[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.politica

Si è laureato Ahmed Musa

Racing

05/09/2019 18:26:55

Sbarcato a Lampedusa nel 2011 senza documenti, oggi si è laureato a
Torino Ahmed Musa con una tesi sui diritti umani in Darfur, l'area
dalla quale proviene e dove è stato incarcerato e privato della
nazionalità, dopo la tortura e l'uccisione del padre e di sei fratelli.
I suoi primi giorni nel capoluogo piemontese li ha passati dormendo
nella stazione di Porta Nuova. Un anno fa era anche stato vittima di
un'aggressione razzista, nel quartiere Mirafiori. Oggi vive al Collegio
universitario e punta al dottorato. Ha lo status di profugo e un figlio
piccolo, che ha chiamato Nelson Mandela.

Un esempio per tanti xenofobi.

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/05/news/sbarcato_a_lampedusa_nel_2011_rifugiato_si_laurea_a_torino_con_tesi_sui_diritti_umani_in_darfur-235288677/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P...

7 Risposte

brif

05/09/2019 19:24:43

0

Il giorno giovedì 5 settembre 2019 20:26:57 UTC+2, Racing ha scritto:
> Sbarcato a Lampedusa nel 2011 senza documenti, oggi si è laureato a
> Torino Ahmed Musa con una tesi sui diritti umani in Darfur, l'area
> dalla quale proviene e dove è stato incarcerato e privato della
> nazionalità, dopo la tortura e l'uccisione del padre e di sei fratelli.
> I suoi primi giorni nel capoluogo piemontese li ha passati dormendo
> nella stazione di Porta Nuova. Un anno fa era anche stato vittima di
> un'aggressione razzista, nel quartiere Mirafiori. Oggi vive al Collegio
> universitario e punta al dottorato. Ha lo status di profugo e un figlio
> piccolo, che ha chiamato Nelson Mandela.
>
> Un esempio per tanti xenofobi.

> https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/05/news/sbarcato_a_lampedusa_nel_2011_rifugiato_si_laurea_a_torino_con_tesi_sui_diritti_umani_in_darfur-235288677/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P...


Aggiungiamo anche Gentian Alimadhi, arrivato dall'Albania negli anni '90 con un gommone.
Ormai naturalizzato e stimato avvocato a Parma.
http://www.studiolegaleali...

E anche il giovanissimo nero direttore d'orchestra Esa Abrate,
nominato due anni fa dal Presidente Mattarella "alfiere della Repubblica".
https://www.facebook.com/rai3tv/videos/nuovi-eroi-esa-abrate/348770...

E poi i ragazzi e le ragazze nello sport, come tu scrivi in un tuo post.
Per non parlare del milione e trecentomila ragazzini e ragazzine ancora
stranieri a scuola, ma di fatto tra poco italiani anche senza ius soli.

E' un Italia che è già cambiata.
Qualcuno resta indietro a far livide dirette Facebook e che si illudeva
di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.

brif


quarto governo abusivo

05/09/2019 21:14:29

0

On Thu, 5 Sep 2019 12:24:43 -0700 (PDT), brif2014@yandex.ru wrote:
> di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.

I porti rappresentano un ferita. E come
una ferita o si cicatrizzera richiudendosi o si infettera provocando
la fine.

> brif e bruf
Bau ba bau... A cuccia fuffi.

Racing

06/09/2019 08:20:52

0

> On Thu, 5 Sep 2019 12:24:43 -0700 (PDT), brif2014@yandex.ru wrote:
>> di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.
>
> I porti rappresentano un ferita. E come
> una ferita o si cicatrizzera richiudendosi o si infettera provocando la fine.
>
In mezzo ai disgraziati ci sono i tanti che ce l'hanno fatta, si sono
laureati, sfondano negli sport e nel lavoro. Sono giovani perfettamente
integrati, non hanno avuto aiuti da nessuno, non hanno genitori che
hanno provveduto al loro sostentamento, non fanno affidamento
sull'eredità dei parenti, sono italiani integrati al 100%, e rimarranno
in Italia, cantando l'inno nazionale che molti italiani non sanno
cantare.
La fine arriverà quando ci saranno più pensionati che lavoratori.

brif

06/09/2019 14:58:52

0

Il giorno venerdì 6 settembre 2019 10:20:54 UTC+2, Racing ha scritto:
> > On Thu, 5 Sep 2019 12:24:43 -0700 (PDT), brif2014@yandex.ru wrote:
> >> di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.
> >
> > I porti rappresentano un ferita. E come
> > una ferita o si cicatrizzera richiudendosi o si infettera provocando la fine.
> >
> In mezzo ai disgraziati ci sono i tanti che ce l'hanno fatta, si sono
> laureati, sfondano negli sport e nel lavoro. Sono giovani perfettamente
> integrati, non hanno avuto aiuti da nessuno, non hanno genitori che
> hanno provveduto al loro sostentamento, non fanno affidamento
> sull'eredità dei parenti, sono italiani integrati al 100%, e rimarranno
> in Italia, cantando l'inno nazionale che molti italiani non sanno
> cantare.
> La fine arriverà quando ci saranno più pensionati che lavoratori.

Una parte degli italiani è in ritardo di mezzo secolo sulla Storia.
In USA, in Alabama, negli anni '60 il governatore Wallace si opponeva
alle leggi federali dei Kennedy sui diritti civili e sulla desegregazione degli afroamericani.
Lo stesso Wallace è immortalato in una foto del giugno 1963 all'entrata dell'Università per impedirne l'accesso ai primi due neri afroamericani iscritti.
Venne sconfitto allora e poi dalla Storia una quarantina d'anni dopo
con l'elezione di un Presidente Usa di colore, Obama.

Anche in Italia alligna una minoranza "vecchia, obesa, conservatrice, impaurita" (cit. Ilvo Diamanti). Aggiungerei anche molto ignorante.
E' destinata a rimanere indietro.
La Storia è una vera ruspa, non quella miserabile di Salvini.

brif

massivan

06/09/2019 15:33:34

0

Il 06/09/2019 10:20, Racing ha scritto:
>> On Thu, 5 Sep 2019 12:24:43 -0700 (PDT), brif2014@yandex.ru wrote:
>>> di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.
>>
>> I porti rappresentano un ferita. E come
>> una ferita o si cicatrizzera richiudendosi o si infettera provocando
>> la fine.


> "brif2014@yandex.ru"

> In mezzo ai disgraziati ci sono i tanti che ce l'hanno fatta, si sono
> laureati, sfondano negli sport e nel lavoro. Sono giovani perfettamente
> integrati, non hanno avuto aiuti da nessuno, non hanno genitori che
> hanno provveduto al loro sostentamento, non fanno affidamento
> sull'eredità dei parenti, sono italiani integrati al 100%, e rimarranno
> in Italia, cantando l'inno nazionale che molti italiani non sanno cantare.
> La fine arriverà quando ci saranno più pensionati che lavoratori.


"massivan"

Ma, nel loro "presepe sociale" non li vogliono, e neppure sanno il
motivo, avendo rovesciato e perso la percezione del merito e della
colpa.

Racing

06/09/2019 15:40:25

0

> Il 06/09/2019 10:20, Racing ha scritto:
>>> On Thu, 5 Sep 2019 12:24:43 -0700 (PDT), brif2014@yandex.ru wrote:
>>>> di fermare la Storia con i porti (non) chiusi.
>>>
>>> I porti rappresentano un ferita. E come
>>> una ferita o si cicatrizzera richiudendosi o si infettera provocando la
>>> fine.
>
>
> > "brif2014@yandex.ru"
>
>> In mezzo ai disgraziati ci sono i tanti che ce l'hanno fatta, si sono
>> laureati, sfondano negli sport e nel lavoro. Sono giovani perfettamente
>> integrati, non hanno avuto aiuti da nessuno, non hanno genitori che hanno
>> provveduto al loro sostentamento, non fanno affidamento sull'eredità dei
>> parenti, sono italiani integrati al 100%, e rimarranno in Italia, cantando
>> l'inno nazionale che molti italiani non sanno cantare.
>> La fine arriverà quando ci saranno più pensionati che lavoratori.
>
>
> "massivan"
>
> Ma, nel loro "presepe sociale" non li vogliono, e neppure sanno il motivo,
> avendo rovesciato e perso la percezione del merito e della
> colpa.

Mi piace quanto hai scritto. :-)
Soprattutto "presepe sociale", calza a pennello.

ilChierico

16/09/2019 09:17:56

0

On 9/6/2019 4:58 PM, brif2014@yandex.ru wrote:

> alle leggi federali dei Kennedy sui diritti civili e sulla desegregazione degli afroamericani.

Il quale aveva seri problemi per farsi eleggere, quindi penso' bene di
"liberare" i boveri negri solo perche' lo votassero in ringraziamento :-(

Voto di scambio, fu (Ciccio e Franco) :-D