[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.torino

Lo stato confusionale di Mazzarri (thread per movimentare

david addison (via google)

02/12/2019 16:27:25

Non c'è forum, articolo o tweet in cui non si citi lo stato confusionale di Mazzarri, spesso preceduto dagli aggettivi evidente e palese.

Ora non è per difendere il mister ma se dovessi dire non è che le prove a carico mi paiano ponderosissime.
Che puntare su Lyanco prima e Bremer ora denoti un evidente stato confusionale mi pare eccessivo.
Idem il fatto di non considerare Millico il salvatore della patria e lanciarlo nella mischia.
A centrocampo cè poco da essere in confusione, dovendo ogni domenica scegliere semplicemente quello da tenere fuori.
In confusione perché panchina Zaza senza appello? Dai su.
Il fatto che poi nella difficoltà si aggrappi al suo modulo totem mi pare normalissimo.
Giochiamo male?
Perché? nel girone di ritorno da quarto posto giocavamo bene?

Insomma, se volete convincermi che Mazz è in confusione dovete fare di meglio.
Iniziando ad esempio dal record di cartellini gialli.
QUello sì ...

9 Risposte

bianco.stefano

03/12/2019 10:17:46

0

Il giorno lunedì 2 dicembre 2019 17:27:26 UTC+1, david addison (via google) ha scritto:
> Non c'è forum, articolo o tweet in cui non si citi lo stato confusionale di Mazzarri, spesso preceduto dagli aggettivi evidente e palese.
>
> Ora non è per difendere il mister ma se dovessi dire non è che le prove a carico mi paiano ponderosissime.
> Che puntare su Lyanco prima e Bremer ora denoti un evidente stato confusionale mi pare eccessivo.
> Idem il fatto di non considerare Millico il salvatore della patria e lanciarlo nella mischia.
> A centrocampo cè poco da essere in confusione, dovendo ogni domenica scegliere semplicemente quello da tenere fuori.
> In confusione perché panchina Zaza senza appello? Dai su.
> Il fatto che poi nella difficoltà si aggrappi al suo modulo totem mi pare normalissimo.
> Giochiamo male?
> Perché? nel girone di ritorno da quarto posto giocavamo bene?
>
> Insomma, se volete convincermi che Mazz è in confusione dovete fare di meglio.
> Iniziando ad esempio dal record di cartellini gialli.
> QUello sì ...

Io sono d'accordo, anche secondo me Mazzarri non è in confusione. Il Toro attuale ha due classi di problemi, una relativa alla fase difensiva e una alla fase offensiva. Per la fase difensiva si vede che sta lavorando, fa cose diverse, non so se funzioneranno ma mi sembra ci siano idee (a me questo scivolamento verso la difesa a 4 con un centrale che va verso la fascia non dispiace, sia quando l'ha fatto con Izzo che quando l'ha fatto con Bremer. E come ha scritto Dave, potrebbe essere un'ipotesi di ruolo futuro per Bremer stesso, che migliora ma qualche volta a partita si appisola, sempre). La fase offensiva preoccupa, ma preoccupava anche l'anno scorso. Lasciare fuori Zaza mi sembra una scelta con delle radici solide (con l'Inter non si può dire che Zaza sia stato l'unico problema della squadra, ma va detto che in 80 minuti non ha tenuto un pallone che è uno), ma non vedo comunque schemi offensivi all'orizzonte. Non c'è confusione, c'è calma piatta, nessun cambiamento, lo stesso piano gara che l'anno scorso ha funzionato spesso e quest'anno funziona meno.
Secondo me è chiaro che non si fida di una squadra con Belotti + 2 attaccanti esterni (da scegliere tra Verdi, Berenguer, Falque -parlandone da vivo-, Millico, con in panca Parigini e Edera), con dietro 2 centrocampisti. Preferisce mettere un centrocampista un po' più avanti a fare il torello tra i difensori centrali, sperando che salti fuori qualche palla recuperata potenzialmente pericolosa. Un po' poco. E su questo, non è che faccia confusione, è proprio che non ci sente, ritiene che con i nostri giocatori provare a giocare a calcio non sia cosa. Magari ha anche ragione, ma non mi convince, mi piacerebbe veder provare, tanto non è che ci siano grossi obiettivi (ce ne dobbiamo fare una ragione, ancora una volta), si potrebbe anche sperimentare un po'. Insomma, con tutti i limiti (che vedo), non sono sicuro che Mazzarri stia tirando fuori il meglio possibile da quella rosa lì.

alfredo.bodoira

03/12/2019 10:23:11

0

Il giorno lunedì 2 dicembre 2019 17:27:26 UTC+1, david addison (via google) ha scritto:
> Non c'è forum, articolo o tweet in cui non si citi lo stato confusionale di Mazzarri, spesso preceduto dagli aggettivi evidente e palese.
>
> Ora non è per difendere il mister ma se dovessi dire non è che le prove a carico mi paiano ponderosissime.
> Che puntare su Lyanco prima e Bremer ora denoti un evidente stato confusionale mi pare eccessivo.

La domanda è perchè Djidji è uscito dal radar e Bonifazi non c'è entrato mai?

> Idem il fatto di non considerare Millico il salvatore della patria e lanciarlo nella mischia.

Il fatto che giochi in una zona di campo dove transita Verdi secondo me c'entra.

> A centrocampo cè poco da essere in confusione, dovendo ogni domenica scegliere semplicemente quello da tenere fuori.
> In confusione perché panchina Zaza senza appello? Dai su.

Be', se ci sono volute 50 partite di campionato, forse si può parlare di illuminazione adesso, ma di gran confusione prima.

> Il fatto che poi nella difficoltà si aggrappi al suo modulo totem mi pare normalissimo.
> Giochiamo male?
> Perché? nel girone di ritorno da quarto posto giocavamo bene?
>
> Insomma, se volete convincermi che Mazz è in confusione dovete fare di meglio.
> Iniziando ad esempio dal record di cartellini gialli.
> QUello sì ...

Be', è normale che quando si inserisce una nuova specialità, chi ha più talento naturale si intesta i primi record.

Invece volete sapere una cosa, se questa statistica non è farlocca, il Torino di Mazzarri è la squadra più corretta della serie A.

https://www.transfermarkt.it/serie-a/fairnesstabelle/wettbewerb/IT1/plus/?sais...

Nelle due stagioni precedenti stazionavamo all'ottavo posto (pensavo più su), quest'anno al ventesimo! Mi sembra un parametro rivelatore, molto più dell'ipotetica confusione di Mazzarri.

alfredo.bodoira

03/12/2019 10:37:54

0

Il giorno martedì 3 dicembre 2019 11:17:47 UTC+1, bianco...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno lunedì 2 dicembre 2019 17:27:26 UTC+1, david addison (via google) ha scritto:
> > Non c'è forum, articolo o tweet in cui non si citi lo stato confusionale di Mazzarri, spesso preceduto dagli aggettivi evidente e palese.
> >
> > Ora non è per difendere il mister ma se dovessi dire non è che le prove a carico mi paiano ponderosissime.
> > Che puntare su Lyanco prima e Bremer ora denoti un evidente stato confusionale mi pare eccessivo.
> > Idem il fatto di non considerare Millico il salvatore della patria e lanciarlo nella mischia.
> > A centrocampo cè poco da essere in confusione, dovendo ogni domenica scegliere semplicemente quello da tenere fuori.
> > In confusione perché panchina Zaza senza appello? Dai su.
> > Il fatto che poi nella difficoltà si aggrappi al suo modulo totem mi pare normalissimo.
> > Giochiamo male?
> > Perché? nel girone di ritorno da quarto posto giocavamo bene?
> >
> > Insomma, se volete convincermi che Mazz è in confusione dovete fare di meglio.
> > Iniziando ad esempio dal record di cartellini gialli.
> > QUello sì ...
>
> Io sono d'accordo, anche secondo me Mazzarri non è in confusione. Il Toro attuale ha due classi di problemi, una relativa alla fase difensiva e una alla fase offensiva. Per la fase difensiva si vede che sta lavorando, fa cose diverse, non so se funzioneranno ma mi sembra ci siano idee (a me questo scivolamento verso la difesa a 4 con un centrale che va verso la fascia non dispiace, sia quando l'ha fatto con Izzo che quando l'ha fatto con Bremer. E come ha scritto Dave, potrebbe essere un'ipotesi di ruolo futuro per Bremer stesso, che migliora ma qualche volta a partita si appisola, sempre). La fase offensiva preoccupa, ma preoccupava anche l'anno scorso. Lasciare fuori Zaza mi sembra una scelta con delle radici solide (con l'Inter non si può dire che Zaza sia stato l'unico problema della squadra, ma va detto che in 80 minuti non ha tenuto un pallone che è uno), ma non vedo comunque schemi offensivi all'orizzonte. Non c'è confusione, c'è calma piatta, nessun cambiamento, lo stesso piano gara che l'anno scorso ha funzionato spesso e quest'anno funziona meno.
> Secondo me è chiaro che non si fida di una squadra con Belotti + 2 attaccanti esterni (da scegliere tra Verdi, Berenguer, Falque -parlandone da vivo-, Millico, con in panca Parigini e Edera), con dietro 2 centrocampisti. Preferisce mettere un centrocampista un po' più avanti a fare il torello tra i difensori centrali, sperando che salti fuori qualche palla recuperata potenzialmente pericolosa. Un po' poco. E su questo, non è che faccia confusione, è proprio che non ci sente, ritiene che con i nostri giocatori provare a giocare a calcio non sia cosa. Magari ha anche ragione, ma non mi convince, mi piacerebbe veder provare, tanto non è che ci siano grossi obiettivi (ce ne dobbiamo fare una ragione, ancora una volta), si potrebbe anche sperimentare un po'. Insomma, con tutti i limiti (che vedo), non sono sicuro che Mazzarri stia tirando fuori il meglio possibile da quella rosa lì.

A me pare che siamo dentro una sliding Tor. Come l'anno scorso, all'inizio del girone di ritorno, non giocavamo a calcio e sembrava che non potessimo tenere un passo decente in campionato. Contro le previsioni, la tecnica neolitica delle palle recuperate ha prodotto risultati. Ora il calendario da qui alla fine del girone ha tutta una serie di partite medie, che potrebbero riportarci nella coda del gruppone EL, non proprio a pari, ma qualche punto dietro. E' da vedere se il rientro di Belotti e l'effetto psicologico della giubilazione di Zaza producono una reazione, perchè a quanto pare, giocando da mozzarelle come dice la classifica delle ammonizioni, non siamo ancora completamente fuori.
IMHO se riusciamo a sprofondare la Viola, forse a Natale arriviamo meno amareggiati di quanto siamo adesso.

Perchè io sabato dopo la fine del primo tempo ho finito il bottiglione di Maalox gran riserva e non ho molto voglia di comprarne altro.

bianco.stefano

03/12/2019 11:07:43

0


>
> A me pare che siamo dentro una sliding Tor. Come l'anno scorso, all'inizio del girone di ritorno, non giocavamo a calcio e sembrava che non potessimo tenere un passo decente in campionato. Contro le previsioni, la tecnica neolitica delle palle recuperate ha prodotto risultati. Ora il calendario da qui alla fine del girone ha tutta una serie di partite medie, che potrebbero riportarci nella coda del gruppone EL, non proprio a pari, ma qualche punto dietro. E' da vedere se il rientro di Belotti e l'effetto psicologico della giubilazione di Zaza producono una reazione, perchè a quanto pare, giocando da mozzarelle come dice la classifica delle ammonizioni, non siamo ancora completamente fuori.
> IMHO se riusciamo a sprofondare la Viola, forse a Natale arriviamo meno amareggiati di quanto siamo adesso.
>
> Perchè io sabato dopo la fine del primo tempo ho finito il bottiglione di Maalox gran riserva e non ho molto voglia di comprarne altro.

Io spero tanto che tu abbia ragione, ma la mia sensazione è che non ripeteremo l'anno scorso. Un po' perché, giocando sempre alla stessa maniera, gli avversari le contromisure te le disegnano addosso, e alla lunga sei meno efficace. Un po' perché tutta l'aria che gira intorno alla squadra non sembra la stessa, i musi lunghi o lunghetti ci sono (Gigi non sarà contento, Bonifazi figuriamoci, e Laxalt vorrà giocare titolare, Parigini Edera Millico devono chiamare Buongiorno per giocare a scopone, e poi Zaza, e non credo che NKL abbia dimenticato tutto). L'atmosfera allo stadio non è proprio piacevole, forse si pensa che ai giocatori faccia piacere/faccia bene sentire mugugni al primo errore, ma Berenguer a Brescia lo abbiamo visto, e Meitè e Aina non credo farebbero cose diverse (ma tanto non segnano mai, quindi ci teniamo la curiosità). E Baselli che esce e borbotta a Genova a sua volta vuol dire. L'allenatore non sembra avere grande futuro, la società sappiamo bene, un DS non c'è...vedo troppi ostacoli alla crescita tipo l'anno scorso, anche se arrivassimo a Natale con una classifica migliore (questo sì, può succedere). Spero di sbagliarmi.

david addison (via google)

03/12/2019 11:30:14

0

Il giorno martedì 3 dicembre 2019 11:23:12 UTC+1, Alfredo Bodoira ha scritto:
> Il giorno lunedì 2 dicembre 2019 17:27:26 UTC+1, david addison (via google) ha scritto:


> La domanda è perchè Djidji è uscito dal radar e Bonifazi non c'è entrato mai?

Mia interpretazione.
Maz vuole/deve tirar fuori plusvalenze quindi Djidji è per lui il piano B.
Bonifazi con l'Atalanta giocò (segnando) poi l'infortunio e lì sappiamo che Maz è lento a rivedere i rating.
Poi può anche essere che come sostiene la vulgata lui e Kevin non si piglino.


> > In confusione perché panchina Zaza senza appello? Dai su.
>
> Be', se ci sono volute 50 partite di campionato, forse si può parlare di illuminazione adesso, ma di gran confusione prima.

O (di nuovo) di reiterati tentativi di valorizzare il capitale, prima di comunicare al boss la probabile minusvalenza.


Idee mie eh

david addison (via google)

03/12/2019 11:34:10

0

Il giorno martedì 3 dicembre 2019 11:17:47 UTC+1, bianco...@gmail.com ha scritto:

> Io sono d'accordo, anche secondo me Mazzarri non è in confusione. Il Toro attuale ha due classi di problemi, una relativa alla fase difensiva e una alla fase offensiva. Per la fase difensiva si vede che sta lavorando, fa cose diverse, non so se funzioneranno ma mi sembra ci siano idee (a me questo scivolamento verso la difesa a 4 con un centrale che va verso la fascia non dispiace, sia quando l'ha fatto con Izzo che quando l'ha fatto con Bremer. E come ha scritto Dave, potrebbe essere un'ipotesi di ruolo futuro per Bremer stesso, che migliora ma qualche volta a partita si appisola, sempre). La fase offensiva preoccupa, ma preoccupava anche l'anno scorso. Lasciare fuori Zaza mi sembra una scelta con delle radici solide (con l'Inter non si può dire che Zaza sia stato l'unico problema della squadra, ma va detto che in 80 minuti non ha tenuto un pallone che è uno), ma non vedo comunque schemi offensivi all'orizzonte. Non c'è confusione, c'è calma piatta, nessun cambiamento, lo stesso piano gara che l'anno scorso ha funzionato spesso e quest'anno funziona meno.
> Secondo me è chiaro che non si fida di una squadra con Belotti + 2 attaccanti esterni (da scegliere tra Verdi, Berenguer, Falque -parlandone da vivo-, Millico, con in panca Parigini e Edera), con dietro 2 centrocampisti. Preferisce mettere un centrocampista un po' più avanti a fare il torello tra i difensori centrali, sperando che salti fuori qualche palla recuperata potenzialmente pericolosa. Un po' poco. E su questo, non è che faccia confusione, è proprio che non ci sente, ritiene che con i nostri giocatori provare a giocare a calcio non sia cosa. Magari ha anche ragione, ma non mi convince, mi piacerebbe veder provare, tanto non è che ci siano grossi obiettivi (ce ne dobbiamo fare una ragione, ancora una volta), si potrebbe anche sperimentare un po'. Insomma, con tutti i limiti (che vedo), non sono sicuro che Mazzarri stia tirando fuori il meglio possibile da quella rosa lì.


Questa è un'analisi già molto più condivisibile.
Peraltro trovo che si sottostimi sempre molto il peso dell'assenza di Iago.
Presente eccome nel miracoloso girone di ritorno dello scorso anno.
Dopodichè secondo me attualmente Maz non fa sperimentazione perché terrorizzato dal trovarsi invischiato nella lotta salvezza (dagli torto; avessimo perso a Genova ...).
Voglio vederlo a marzo, a obiettivi sfumati.
Se ce lo fanno arrivare.

bianco.stefano

03/12/2019 12:15:00

0


>
>
> Questa è un'analisi già molto più condivisibile.
> Peraltro trovo che si sottostimi sempre molto il peso dell'assenza di Iago.

Vero. Però Iago seconda punta non ha mai funzionato al 100%, e ha reso perché Iago è uno bravo e soprattutto è uno intelligente, che sa cogliere le sfumature delle partite. Ciò non toglie che il 3-5-2 con Iago e Belotti davanti non ha mai convinto, e infatti la strategia estiva (if any...) sembrava essere Belotti con Iago e Verdi larghi ai lati. Quello che poi però Mazzarri non ha mai messo in campo (se non a ferragosto con i dopolavoristi ungheresi), forse perché Iago e Verdi assieme non li ha mai avuti, ma forse anche perché ha paura di perdere troppo in rugbyismo.

> Presente eccome nel miracoloso girone di ritorno dello scorso anno.
> Dopodichè secondo me attualmente Maz non fa sperimentazione perché terrorizzato dal trovarsi invischiato nella lotta salvezza (dagli torto; avessimo perso a Genova ...).

Vero, verissimo

> Voglio vederlo a marzo, a obiettivi sfumati.
> Se ce lo fanno arrivare.

Per quanto, come scritto, il suo lavoro mi lasci tanti dubbi, spero che ci arrivi, vuol dire che non siamo naufragati del tutto. Poi l'anno prossimo cambieremo, ma dobbiamo prendere un DS, prima.

david addison (via google)

03/12/2019 13:45:06

0

Il giorno martedì 3 dicembre 2019 13:15:01 UTC+1, bianco...@gmail.com ha scritto:
> >
> >
> > Questa è un'analisi già molto più condivisibile.
> > Peraltro trovo che si sottostimi sempre molto il peso dell'assenza di Iago.
>
> Vero. Però Iago seconda punta non ha mai funzionato al 100%, e ha reso perché Iago è uno bravo e soprattutto è uno intelligente, che sa cogliere le sfumature delle partite.

Verissimo.
Sono andato a riguardare il fatturato del girone di ritorno scorso e parliamo di 4 gol e 1 assist.
Non granché, ma comunque avrebbero fatto comodo.

Tant'è che il mister in stato confusionale sta dando minuti a Berenguer, che con tutti i suoi limiti, ha 3 gol in 7 partite.

Alfredo Bodoira

03/12/2019 15:12:54

0

Il giorno martedì 3 dicembre 2019 15:57:29 UTC+1, nyhobbit ha scritto:
> On Tuesday, December 3, 2019 at 2:45:08 PM UTC+1, david addison (via google) wrote:

> Il suo ritorno POTREBBE contribuire a svoltare, a meno che sia, come ho sentito sussurrare, uno scazzato pure lui (ma probabilmente e` un rumor)
>
> >
Probabilmente hai confuso 'Iago è scassato' con 'Iago è scazzato'..

Quest'anno Iago ha già saltato 12 partite, l'anno scorso ne aveva saltate in tutto 12, che non sono poche comunque. Risulta che si tratti sempre di infortuni diversi, caviglia prima e coscia poi quest'anno, ginocchio l'anno scorso, però c'è almeno da drizzare le orecchie, la sua storia infortuni fino a due anni fa era molto più esigua.

Dopodichè, Verdi è stato preso per fare quello che Iago non è in grado di fare, quindi ante infortuni tutti lo aspettavano come 'scazzato'