[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.ciclismo

questa bici vorrei prenderla in un negozio

pino.xman

03/04/2015 09:15:42

Preso dal rimorso per aver tradito il piccolo commercio locale;
con l'acquisto online dell'ultima mtb Rose,
decido di comprarmi la mia prima bdc (Una gravel, che parola del cazzo...)
in un negozio.

Passo da un onesto spacciatore di bici vicino casa mia
per vedere se puo' mostrarmi il modello da me desiderato,
lui candidamente ammette di non averla in casa che può
procurarmela entro poco tempo che se le ruote mi fanno schifo
possiamo sistemare ecc...

Bene, io però la bici la voglio vedere quindi mi reco da
un altro rivenditore in città, un bellissimo negozio che ha
il modello.

Entro, persona sufficientemente cordiale mi accoglie mi descrive
più o meno frettolosamente la bici - probabilmente per lui 1000 euro
sono incassi trascurabili - quindi veniamo al punto per me fondamentale:
che non è lo sconto ma la taglia, io calcolata ho la
taglia x ma che più x non si può, il venditore cosa fa : 'Guarda questa è
y (1 in più) ma su questo genere di bici spesso si compra la taglia in più.
Ovviamente lui in negozio ha la y disponibile.
Poi mi ha raccontato altre palle più o meno piccole.

Ho quindi caldamente ringraziato e sono uscito soddisfatto
di aver capito che le ruote mi fanno schifo.

Vengo al punto : ma secondo voi quanto nazionalismo ci vuole
per cercare di comprare se non italiano almeno in italia il
materiale ciclistico ?
Questo sarebbe il servizio aggiuntivo che il negozio mi offre ?

Scusate lo sfogo ...

ps : Non è la prima volta che in da un negozio di bici esco incazzato.

5 Risposte

guidorubino

03/04/2015 11:10:04

0

pino xman <pino.xman@gmail.com> wrote:

> Questo sarebbe il servizio aggiuntivo che il negozio mi offre ?

Ecco, si riassume tutto in questa domanda. I negozi che pensano di
vendere peggio che on line (dove trovi subito più informazioni su quello
che stai guardando rispetto ad un interlocutore come il tuo impreparato
e frettoloso - cavolo, son comunque mille euro! ma pure se fossero
100...) sono destinati a scomparire. Altri sanno coccolarsi meglio i
clienti e sopravviveranno. Dando il "di più" che cercavi.

--
.. Guidorubino.com

pino.xman

03/04/2015 11:57:52

0

Il giorno venerdì 3 aprile 2015 13:10:06 UTC+2, guidorubino ha scritto:
> pino xman <pino.xman@gmail.com> wrote:
>
> > Questo sarebbe il servizio aggiuntivo che il negozio mi offre ?
>
> Ecco, si riassume tutto in questa domanda. I negozi che pensano di
> vendere peggio che on line (dove trovi subito piu informazioni su quello
> che stai guardando rispetto ad un interlocutore come il tuo impreparato
> e frettoloso - cavolo, son comunque mille euro! ma pure se fossero
> 100...) sono destinati a scomparire. Altri sanno coccolarsi meglio i
> clienti e sopravviveranno. Dando il "di piu" che cercavi.
>
> --
> . Guidorubino.com

Ecco bravo, il più che cercavo, che era semplicemente
il non dover subire il patetico tentativo di vedere
una bicicletta della taglia sbagliata.

E' proprio la diffusa tecnica di vendita 'aggressiva' che non sopporto.
Questi secondo me credono anche di essere bravi commerciali;
gente che sa blandire il cliente, peccato che quando uno
intende spendere cifre considerevoli per un giocattolo,
è ben informato, c'è internet lo sanno?

Ciao

guidorubino

03/04/2015 12:05:48

0

pino xman <pino.xman@gmail.com> wrote:

> Il giorno venerdì 3 aprile 2015 13:10:06 UTC+2, guidorubino ha scritto:
> > pino xman <pino.xman@gmail.com> wrote:
> >
> > > Questo sarebbe il servizio aggiuntivo che il negozio mi offre ?
> >
> > Ecco, si riassume tutto in questa domanda. I negozi che pensano di
> > vendere peggio che on line (dove trovi subito pi? informazioni su quello
> > che stai guardando rispetto ad un interlocutore come il tuo impreparato
> > e frettoloso - cavolo, son comunque mille euro! ma pure se fossero
> > 100...) sono destinati a scomparire. Altri sanno coccolarsi meglio i
> > clienti e sopravviveranno. Dando il "di pi?" che cercavi.
> >
> > --
> > . Guidorubino.com
>
> Ecco bravo, il più che cercavo, che era semplicemente
> il non dover subire il patetico tentativo di vedere
> una bicicletta della taglia sbagliata.
>
> E' proprio la diffusa tecnica di vendita 'aggressiva' che non sopporto.
> Questi secondo me credono anche di essere bravi commerciali;
> gente che sa blandire il cliente, peccato che quando uno
> intende spendere cifre considerevoli per un giocattolo,
> è ben informato, c'è internet lo sanno?

Il bravo commerciale ti sa vendere qualcosa di cui poi sei contento. Non
una bici della misura sbagliata di cui ti accorgeresti a soldi già spesi
se non avessi esperienza. Questa cosa è assurda.

> Ciao

ciao

--
.. Guidorubino.com

paoloc

03/04/2015 15:17:02

0

On Fri, 3 Apr 2015 02:15:42 -0700 (PDT), pino xman
<pino.xman@gmail.com> wrote:


>
>Entro, persona sufficientemente cordiale mi accoglie mi descrive
>più o meno frettolosamente la bici - probabilmente per lui 1000 euro
>sono incassi trascurabili - quindi veniamo al punto per me fondamentale:
>che non è lo sconto ma la taglia, io calcolata ho la
>taglia x ma che più x non si può, il venditore cosa fa : 'Guarda questa è
>y (1 in più) ma su questo genere di bici spesso si compra la taglia in più.
>Ovviamente lui in negozio ha la y disponibile.
>Poi mi ha raccontato altre palle più o meno piccole.

Quando leggo di esperienze del genere, rimango un po' perplesso.
A mio parere l' acquirente di questo settore, o e' convinto , a torto
o a ragione, di cio' che vuole e non c'e' venditore che tenga, o si
mette nelle mani del venditore ritenuto professionista. Questi, come
minimo fa sfoggio di attrezzatuta per rilevare misure, ed esibizione
di altre attrezzature mirabolanti per accaparrarsi per sempre il
cliente neofita. Atteggiamenti diversi del venditore, secondo me,
dipendono dall' approccio dell' acquirente che fa il saputello ,
sprova, fa capire che fa perdere tempo.

pino.xman

03/04/2015 18:34:34

0

Il giorno venerdì 3 aprile 2015 17:17:03 UTC+2, paoloc ha scritto:
> On Fri, 3 Apr 2015 02:15:42 -0700 (PDT), pino xman
> <pino.xman@gmail.com> wrote:
>
>
> >
> >Entro, persona sufficientemente cordiale mi accoglie mi descrive
> >piu o meno frettolosamente la bici - probabilmente per lui 1000 euro
> >sono incassi trascurabili - quindi veniamo al punto per me fondamentale:
> >che non c lo sconto ma la taglia, io calcolata ho la
> >taglia x ma che piu x non si pun, il venditore cosa fa : 'Guarda questa c
> >y (1 in piu) ma su questo genere di bici spesso si compra la taglia in piu.
> >Ovviamente lui in negozio ha la y disponibile.
> >Poi mi ha raccontato altre palle piu o meno piccole.
>
> Quando leggo di esperienze del genere, rimango un po' perplesso.
Sono cose che capitano, imoh .

> A mio parere l' acquirente di questo settore, o e' convinto , a torto
> o a ragione, di cio' che vuole e non c'e' venditore che tenga, o si
> mette nelle mani del venditore ritenuto professionista.
Io rientravo nel primo caso, volevo vedere un preciso modello.

>Questi, come
> minimo fa sfoggio di attrezzatuta per rilevare misure, ed esibizione
> di altre attrezzature mirabolanti per accaparrarsi per sempre il
> cliente neofita.
Niente di tutto questo, mi ha fatto salire sulla bici
e mi ha detto che il dislivello sella manubrio andava
bene e che con le punte toccavo.
Quando ho fatto notare che non è la mia taglia ha
ribattuto che quel tipo di bici spesso si compra più grande.

>Atteggiamenti diversi del venditore, secondo me,
> dipendono dall' approccio dell' acquirente che fa il saputello ,
Bah, ho detto subito che non ho mai avuto una bici da corsa e
volevo capirci qualcosa.

> sprova,
beh per forza.

>fa capire che fa perdere tempo.
Ecco questo si, gia' al telefono ho dichiarato
di essere interessato alla visione della bici,
cominciavo a guardare in giro.

Io credo semplicemente che ha provato a vendere
quello che ha in casa, tanto non mi aveva mai
visto.
Ha sperato nell'acquisto compulsivo ...

Ciao