[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.arti.cinema

replicatore di materia a matrice molecolare

pandora

09/10/2019 14:40:13

definizione ufficiale dell'affare che produce cibo sulla USS Enterprise

ad oggi pare che abbiano fatto una bistecca in orbita
saluti ai bovini

24 Risposte

tonto

09/10/2019 16:59:24

0


"lzy" <pan25712@gmail.com> wrote in message
news:3fa5a9bf-e59e-4be2-b393-b9c84ff85fb8@googlegroups.com...
> definizione ufficiale dell'affare che produce cibo sulla USS Enterprise
>
> ad oggi pare che abbiano fatto una bistecca in orbita
> saluti ai bovini

C'era un racconto di Asimov in cui un anziano rinchiuso in un ospizio
spaziale si rifiutava di mangiare perchè diceva che il cibo era ricavato dal
cadavere della moglie appena morta.
Forse aveva notato la differenza rispetto al solito pasto ricavato dalla
riconversione molecolare dei rifiuti organici!


Franz aRTiglio

09/10/2019 18:29:34

0

Dopo dura riflessione, tonto ha scritto :
> "lzy" <pan25712@gmail.com> wrote in message
> news:3fa5a9bf-e59e-4be2-b393-b9c84ff85fb8@googlegroups.com...
>> definizione ufficiale dell'affare che produce cibo sulla USS Enterprise
>>
>> ad oggi pare che abbiano fatto una bistecca in orbita
>> saluti ai bovini
>
> C'era un racconto di Asimov in cui un anziano rinchiuso in un ospizio
> spaziale si rifiutava di mangiare perchè diceva che il cibo era ricavato dal
> cadavere della moglie appena morta.

.... di asimov ?

> Forse aveva notato la differenza rispetto al solito pasto ricavato dalla
> riconversione molecolare dei rifiuti organici!

forse ricordi male: NON conosco il racconto di cui parli ma non credo
sia di asimov, forse era nell'ennesima "raccolta-trappola" con ISAAC
ASIMOV scritto in grande e "presenta" scritto in piccolo e poi in
ancora
piu piccolo ed in retrocopertina "questa raccolta di racconti di autori
vari che isaa asimov ha scelto..." di cui (se va bene) asimov aveva
scritto si e no mezza pagina di introduzione.

aliter

09/10/2019 18:52:43

0

On 9/10/2019 18:59:24 tonto wrote:
>"lzy" <pan25712@gmail.com> wrote in message
>news:3fa5a9bf-e59e-4be2-b393-b9c84ff85fb8@googlegroups.com...

>> definizione ufficiale dell'affare che produce cibo sulla USS Enterprise
>> ad oggi pare che abbiano fatto una bistecca in orbita
>> saluti ai bovini

>C'era un racconto di Asimov in cui un anziano rinchiuso in un ospizio
>spaziale si rifiutava di mangiare perchè diceva che il cibo era ricavato dal
>cadavere della moglie appena morta.
>Forse aveva notato la differenza rispetto al solito pasto ricavato dalla
>riconversione molecolare dei rifiuti organici!

Sul tema ricordo 2022 - I sopravvissuti, del '73, di Richard Fleischer,
con Edward Robinson e Charlton Heston uno piu' bravo dell'altro.

--
aliter

John Travolta Sardus

09/10/2019 22:42:58

0

On 09.10.19 20:29, Franz_aRTiglio wrote:

>
> forse ricordi male: NON conosco il racconto di cui parli ma non credo
> sia di asimov, forse era nell'ennesima "raccolta-trappola" con ISAAC
> ASIMOV scritto in grande e "presenta" scritto in piccolo e poi in ancora
> piu piccolo ed in retrocopertina "questa raccolta di racconti di autori
> vari che isaa asimov ha scelto..." di cui (se va bene) asimov aveva
> scritto si e no mezza pagina di introduzione.
>

Non so ovviamente a quali raccolte ti riferisci - detto questo, quelle
che ho letto io non erano raccolte-trappola, ma selezioni fatte
benissimo da Asimov, con introduzione a ciascun racconto scritta da lui
(vedo adesso che c'era anche un certo Greenbergg, che non so chi sia)..

Mi pare fossero "Le grandi storie della fantascienza"
(https://it.wikipedia.org/wiki/Le_grandi_storie_della_fa...) - mi
sembra possibile perche' guardando le liste riconosco alcuni dei titoli
(ad esempio Absalom, di Henry Kuttner e C. L. Moore, Il prigioniero nel
cranio - stessi autori, e Quietus, di Ross Rocklynne).

Franz aRTiglio

09/10/2019 23:30:00

0

JTS ha usato la sua tastiera per scrivere :
> On 09.10.19 20:29, Franz_aRTiglio wrote:
>
>>
>> forse ricordi male: NON conosco il racconto di cui parli ma non credo
>> sia di asimov, forse era nell'ennesima "raccolta-trappola" con ISAAC
>> ASIMOV scritto in grande e "presenta" scritto in piccolo e poi in ancora
>> piu piccolo ed in retrocopertina "questa raccolta di racconti di autori
>> vari che isaa asimov ha scelto..." di cui (se va bene) asimov aveva
>> scritto si e no mezza pagina di introduzione.
>
> Non so ovviamente a quali raccolte ti riferisci - detto questo, quelle che ho
> letto io non erano raccolte-trappola, ma selezioni fatte benissimo da Asimov,
> con introduzione a ciascun racconto scritta da lui (vedo adesso che c'era
> anche un certo Greenbergg, che non so chi sia)..

quando ventenne mi appassionai ad asimov mi capitò piu di una volta
(causa fretta) di comprare, ingenuamente, alle edicole delle stazioni
del treno delle edizioni economiche cellofanate, piu di una volta mi
successe che c'era UN racconto di asimov e il resto selezioni di
altri autori, c'era del buono ma spesso erano racconti mediocri o con
tematiche che a me non appassionano nello sco-fi ( battaglie e/o
pseudopolizieschi action o di ibridi umano/cyborg), ma visto che
erano tutti (se non ricordo male) tra i 4 e 8 milalire, una volta
spesi ben 25k per un cartonato, persi il treno per litigare con
l'edicolante che non voleva riprendersi il libro, pagato caro, con la
scusa che avevo rotto il cellophane: il libropacco di asimov aveva solo
una mezza paginetta di introduzione e che fosse "una raccolta di
racconti di altri autori" era scritto sulla copertina posteriore in
rosso e su fondo giallo da far invidia alla lista dei copyright su un
bluray:
<http://mrcovers.com/tim/blu/150dpi/RoninBlurayCoverBunnyDo...

pandora

10/10/2019 08:26:49

0

Il giorno mercoledì 9 ottobre 2019 19:00:14 UTC+2, tonto ha scritto:
>
> Forse aveva notato la differenza rispetto al solito pasto ricavato dalla
> riconversione molecolare dei rifiuti organici!

mucca mangia erba, latte beve umano
ma erba cresce su merda di vacca
e se scaviamo nel terreno troviamo solo
altra materia organica in decomposizione
il tutto innaffiato da piscio, cacche d'uccello e piogge acide

tutto sommato credo che il replicatore di star trek sia più igienico

John Travolta Sardus

10/10/2019 08:56:03

0

On 10.10.19 10:26, lzy wrote:
> Il giorno mercoledì 9 ottobre 2019 19:00:14 UTC+2, tonto ha scritto:
>>
>> Forse aveva notato la differenza rispetto al solito pasto ricavato dalla
>> riconversione molecolare dei rifiuti organici!
>
>
>
> mucca mangia erba, latte beve umano
> ma erba cresce su merda di vacca
> e se scaviamo nel terreno troviamo solo
> altra materia organica in decomposizione
> il tutto innaffiato da piscio, cacche d'uccello e piogge acide
>
> tutto sommato credo che il replicatore di star trek sia più igienico
>


C'e' in un libro di Primo Levi (il sistema periodico) proprio una frase
su questo, che cito a memoria: ai chimici, che conoscono la
trasformabilita' della materia, ottenere cosmetici da escrementi di
animale non provoca repulsione.

John Travolta Sardus

10/10/2019 08:58:18

0

On 10.10.19 01:30, Franz_aRTiglio wrote:
> JTS ha usato la sua tastiera per scrivere :
>> On 09.10.19 20:29, Franz_aRTiglio wrote:
>>
>>>
>>> forse ricordi male: NON conosco il racconto di cui parli ma non credo
>>> sia di asimov, forse era nell'ennesima "raccolta-trappola" con ISAAC
>>> ASIMOV scritto in grande e "presenta" scritto in piccolo e poi in ancora
>>> piu piccolo ed in retrocopertina "questa raccolta di racconti di autori
>>> vari che isaa asimov ha scelto..." di cui (se va bene) asimov aveva
>>> scritto si e no mezza pagina di introduzione.
>>
>> Non so ovviamente a quali raccolte ti riferisci - detto questo, quelle
>> che ho letto io non erano raccolte-trappola, ma selezioni fatte
>> benissimo da Asimov, con introduzione a ciascun racconto scritta da
>> lui (vedo adesso che c'era anche un certo Greenbergg, che non so chi
>> sia)..
>
> quando ventenne mi appassionai ad asimov mi capitò piu di una volta
> (causa fretta) di comprare, ingenuamente, alle edicole delle stazioni
> del treno delle edizioni economiche cellofanate, piu di una volta mi
> successe che c'era UN racconto di asimov e il resto selezioni di
> altri autori, c'era del buono ma spesso erano racconti mediocri o con
> tematiche che a me non appassionano nello sco-fi ( battaglie e/o
> pseudopolizieschi action o di ibridi umano/cyborg), ma visto che
> erano tutti (se non ricordo male) tra i 4 e 8 milalire, una volta
> spesi ben 25k per un cartonato, persi il treno per litigare con
> l'edicolante che non voleva riprendersi il libro, pagato caro, con la
> scusa che avevo rotto il cellophane: il libropacco di asimov aveva solo
> una mezza paginetta di introduzione e che fosse "una raccolta di
> racconti di altri autori" era scritto sulla copertina posteriore in
> rosso e su fondo giallo da far invidia alla lista dei copyright su un
> bluray: <http://mrcovers.com/tim/blu/150dpi/RoninBlurayCoverBunnyDo...


Ok :-)
Se la fantascienza ti appassiona ancora, le raccolte di "Le grandi
storie della fantascienza" potrebbero piacerti (hanno le introduzioni
scritte da Asimov, sapevilo ;-)).

tonto

10/10/2019 12:30:02

0


"Franz_aRTiglio" <franzgol@N0SPAMtin.it> wrote in message
news:qnl91g$1j4k$1@gioia.aioe.org...

> ... di asimov ?

Non ci metterei la mano sul fuoco ma il livello era quello.

>forse era

....una raccolta di racconti di fantascemenza impostami a scuola e che ho
odiato con tutte le mie forze.

Ricordo un altro racconto in cui le persone giravano sempre solo in
automobile e si palpeggiavano i paraurti.
Un altro, sicuramente di Asimov, in cui un alieno si alzava sui suoi 7 metri
di altezza per dire che gli umani erano pazzi a fare test nucleari sul loro
pianeta.
Ed un altro ancora in cui il megacomputer collegato ad altri megacomputer
rispondeva alla domanda "esiste Dio?" con un "adesso sì!" e fondeva
l'interruttore!

Una trovata più demenziale dell'altra...


Karamazov

10/10/2019 14:17:45

0

Il giorno giovedì 10 ottobre 2019 14:30:47 UTC+2, tonto ha scritto:
> "Franz_aRTiglio" <franzgol@N0SPAMtin.it> wrote in message
> news:qnl91g$1j4k$1@gioia.aioe.org...
>
> > ... di asimov ?
>
> Non ci metterei la mano sul fuoco ma il livello era quello.
>
> >forse era
>
> ...una raccolta di racconti di fantascemenza impostami a scuola e che ho
> odiato con tutte le mie forze.
>
> Ricordo un altro racconto in cui le persone giravano sempre solo in
> automobile e si palpeggiavano i paraurti.
> Un altro, sicuramente di Asimov, in cui un alieno si alzava sui suoi 7 metri
> di altezza

Razza di deficienti! – Racconto breve di Isaac Asimov (1957)

Naron, dell’antichissima razza di Rigel, era il quarto della sua razza a tenere i registri di tutte le galassie. Aveva il libro grande, con l’elenco delle moltissime razze di tutte le galassie che avevano sviluppato una forma d’intelligenza, e quello, notevolmente più piccolo, nel quale erano registrate tutte le razze che, raggiungendo la maturità, venivano giudicate adatte a far parte della Federazione delle Galassie.
Nel registro grande erano stati cancellati molti nomi: erano i nomi di popoli che, per una ragione o per l’altra, per sfortuna o incapacità erano scomparsi. Sfortuna, difetti biofisici o biochimici, squilibri sociali avevano preteso il loro pedaggio. In compenso, nessun nome era stato cancellato dal libro piccolo.
Naron, grande e incredibilmente vecchio, guardò il messaggero che si stava avvicinando.
“Naron! Immenso e Unico!” disse il messaggero.
“Va bene, va bene, cosa c’e’? Lascia perdere il cerimoniale.” Rispose Naron facendo fretta come fosse un po’ infastidito
“Un altro insieme di organismi ha raggiunto la maturità.” disse il messaggero.
“Benone! Benone! Vengono su svelti, adesso. Non passa un anno senza che ne salti fuori uno nuovo. Chi è il nuovo popolo?” domandò Naron.
Il messaggero diede il numero di codice della galassia e le coordinate del pianeta al suo interno.
“Uhm, sì, conosco quel mondo.” disse Naron facendo uno sforzo per ricordare e con la sua fluente scrittura prese nota sul primo libro, poi trasferì il nome sul secondo, servendosi, come di consueto, del nome con cui quel pianeta era conosciuto dalla maggior parte dei suoi abitanti, scrisse “Terra” e pronunciò il nome mentre lo scriveva.
“Queste nuove creature detengono un bel primato. Nessun altro organismo è passato dalla semplice intelligenza alla maturità in un tempo tanto breve. Spero che non ci siano errori.” disse Naron dopo aver scritto il nome
“Nessun errore, signore” disse il messaggero sicuro.
“Hanno scoperto l’energia termonucleare, no?” chiese Naron.
“Certamente, signore.” rispose il messaggero.
“Benissimo, questo è il criterio di scelta.” affermò Naron ridacchiando soddisfatto. “E molto presto le loro navi entreranno in contatto con la Federazione” aggiunse Naron come di cosa scontata.
“Per ora, Immenso e Unico, – disse con una certa riluttanza il messaggero – gli osservatori riferiscono che non hanno ancora tentato le vie dello spazio”.
“Proprio per niente? Non hanno nemmeno una stazione spaziale?” chiese Naron dimostrando stupore.
“Non ancora, signore.” rispose il messaggero quasi scusandosi.
“Ma se hanno scoperto l’energia atomica, dove eseguono le loro prove, le esplosioni sperimentali?” chiese Naron sempre più stupito
“Sul loro pianeta, signore” rispose il messaggero.
Naron si drizzò in tutti i suoi sei metri di altezza e tuonò: “Sul loro pianeta?”
“Sì, signore” rispose il messaggero.
Lentamente Naron prese la penna e tracciò una linea sull’ultima aggiunta del libro piccolo. Era un atto senza precedenti, ma Naron era molto, molto saggio e poteva vedere meglio di chiunque altro quello che sarebbe accaduto nell’universo delle galassie.
“Razza di deficienti!” borbottò Naron.

Genio.