[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.politica

Gesu' nei documenti non cristiani

massivan

30/11/2019 18:34:58

Quando fotografai diverse chiese rupestri in Kappadicia, in una
"sacra famiglia" trovai dipinti, vicino al bue e all'asinello,
quattro personaggi dotati di aureola, quindi "santi"; Giuseppe,
Maria e due figlioletti di età differente. Allora, per via della
censura non sapevo di Giacomo, il fratello minore, lapidato
prima della crocefissione di Kristos.

Ovviamente andava censurato per sostenere l'immacolata concezione
causata dallo "spirito santo", ma, la seconda volta, per Giacomo
dovrebbe essere stato Giuseppe.

Comunque in S.Giovenn in Lateramo esiste un statua di
Giacomo.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Jacobus_Major_San_Giovanni_in_Laterano_2006-09-07.jpg/394px-Jacobus_Major_San_Giovanni_in_Laterano_2006...

-------------------------------------------------------------------

See more:

http://www.storiain.net/storia/la-storicita-di-gesu-nei-documenti-non-...

La cronaca di Giuseppe Flavio

Giuseppe Flavio (37 circa-100 circa) fu uno scrittore e storico di
origine ebraica.[24] Delegato del sinedrio e governatore della Galilea,
divenne consigliere dellâ??imperatore Vespasiano (Tito Flavio, 9-79
d.C.)[25] e di suo figlio Tito (Flavio Vespasiano, 39-81)[26]. Nelle sue
Antichità giudaiche, cita anche Gesù e i cristiani. In un passo descrive
la lapidazione dellâ??apostolo Giacomo, che era a capo della comunità
cristiana di Gerusalemme, avvenuta nel 62, e presentata come un atto
sconsiderato del sommo sacerdote nei confronti di un uomo virtuoso:
â??Anano (â?¦) convocò il sinedrio a giudizio e vi condusse il fratello di
Gesù, detto il Cristo, di nome Giacomo, e alcuni altri, accusandoli di
trasgressione della legge e condannandoli alla lapidazione�.[27]
Questa descrizione è in sintonìa con quella riportata dallâ??apostolo
Paolo nella lettera ai Galati (1,19), dove egli fa riferimento a
â??Giacomo, il fratello del Signoreâ?. In un altro passo, lo storico indica
la figura di Giovanni il Battista.[28]

Câ??è poi un capitolo della stessa opera, conosciuto come Testimonium
Flavianum. Nel 1971, il professor Shlomo Pinés (1908-1990)[29],
dellâ??università ebraica di Gerusalemme, pubblicò la traduzione di una
diversa versione del Testimonium, come citato in un manoscritto arabo
del X secolo. Il brano compare ne Il libro del Titolo dello storico
arabo-cristiano Agapio (morto nel 941). Agapio fu anche vescovo melchita
di Hierapolis (in Frigia, Asia Minore). Agapio riporta solo in modo
approssimativo il titolo dellâ??opera di Giuseppe, e afferma che il suo
lavoro è basato su una cronaca più antica, scritta in siriaco da Teofilo
di Edessa (morto nel 785), andata persa. Ã? un testo migliore di quello
greco tramandato fino a quel momento, perché non si individuano
possibili interpolazioni. Si riporta qui di seguito il passo.

â??Similmente dice Giuseppe lâ??ebreo, poiché egli racconta nei trattati che
ha scritto sul governo dei Giudei: â??Ci fu verso quel tempo un uomo
saggio che era chiamato Gesù, che dimostrava una buona condotta di vita
ed era considerato virtuoso, e aveva come allievi molta gente dei Giudei
e degli altri popoli. Pilato lo condannò alla crocifissione e alla
morte, ma coloro che erano stati suoi discepoli non rinunciarono alla
sua dottrina e raccontarono che egli era loro apparso tre giorni dopo la
crocifissione ed era vivo, ed era probabilmente il Cristo del quale i
profeti hanno detto meraviglieâ?? â?.[30]

3 Risposte

eastaldi

01/12/2019 18:18:33

0

On Saturday, November 30, 2019 at 7:35:00 PM UTC+1, massivan wrote:
> Quando fotografai diverse chiese rupestri in Kappadicia, in una
> "sacra famiglia" trovai dipinti, vicino al bue e all'asinello,
> quattro personaggi dotati di aureola, quindi "santi"; Giuseppe,
> Maria e due figlioletti di età differente. Allora, per via della
> censura non sapevo di Giacomo, il fratello minore, lapidato
> prima della crocefissione di Kristos.

Anche nei Vangeli c'è un passo in cui si dice che i fratelli di Gesù si lamentavano di lui perchè non era mai a bottega, ma si suppose che fossero NATI DOPO Gesù.

e

Alberto Franceschini

01/12/2019 20:26:24

0

Il giorno sabato 30 novembre 2019 19:35:00 UTC+1, massivan ha scritto:
> Quando fotografai diverse chiese rupestri in Kappadicia, in una
> "sacra famiglia" trovai dipinti, vicino al bue e all'asinello,
> quattro personaggi dotati di aureola, quindi "santi"; Giuseppe,
> Maria e due figlioletti di età differente. Allora, per via della
> censura non sapevo di Giacomo, il fratello minore, lapidato
> prima della crocefissione di Kristos.
>
> Ovviamente andava censurato per sostenere l'immacolata concezione
> causata dallo "spirito santo", ma, la seconda volta, per Giacomo
> dovrebbe essere stato Giuseppe.
>
> Comunque in S.Giovenn in Lateramo esiste un statua di
> Giacomo.
>
> https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/Jacobus_Major_San_Giovanni_in_Laterano_2006-09-07.jpg/394px-Jacobus_Major_San_Giovanni_in_Laterano_2006...
>
> -------------------------------------------------------------------
>
> See more:
>
> http://www.storiain.net/storia/la-storicita-di-gesu-nei-documenti-non-...
>
> La cronaca di Giuseppe Flavio
>
> Giuseppe Flavio (37 circa-100 circa) fu uno scrittore e storico di
> origine ebraica.[24] Delegato del sinedrio e governatore della Galilea,
> divenne consigliere dell’imperatore Vespasiano (Tito Flavio, 9-79
> d.C.)[25] e di suo figlio Tito (Flavio Vespasiano, 39-81)[26]. Nelle sue
> Antichità giudaiche, cita anche Gesù e i cristiani. In un passo descrive
> la lapidazione dell’apostolo Giacomo, che era a capo della comunità
> cristiana di Gerusalemme, avvenuta nel 62, e presentata come un atto
> sconsiderato del sommo sacerdote nei confronti di un uomo virtuoso:
> “Anano (…) convocò il sinedrio a giudizio e vi condusse il fratello di
> Gesù, detto il Cristo, di nome Giacomo, e alcuni altri, accusandoli di
> trasgressione della legge e condannandoli alla lapidazione”.[27]
> Questa descrizione è in sintonìa con quella riportata dall’apostolo
> Paolo nella lettera ai Galati (1,19), dove egli fa riferimento a
> “Giacomo, il fratello del Signore”. In un altro passo, lo storico indica
> la figura di Giovanni il Battista.[28]
>
> C’è poi un capitolo della stessa opera, conosciuto come Testimonium
> Flavianum. Nel 1971, il professor Shlomo Pinés (1908-1990)[29],
> dell’università ebraica di Gerusalemme, pubblicò la traduzione di una
> diversa versione del Testimonium, come citato in un manoscritto arabo
> del X secolo. Il brano compare ne Il libro del Titolo dello storico
> arabo-cristiano Agapio (morto nel 941). Agapio fu anche vescovo melchita
> di Hierapolis (in Frigia, Asia Minore). Agapio riporta solo in modo
> approssimativo il titolo dell’opera di Giuseppe, e afferma che il suo
> lavoro è basato su una cronaca più antica, scritta in siriaco da Teofilo
> di Edessa (morto nel 785), andata persa. È un testo migliore di quello
> greco tramandato fino a quel momento, perché non si individuano
> possibili interpolazioni. Si riporta qui di seguito il passo.
>
> “Similmente dice Giuseppe l’ebreo, poiché egli racconta nei trattati che
> ha scritto sul governo dei Giudei: ‘Ci fu verso quel tempo un uomo
> saggio che era chiamato Gesù, che dimostrava una buona condotta di vita
> ed era considerato virtuoso, e aveva come allievi molta gente dei Giudei
> e degli altri popoli. Pilato lo condannò alla crocifissione e alla
> morte, ma coloro che erano stati suoi discepoli non rinunciarono alla
> sua dottrina e raccontarono che egli era loro apparso tre giorni dopo la
> crocifissione ed era vivo, ed era probabilmente il Cristo del quale i
> profeti hanno detto meraviglie’ ”.[30]

Io ne so un'altra, dove Gesu' era figlio di Maria e di un centurione romano, Pantera.

La ho saputa a Efeso, dove c'e' la tomba della madonna.
Era andata a Efeso, con altri apostoli e seguaci.
Aveva preso un 737 della Turkish.

Momo Achille Mei

01/12/2019 20:55:39

0

On Monday, December 2, 2019 at 9:26:27 AM UTC+13, Alberto Crei wrote:


> Io ne so un'altra, dove Gesu' era figlio di Maria e di un centurione romano, Pantera.

Marco 6,3
Non è costui il carpentiere, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non stanno qui da noi?

http://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=Mc6,3;Mt13,55-57;Giuda1,1&form...