[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.politica

La fregatura del MES o Fondo Salva Stati

vociferus

30/11/2019 00:34:47


MES o Fondo salva Stati, chiamatelo come vi pare, ma per l?Italia oggi
come oggi ha solo il significato di una solenne fregatura. Purtroppo,
però, non abbiamo un governo che ci difende

Il MES entra in vigore nel settembre del 2012, anticipando di circa un
anno per colpa dell?aggravarsi della crisi dei debiti pubblici, e porta
al superamento di altri due fondi creati in precedenza allo stesso scopo
(EFSF ed EFSM). Subito dopo il suo esordio, però, il MES viene
temporaneamente sospeso in attesa che la corte costituzionale tedesca
decida se l?istituzione si accorda o meno con il proprio ordinamento.
L?okay arriva in seguito purché, come pretende la Germania, vengano
applicate alcune limitazioni che lo accordino col sistema
costituzionale tedesco ? e basterebbe anche solo questo per porsi non
poche domande circa il valore di questa istituzione per gli altri stati
europei ?.

A cosa dovrebbe servire il MES? Come il Fondo europeo di stabilità
finanziaria e il Meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria nati
per salvare dall?insolvenza Irlanda e Portogallo, il MES ha il compito
di aiutare i paesi che si trovano in difficoltà economica che, detto
così, fa apparire questa organizzazione intergovernativa qualcosa tra il
Piano Marshall e la Lampada di Aldino. Purtroppo, non è né l?uno né
l?altra.

Tornando a essere seri, il MES serve a mettere in comune il denaro di
tutti gli stati membri e a utilizzarlo nel caso in cui uno di essi si
trovi in difficoltà, soprattutto perché condividendo la stessa moneta, i
problemi di uno stato potrebbero facilmente travolgerne altri. Il MES
ha una dotazione di 80 miliardi di euro, pagati in maniera proporzionale
alla capacità economica dei paesi dell?eurozona ma, volendo emettere
titoli con la garanzia degli stati partecipanti, il MES può raccogliere
sui mercati finanziari la faraonica cifra di 700 miliardi di euro.
Tutto denaro che può essere prestato a stati eventualmente in
difficoltà, ma attenzione ci sono delle condizioni da rispettare per
accedere agli aiuti, e sono condizioni pesantissime.

Primo tra tutti, per ottenere l?aiuto, lo stato in difficoltà deve
accettare un piano di riforme la cui applicazione verrà sorvegliata
dalla ?Troika?, il ?famigerato? comitato costituito da Commissione
Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale. Ovvio
che il ?piano di riforme? si sintetizza in una marea di tagli dovunque
sia possibile farne, nel 98% dei casi a carico delle classi meno
abbienti, visto che si va a toccare la spesa pubblica, quindi
automaticamente la spesa sociale, vedi le pensioni. Inoltre, si va ad
operare su privatizzazioni, liberalizzazioni e ampia flessibilità
del lavoro, cosa che porta inevitabilmente a un maggior precariato.

Un esempio drammatico di come agiscano la Troika nel riequilibrio dei
conti pubblici ce lo mostra la Grecia, dove dopo il trattamento MES la
povertà la fa da padrone, con una nazione ridotta ai minimi termini che,
per essere ?salvata? ha dovuto pagare 1,34 miliardi di interessi agli
investitori tedeschi sui prestiti erogati. Per non parlare di una
nazione letteralmente svenduta a pezzi, con migliaia di monumenti e
siti archeologici affidati al TAIPED, Fondo per la Valorizzazione del
Patrimonio Privato dello Stato, incaricato di privatizzare i beni
pubblici greci, imposto e reso operativo dagli istituti bancari
ellenici, nell?ambito di quel piano di salvataggio del Paese che impone
la vendita all?asta di tutti gli attivi pubblici. I risultati
dell?austerity pretesa dalla Troika dicono che i senzatetto sono
aumentati del 200%, passando da 11mila a 40mila. I reati sono aumentati,
in particolari quelli connessi alla povertà come il furto di energia
elettrica. Il sistema sanitario e quello dell?istruzione sono sotto
finanziati e sono aumentate le malattie psichiche (depressione, stress,
insicurezza). Particolarmente allarmante è il numero dei suicidi: questi
sono aumentati del 40% nel giro di 5 anni. Naturalmente c?è un crollo
della natalità ed è aumentato il tasso di mortalità. Tra le persone
tossicodipendenti sono aumentati i casi di HIV.

Tornando all?Italia, se davvero abbiamo aderito al MES senza che nemmeno
il parlamento sia stato avvertito, ma anzi con accordi non autorizzati
in Europa su cose diverse da quelle stabilite a Montecitorio, la
situazione in cui ci troveremmo sarebbe la seguente: circa 15 miliardi
da versare ogni anno al fondo salva stati per salvare le Banche tedesche
che potranno accedere al MES senza pagare dazio, a differenza
dell?Italia che, se si avvicinasse agli aiuti, riceverebbe lo stesso
trattamento della Grecia.

Certo, per gli eurocrati e per gli italiani che si vendono loro per una
poltrona, la Grecia è ora un paese normale, con il 34,8% di persone
considerate a rischio povertà, percentuale che salirà presto oltre il
50% perché tagli a pensioni e indennizzi continueranno anche nei
prossimi anni. Il fatto che i greci stiano praticamente morendo di fame,
poco importa. Liberi dalla schiavitù del debito e dallo stato sociale.
I creditori soddisfatti del loro buon diritto.

E morirono tutti, felici e contenti.

https://www.lavocedelpatriota.it/la-fregatura-del-mes-o-fondo-sa...