[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.arti.fotografia

Problemi di conservazione BN

Erg Frast

16/09/2019 16:02:58

Avrei un problemino di conservazione su alcune vecchie stampe, ecco le
premesse.

Stampe BN su carta baritata Agfa MCC 111, formati 30x40
Età delle stampe > 15 anni, passati esposti alla luce ma senza luce
diretta del sole, le foto sono incorniciate sotto vetro con pass di 1.2
mm anteriore; l'ambiente non è particolarmente umido.
Il difetto, riscontrato solo ora, è il seguente: nelle zone di grigio
sta comparendo un colore rossiccio-rugginoso, che sostituisce il grigio,
più o meno con la stessa intensità di questo. Non si tratta di macchie
casuali, tanto più che i bianchi sono inalterati, quindi escluderei
problemi di fissaggio.
Sembra che il grigio vada mutandosi in ruggine: se il grigio era chiaro,
resta un rugginoso chiaro, se è più scuro in proporzione. Probabilmente
nel nero l'effetto è massimo, ma riflettendo poca luce continua a
sembrare nero.
L'effetto è visibile più che altro sui bordi e negli angoli, nella parte
centrale sembra per ora assente.

Si è capito?
Idee?

EF

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com...

5 Risposte

massivan

16/09/2019 22:34:28

0

Il 16/09/2019 18:02, Erg Frast (lab) ha scritto:

> Avrei un problemino di conservazione su alcune vecchie stampe, ecco le
> premesse.
>
> Stampe BN su carta baritata Agfa MCC 111, formati 30x40
> Età delle stampe > 15 anni, passati esposti alla luce ma senza luce
> diretta del sole, le foto sono incorniciate sotto vetro con pass di 1.2
> mm anteriore; l'ambiente non è particolarmente umido.
> Il difetto, riscontrato solo ora, è il seguente: nelle zone di grigio
> sta comparendo un colore rossiccio-rugginoso, che sostituisce il grigio,
> più o meno con la stessa intensità di questo. Non si tratta di macchie
> casuali, tanto più che i bianchi sono inalterati, quindi escluderei
> problemi di fissaggio.
> Sembra che il grigio vada mutandosi in ruggine: se il grigio era chiaro,
> resta un rugginoso chiaro, se è più scuro in proporzione. Probabilmente
> nel nero l'effetto è massimo, ma riflettendo poca luce continua a
> sembrare nero.
> L'effetto è visibile più che altro sui bordi e negli angoli, nella parte
> centrale sembra per ora assente.
>
> Si è capito?
> Idee?
>
> EF


"massivan"

Forse non hai usato carta Ilford.

Il solo rullo di cui stampai qualche fotogramma
dopo la provinatura, nel 1972, era su carta Ilford
semi-matt. contrasto 3,

Alcune di questa stampe sono ancora appese in casa
e sono rimaste identiche. Il lavaggio non fu
neppure "da pignolo" appena sufficiente. Erano
le prime stampe, e le sole.

Usai una camera oscura professionale con ingranditore
Durst per 35mm e medio formato, con esposimetro a
sonda, focometro, e due obiettivi. La camera oscura
era di una scuola di grafica che non frequentai in
seguito.

Il rivelatore per la carta era Agfa, per la FP4
(su rullo con formato 4.5x6) Ilfosol.

Quindi direi che quella carta era durevole.

Tutto quello che so sulla stampa.

bonagva

17/09/2019 17:39:31

0

Le 16.09.2019 à 18:02, Erg Frast (lab) a écrit :
> Avrei un problemino di conservazione su alcune vecchie stampe, ecco le
> premesse.
>
> Stampe BN su carta baritata Agfa MCC 111, formati 30x40
> Età delle stampe > 15 anni, passati esposti alla luce ma senza luce
> diretta del sole, le foto sono incorniciate sotto vetro con pass di 1.2
> mm anteriore; l'ambiente non è particolarmente umido.
> Il difetto, riscontrato solo ora, è il seguente: nelle zone di grigio
> sta comparendo un colore rossiccio-rugginoso, che sostituisce il grigio,
> più o meno con la stessa intensità di questo. Non si tratta di macchie
> casuali, tanto più che i bianchi sono inalterati, quindi escluderei
> problemi di fissaggio.
> Sembra che il grigio vada mutandosi in ruggine: se il grigio era chiaro,
> resta un rugginoso chiaro, se è più scuro in proporzione. Probabilmente
> nel nero l'effetto è massimo, ma riflettendo poca luce continua a
> sembrare nero.
> L'effetto è visibile più che altro sui bordi e negli angoli, nella parte
> centrale sembra per ora assente.
>
> Si è capito?
> Idee?
>
> EF

E solforazione, anidride solforica che attacca l'argento della stampa ...
Che succede a stampa libera ma con più facilità quando la stampa è sotto
vetro perchè rimane confinata con gas che escono dalla carta o
provengono dall'ambiente.
Le carte RC sono più facilmente soggette a questo effetto, le baritate meno.

Succede anche con fissaggio e lavaggio corretti e non penso ci siano
modi di riparare le parti afflitte.

Per ridurre questo effetto, con stampe baritate, direi:
- Fissaggio a due bagni che permette fissaggio efficace e riduzione del
tempo (per ridurre la quantità di fissatore che penetra nel supporto
della carta)
- Lavaggio rapido, washaid (o solfito di sodio a 20 gr/l da gettare alla
fine della sessione), lavaggio corto
- Toner tipo selenio, diluzione per permanenza (altri toner, tipo oro,
sono più efficaci in termini di permanenza ma producono un cambio di
colore notevole)
- Lavaggio rapido, washaid e lavaggio normale (il viraggio selenio
contiene in genere iposolfito e conviene dunque lavare correttamente)
- Stabilizzatore di argento tipo Agfa Sistan

Nota che se usi un fissaggio acido devi lavare di più.
Con un fissatore neutro/basico devi però lavare tra il stop acido e il
fissaggio (o usare sola acqua come stop).


Claudio Bonavolta
www.bonavolta.ch


---
This email has been checked for viruses by AVG.
https://w...

Erg Frast

18/09/2019 07:36:52

0

Il 17/09/2019 19:39, Claudio Bonavolta ha scritto:
> Le 16.09.2019 à 18:02, Erg Frast (lab) a écrit :
>> Avrei un problemino di conservazione su alcune vecchie stampe, ecco le
>> premesse.
>>
>> Stampe BN su carta baritata Agfa MCC 111, formati 30x40
>> Età delle stampe > 15 anni, passati esposti alla luce ma senza luce
>> diretta del sole, le foto sono incorniciate sotto vetro con pass di
>> 1.2 mm anteriore; l'ambiente non è particolarmente umido.
>> Il difetto, riscontrato solo ora, è il seguente: nelle zone di grigio
>> sta comparendo un colore rossiccio-rugginoso, che sostituisce il
>> grigio, più o meno con la stessa intensità di questo. Non si tratta di
>> macchie casuali, tanto più che i bianchi sono inalterati, quindi
>> escluderei problemi di fissaggio.
>> Sembra che il grigio vada mutandosi in ruggine: se il grigio era
>> chiaro, resta un rugginoso chiaro, se è più scuro in proporzione.
>> Probabilmente nel nero l'effetto è massimo, ma riflettendo poca luce
>> continua a sembrare nero.
>> L'effetto è visibile più che altro sui bordi e negli angoli, nella
>> parte centrale sembra per ora assente.
>>
>> Si è capito?
>> Idee?
>>
>> EF
>
> E solforazione, anidride solforica che attacca l'argento della stampa ...
> Che succede a stampa libera ma con più facilità quando la stampa è sotto
> vetro perchè rimane confinata con gas che escono dalla carta o
> provengono dall'ambiente.
> Le carte RC sono più facilmente soggette a questo effetto, le baritate
> meno.
>
> Succede anche con fissaggio e lavaggio corretti e non penso ci siano
> modi di riparare le parti afflitte.
>
> Per ridurre questo effetto, con stampe baritate, direi:
> - Fissaggio a due bagni che permette fissaggio efficace e riduzione del
> tempo (per ridurre la quantità di fissatore che penetra nel supporto
> della carta)
> - Lavaggio rapido, washaid (o solfito di sodio a 20 gr/l da gettare alla
> fine della sessione), lavaggio corto
> - Toner tipo selenio, diluzione per permanenza (altri toner, tipo oro,
> sono più efficaci in termini di permanenza ma producono un cambio di
> colore notevole)
> - Lavaggio rapido, washaid e lavaggio normale (il viraggio selenio
> contiene in genere iposolfito e conviene dunque lavare correttamente)
> - Stabilizzatore di argento tipo Agfa Sistan
>
> Nota che se usi un fissaggio acido devi lavare di più.
> Con un fissatore neutro/basico devi però lavare tra il stop acido e il
> fissaggio (o usare sola acqua come stop).
>


Accidenti, quante cose, sei appena diventato il mio mito!
Ma come ha fatto l'anidride solforica ad arrivare li dentro?

EF


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com...

bonagva

20/09/2019 11:37:29

0

Le mercredi 18 septembre 2019 09:36:50 UTC+2, Erg Frast (lab) a écrit :
> Il 17/09/2019 19:39, Claudio Bonavolta ha scritto:
> > Le 16.09.2019 à 18:02, Erg Frast (lab) a écrit :
> >> Avrei un problemino di conservazione su alcune vecchie stampe, ecco le
> >> premesse.
> >>
> >> Stampe BN su carta baritata Agfa MCC 111, formati 30x40
> >> Età delle stampe > 15 anni, passati esposti alla luce ma senza luce
> >> diretta del sole, le foto sono incorniciate sotto vetro con pass di
> >> 1.2 mm anteriore; l'ambiente non è particolarmente umido.
> >> Il difetto, riscontrato solo ora, è il seguente: nelle zone di grigio
> >> sta comparendo un colore rossiccio-rugginoso, che sostituisce il
> >> grigio, più o meno con la stessa intensità di questo. Non si tratta di
> >> macchie casuali, tanto più che i bianchi sono inalterati, quindi
> >> escluderei problemi di fissaggio.
> >> Sembra che il grigio vada mutandosi in ruggine: se il grigio era
> >> chiaro, resta un rugginoso chiaro, se è più scuro in proporzione.
> >> Probabilmente nel nero l'effetto è massimo, ma riflettendo poca luce
> >> continua a sembrare nero.
> >> L'effetto è visibile più che altro sui bordi e negli angoli, nella
> >> parte centrale sembra per ora assente.
> >>
> >> Si è capito?
> >> Idee?
> >>
> >> EF
> >
> > E solforazione, anidride solforica che attacca l'argento della stampa ....
> > Che succede a stampa libera ma con più facilità quando la stampa è sotto
> > vetro perchè rimane confinata con gas che escono dalla carta o
> > provengono dall'ambiente.
> > Le carte RC sono più facilmente soggette a questo effetto, le baritate
> > meno.
> >
> > Succede anche con fissaggio e lavaggio corretti e non penso ci siano
> > modi di riparare le parti afflitte.
> >
> > Per ridurre questo effetto, con stampe baritate, direi:
> > - Fissaggio a due bagni che permette fissaggio efficace e riduzione del
> > tempo (per ridurre la quantità di fissatore che penetra nel supporto
> > della carta)
> > - Lavaggio rapido, washaid (o solfito di sodio a 20 gr/l da gettare alla
> > fine della sessione), lavaggio corto
> > - Toner tipo selenio, diluzione per permanenza (altri toner, tipo oro,
> > sono più efficaci in termini di permanenza ma producono un cambio di
> > colore notevole)
> > - Lavaggio rapido, washaid e lavaggio normale (il viraggio selenio
> > contiene in genere iposolfito e conviene dunque lavare correttamente)
> > - Stabilizzatore di argento tipo Agfa Sistan
> >
> > Nota che se usi un fissaggio acido devi lavare di più.
> > Con un fissatore neutro/basico devi però lavare tra il stop acido e il
> > fissaggio (o usare sola acqua come stop).
> >
>
>
> Accidenti, quante cose, sei appena diventato il mio mito!
> Ma come ha fatto l'anidride solforica ad arrivare li dentro?
>
> EF

Come solo le parti esterne della stampa sembrano afflitte, penso sia più legato all'aria dell'ambiente.

Se le parti centrali della stampa fossero anch'esse attaccate simultaneamente, penserei di più al trattamento della stampa o al supporto del quadro.

Claudio Bonavolta
www.bonavolta.ch

Erg Frast

20/09/2019 15:28:50

0

Il 20/09/2019 13:37, Claudio Bonavolta ha scritto:

> Come solo le parti esterne della stampa sembrano afflitte, penso sia più legato all'aria dell'ambiente.
>
> Se le parti centrali della stampa fossero anch'esse attaccate simultaneamente, penserei di più al trattamento della stampa o al supporto del quadro.
>
> Claudio Bonavolta


Ho approfondito ed ho un dubbio, il solfuro d'argento, che dovrebbe
essere il risultato della reazione, ha in genere un colore grigio-bruno
e non tanto rossiccio come ho evidenziato io.
Questo mi lascia perplesso anche se la teoria di un attacco all'argento
metallico da parte di un'atmosfera "cattiva" mi pare plausibile.

EF

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com...