[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.arti.fotografia

La fotografia è morta, viva la fotografia digitale!

ciccio

11/09/2019 12:10:02

(il titolo è volutamente ironico)

E siamo arrivati al punto di non ritorno...

"Le fotocamere tradizionali non hanno più senso
In declino gli apparecchi classici per via dei cameraphone ma anche del fatto che la forma e lâ??idea stessa di fotocamera sono da rivedere"
[..]
"alla fine la corsa ai 60-100 megapixel ha come solo effetto quello di farci comprare computer nuovi e più potenti per gestire le foto, non certo scattare buone foto."

Questo è uno dei problemi più gravi... La (rin)corsa alla digitalizzazione
più sfrenata che richiede sempre più spese e costi per
scattare e trattare immagini... E ci si allontana sempre
di più dal vero obiettivo di ogni fotografo che si rispetti:
cercare di scattare buone fotografie, ma fatte col cervello,
non con i megapixel!

https://www.wired.it/gadget/foto-e-video/2019/09/09/la-fine-della-f...

4 Risposte

massivan

11/09/2019 16:18:53

0

Il 11/09/2019 14:10, anti-uko ha scritto:

> (il titolo è volutamente ironico)


> "Le fotocamere tradizionali non hanno più senso


"massivan"

Sono sempre pronto per l'acquisto macchine "argentiche"
a prezzo di realizzo.


TV

11/09/2019 18:40:08

0

"anti-uko" <21669invalid@mynewsgate.net> Wrote in message:
> (il titolo è volutamente ironico)E siamo arrivati al punto di non ritorno..."Le fotocamere tradizionali non hanno più sensoIn declino gli apparecchi classici per via dei cameraphone ma anche del fatto che la forma e l?idea stessa di fotocamera sono da rivedere"[..]"alla fine la corsa ai 60-100 megapixel ha come solo effetto quello di farci comprare computer nuovi e più potenti per gestire le foto, non certo scattare buone foto."Questo è uno dei problemi più gravi... La (rin)corsa alla digitalizzazionepiù sfrenata che richiede sempre più spese e costi perscattare e trattare immagini... E ci si allontana sempredi più dal vero obiettivo di ogni fotografo che si rispetti:cercare di scattare buone fotografie, ma fatte col cervello,non con i megapixel!https://www.wired.it/gadget/foto-e-video/2019/09/09/la-fine-della-f...

Io quest'anno ho preso 4 corpi a pellicola e 1 scanner medioformato
--


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.si...

jeff

25/10/2019 13:30:20

0

Il Wed, 11 Sep 2019 12:10:02 +0000, anti-uko ha scritto:

> Le fotocamere tradizionali non hanno più senso

Intanto le vendite dei vinili negli USA superano quelle dei cd.
Non accadeva dal 1986.

https://tinyurl.co...

Sara' la volta delle pellicole?

sandro

25/10/2019 16:25:06

0

Il 25/10/2019 15.30, jeff ha scritto:
> Il Wed, 11 Sep 2019 12:10:02 +0000, anti-uko ha scritto:
>
>> Le fotocamere tradizionali non hanno più senso
>
> Intanto le vendite dei vinili negli USA superano quelle dei cd.
> Non accadeva dal 1986.
>
> https://tinyurl.co...
>
> Sara' la volta delle pellicole?

Tempo di no.

Tra una stampa di provenienza digitale e una stampa di provenienza
analogica non vi e' molta differenza, pratica. Sono due fogli bianchi di
identica misura e consistenza, dove vi e' impressa una immagine, e il
suo stesso "uso" e' identico.

Il fenomeno musicale e' completamente diverso...ad essere a confronto,
tra il prodotto in versione digitale e quella analogica, non e' solo il
contenuto dell'informazione (tra l'altro, andrebbe anche verificato se
l'informazione contenuta nel vinile sia realmente, analogica, a partire
dai take, oppure se solo un prodotto analogico fake, di mercato), ma il
prodotto stesso, suo contenitore.

Quindi, tra un CD e un vinile, di mezzo c'e' l'imperscrutabile umana
emozione, di manipolare con le mani un prodotto o l'altro, piuttosto che
solo di fruire del rispettivo contenuto.
Una parte del piacere viene dall'ascoltare la musica, una parte seppur
piccola viene dal manipolare l'oggetto disco nero, pulirlo, piazzarlo
sul piatto del giradischi, ecc... si tratta in buona sostanza di
qualcosa molto vicina ad un rito religioso, per un audiofilo (che e' di
fatto un soggetto "contemplativo" come fosse un mistico, nell'esercizio
della sua disciplina).


Si invece potrebbe paragonare a chi nella fotografia si impegna
completamente, anche nello sviluppo e successiva stampa. Ma certo non a
tutti gli altri che passano dal rullino (o dalla pendrive) alla stampa,
direttamente, dallo scatto in camera alla foto fisica su foglio in carta.

sandro