smalto, alla fine la spesa e' la stessa
>>
>> - smonti tutto
>> - carteggi bene
>> - spazzoli le congiunzioni e le saldature con la spazzola d'acciaio
>> - soffi a pressione con un compressore
>> - pulisci bene con panno bagnato d'alcool
>>
>> poi, dai il primo strato di antiruggine, va bene un qualunque fondo
>> aggrappante protettivo, ne trovi diversi tipi al Brico o similari
>>
>> infine, dai uno strato di smalto della tinta che ti piace
>>
>> se vuoi finire con un trasparente, ben ci sta
>
>
> Ti ringrazio per il consiglio però più che altro volevo risparmiare del tempo con questo fernovus (perchè tempo fa almeno 2 anni fa feci una verniciatura tradizionale su una bicicletta del 62 sempre regalata) per caso qualcuno conosce le caratteristiche di resistenza di questo fernovus?
>
Il Fernovus(*) l'ho utilizzato sulla ringhiera del terrazzo e mi si è
scrostato dopo pochi anni. Non mi ha fatto una buona impressione.
Resto dell'idea che un trattamento di fondo e lo smalto siano molto meglio.

(*) E anche altri prodotti della Saratoga non mi sono piaciuti.

Probabilmente e' una ditta che produce roba da bricolage ma il livello
qualitativo non e' ottimo.

Raffaele Liegi

21/04/2015 13:19:01

0

Il giorno martedì 21 aprile 2015 14:06:09 UTC+2, Mardot ha scritto:

> Il Fernovus(*) l'ho utilizzato sulla ringhiera del terrazzo e mi si è
> scrostato dopo pochi anni. Non mi ha fatto una buona impressione.
> Resto dell'idea che un trattamento di fondo e lo smalto siano molto meglio.
>
> (*) E anche altri prodotti della Saratoga non mi sono piaciuti.
>
> Probabilmente e' una ditta che produce roba da bricolage ma il livello
> qualitativo non e' ottimo.


ma il fernovus l'hai messo sulla ruggine o hai carteggiato prima di verniciare la ringhiera?

Mardot

21/04/2015 14:02:57

0

Il 21/04/2015 15:19, Raffaele Liegi ha scritto:
> Il giorno martedì 21 aprile 2015 14:06:09 UTC+2, Mardot ha scritto:
>
>> Il Fernovus(*) l'ho utilizzato sulla ringhiera del terrazzo e mi si è
>> scrostato dopo pochi anni. Non mi ha fatto una buona impressione.
>> Resto dell'idea che un trattamento di fondo e lo smalto siano molto meglio.
>>
>> (*) E anche altri prodotti della Saratoga non mi sono piaciuti.
>>
>> Probabilmente e' una ditta che produce roba da bricolage ma il livello
>> qualitativo non e' ottimo.
>
>
> ma il fernovus l'hai messo sulla ruggine o hai carteggiato prima di verniciare la ringhiera?

il prodotto va dato sul ferro ossidato, fermo restando che ogni parte
mobile che si stacca dev'essere rimossa (lo dice anche la scehda tecnica)

quindi in pratica una spazzolata/carteggiata va sempre data

Raffaele Liegi

21/04/2015 14:36:00

0

Il giorno martedì 21 aprile 2015 16:02:57 UTC+2, Mardot ha scritto:
>
> il prodotto va dato sul ferro ossidato, fermo restando che ogni parte
> mobile che si stacca dev'essere rimossa (lo dice anche la scehda tecnica)
>
> quindi in pratica una spazzolata/carteggiata va sempre data

esatto però tu dici che quel fernovus non va dato sul ferro nudo e pulito ma solo su ferro ossidato? No perchè io volevo applicarlo su ferro carteggiato con varie grane fino ad arrivare a quella fine però pulito e nudo senza tracce di ruggine, oli o grassi della pelle, impronte o altre impurità (semplicemente ferro grezzo e pulito) in teoria non dovrebbe aderire ancora meglio al telaio senza la ruggine (che anche se si gratta via bene la ruggine friabile a livello molecolare sarà sempre sicuramente un pò friabile anche se ad occhio non te ne accorgi perciò verniciare senza la ruggine dovrebbe essere ancora più stabile almeno in teoria).

Mardot

21/04/2015 14:41:20

0

Il 21/04/2015 16:36, Raffaele Liegi ha scritto:
> Il giorno martedì 21 aprile 2015 16:02:57 UTC+2, Mardot ha scritto:
>>
>> il prodotto va dato sul ferro ossidato, fermo restando che ogni parte
>> mobile che si stacca dev'essere rimossa (lo dice anche la scehda tecnica)
>>
>> quindi in pratica una spazzolata/carteggiata va sempre data
>
> esatto però tu dici che quel fernovus non va dato sul ferro nudo e pulito ma solo su ferro ossidato? No perchè io volevo applicarlo su ferro carteggiato con varie grane fino ad arrivare a quella fine però pulito e nudo senza tracce di ruggine, oli o grassi della pelle, impronte o altre impurità (semplicemente ferro grezzo e pulito) in teoria non dovrebbe aderire ancora meglio al telaio senza la ruggine (che anche se si gratta via bene la ruggine friabile a livello molecolare sarà sempre sicuramente un pò friabile anche se ad occhio non te ne accorgi perciò verniciare senza la ruggine dovrebbe essere ancora più stabile almeno in teoria).

fernovus serve solo se hai del ferro ossidato altrimenti, se ti sbatti
per portarlo nuovamente a ferro nuovo o comunque pulito, non ha senso
utilizzarlo

sul ferro pulito (che sia sabbiato o carteggiato cambia nulla) la cosa
migliore e' il sottofondo antiruggine e poi lo smalto

sul ferro ossidato invece puoi usare fernovus, per lo meno ha senso come
prodotto, che viene commercializzato appositamente per quel motivo,
anche se come ti ho detto a me non e' piaciuto per nulla

resto dell'idea che i lavori vadano fatti con criterio, il che prescinde
dall'uso di prodotti "tutto fare" come fernovus, che mi ha ingolosito
una volta, ma che non accadra' piu'...