[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.torino

Non svegliateci

alfredo.bodoira

26/07/2019 08:22:51

Il mio consiglio è di cogliere il momento.
Ci siamo qualificati in EL e abbiamo vinto bene la prima partita, le probabilità di arrivare di qui alla fase a gironi sono elevate, la squadra ha fatto la partita giusta neutralizzando con l'aggressività dal primo minuto un avversario che se lasciato giocare poteva creare qualche problema, e bravo Mazzarri per questo. La squadra ha, già dalla seconda metà della stagione un atteggiamento di grinta e tigna almeno discretamente granata, che compensa per valori tecnici non eccelsi, ma neanche disprezzabili. Abbiamo il miglior portiere, un centravanti di grande valore, una difesa estremamente affidabile persino nei cambi. C'è persino un bocia con delle possibilità in rosa.
D'incanto negli ultimi tempi, con il mantenimento di tutti i titolari della stagione passata, e anche, mi sembra, con l'avvicendamento di Petrachi con Bava, la cui abilità sui marosi dei mercati internazionali si vedrà, ma certo è più uomo d'ambiente granata, dicevo negli ultimi tempi sembra essersi formata finalmente una specie di identità, che non è almeno antitetica a quelle del ventesimo secolo (*). Da non sottovalutare in quest'ottica l'inserimento di Moretti, primo giocatore a entrare nella dirigenza nell'era Cairo al ritiro.
Ora la dirigenza annovera intorno a Cairo Bava, Moretti e Comi, pure nelle giovanili, perso il pur bravissimo Coppitelli, ora ci sono i Fabbrini, i Sesia. Insomma, aumenta la sensazione di famiglia granata, poi per carità, avere il DNA giusto non è una garanzia di successo.
La società non è la più ricca della serie A, neanche un po', ma è una delle più solide e Cairo comunque ha scelto negli ultimi anni una via di moderati rilanci, non solo nel mercato, ma anche nelle strutture.
Si stanno finalmente avviando i lavori per il centro del Robaldo, e, ed è questo che mi ha fatto scrivere questo post, sorpresa delle sorprese, Cairo e Moretti si sono presentati di persona al CDA del Fila per discutere il secondo lotto (servizi sotto la tribuna, sale mensa, riposo e massaggi per gli atleti). Se anche per il Fila, la società incomincia a comportarsi come si deve, ecco, non svegliatemi.
Non fino alle prime mosse di mercato.

(*) a mio modo di vedere fra il Torino del '49 e quello del '76 c'è un rapporto di parentela, come di padre in figlio, ma le identità erano lievemente differenti, come lievemente differenti erano le società di Novo e di Pianelli.

2 Risposte

Hondy

26/07/2019 10:36:12

0

Alfredo Bodoira <alfredo.bodoira@gmail.com> wrote:
> Il mio consiglio è di cogliere il momento.
> Ci siamo qualificati in EL e abbiamo vinto bene la prima partita, le
> probabilità di arrivare di qui alla fase a gironi sono elevate, la
> squadra ha fatto la partita giusta neutralizzando con l'aggressività dal
> primo minuto un avversario che se lasciato giocare poteva creare qualche
> problema, e bravo Mazzarri per questo. La squadra ha, già dalla seconda
> metà della stagione un atteggiamento di grinta e tigna almeno
> discretamente granata, che compensa per valori tecnici non eccelsi, ma
> neanche disprezzabili. Abbiamo il miglior portiere, un centravanti di
> grande valore, una difesa estremamente affidabile persino nei cambi. C'è
> persino un bocia con delle possibilità in rosa.
> D'incanto negli ultimi tempi, con il mantenimento di tutti i titolari
> della stagione passata, e anche, mi sembra, con l'avvicendamento di
> Petrachi con Bava, la cui abilità sui marosi dei mercati internazionali
> si vedrà, ma certo è più uomo d'ambiente granata, dicevo negli ultimi
> tempi sembra essersi formata finalmente una specie di identità, che non è
> almeno antitetica a quelle del ventesimo secolo (*). Da non sottovalutare
> in quest'ottica l'inserimento di Moretti, primo giocatore a entrare nella
> dirigenza nell'era Cairo al ritiro.
> Ora la dirigenza annovera intorno a Cairo Bava, Moretti e Comi, pure
> nelle giovanili, perso il pur bravissimo Coppitelli, ora ci sono i
> Fabbrini, i Sesia. Insomma, aumenta la sensazione di famiglia granata,
> poi per carità, avere il DNA giusto non è una garanzia di successo.
> La società non è la più ricca della serie A, neanche un po', ma è una
> delle più solide e Cairo comunque ha scelto negli ultimi anni una via di
> moderati rilanci, non solo nel mercato, ma anche nelle strutture.
> Si stanno finalmente avviando i lavori per il centro del Robaldo, e, ed è
> questo che mi ha fatto scrivere questo post, sorpresa delle sorprese,
> Cairo e Moretti si sono presentati di persona al CDA del Fila per
> discutere il secondo lotto (servizi sotto la tribuna, sale mensa, riposo
> e massaggi per gli atleti). Se anche per il Fila, la società incomincia a
> comportarsi come si deve, ecco, non svegliatemi.
> Non fino alle prime mosse di mercato.
>
>
>
> (*) a mio modo di vedere fra il Torino del '49 e quello del '76 c'è un
> rapporto di parentela, come di padre in figlio, ma le identità erano
> lievemente differenti, come lievemente differenti erano le società di Novo e di Pianelli.
>

Bel post

Purtroppo temo che arriverà una mossa di mercato RIIIIIINNGGGG ma per ora
va bene

alfredo.bodoira

09/08/2019 09:42:50

0

Il giorno venerdì 26 luglio 2019 10:22:52 UTC+2, Alfredo Bodoira ha scritto:
> Il mio consiglio è di cogliere il momento.
[...]
Se anche per il Fila, la società incomincia a comportarsi come si deve, ecco, non svegliatemi.
> Non fino alle prime mosse di mercato.

Ronff, ronff, zzz [fase REM], /me parla nel sonno 'Sì, gol, gol, qualunque cosa facciamo finisce in porta, zappata di Ansaldi, gol, tibiata di rimbalzo di De Silvetri gol, Berenguer come Bale. Siamo una squadra fortissimi!. Ronff, zzz....

Del resto mi han preso in parola, nessuna mossa di mercato per non disturbare i bei sogni. Finchè non arriva l'ora del lupo.