[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.atletica

Maratona di Roma

all

01/04/2019 07:16:32

Ciao a tutti,

Domenica prossima a Roma farò la mia prima maratona.
Siccome al momento le previsioni meteo danno pioggia, e siccome non ho esperienza di corse lunghe sotto la pioggia (mi è capitato tantissime volte in allenamento, ma parliamo di corse di un'ora al massimo...) avete qualche suggerimento da darmi a riguardo? Inoltre il ritmo gara andrebbe tarato un pò più basso in caso di pioggia, giusto?

Grazie
Ciao

10 Risposte

Pedro

01/04/2019 07:29:40

0

all <domeniconi.a@libero.it> ha scritto:

> Ciao a tutti,
>
> Domenica prossima a Roma farò la mia prima maratona.
> Siccome al momento le previsioni meteo danno pioggia, e siccome non ho
esperienza di corse lunghe sotto la pioggia (mi Ã? capitato tantissime
volte in allenamento, ma parliamo di corse di un'ora al massimo...) avete
qualche suggerimento da darmi a riguardo? Inoltre il ritmo gara andrebbe
tarato un pò più basso in caso di pioggia, giusto?
>
> Grazie
> Ciao

fosse un trail in montagna, ti direi giacca e soprapantaloni
impermeabili, ma è una maratona su strada e quindi dico che non cambia
nulla, al limite metti addosso un sacco della spazzatura mentre aspetti
la partenza, poi tutto come se ci fosse il sole, velocità compresa.

gg


Pedro

01/04/2019 07:36:57

0

Pedro <20887invalid@mynewsgate.net> ha scritto>
> fosse un trail in montagna, ti direi giacca e soprapantaloni
> impermeabili, ma è una maratona su strada e quindi dico che non cambia
> nulla, al limite metti addosso un sacco della spazzatura mentre aspetti
> la partenza, poi tutto come se ci fosse il sole, velocità compresa.
>

ah... naturalmente se pensi di farla in meno di 4 ore, altrimenti un
abbigliamento più caldo e protettivo ci sta

gg


all

01/04/2019 07:47:55

0


>
> ah... naturalmente se pensi di farla in meno di 4 ore, altrimenti un
> abbigliamento più caldo e protettivo ci sta
>
> gg

Ipotizzo un 3h40 - 3h45.
Tu dici quindi che la classica giacchetta impermeabile smanicata sarebbe inutile?

Pedro

01/04/2019 08:10:34

0

all <domeniconi.a@libero.it> ha scritto:

>
> >
> > ah... naturalmente se pensi di farla in meno di 4 ore, altrimenti un
> > abbigliamento più caldo e protettivo ci sta
> >
> > gg
>
> Ipotizzo un 3h40 - 3h45.
> Tu dici quindi che la classica giacchetta impermeabile smanicata sarebbe
inutile?

se smanicata potrebbe starci

gg


Nickname

01/04/2019 11:19:12

0

all <domeniconi.a@libero.it> ha scritto:

> Ciao a tutti,
>
> Domenica prossima a Roma farò la mia prima maratona.
> Siccome al momento le previsioni meteo danno pioggia, e siccome non ho
esperienza di corse lunghe sotto la pioggia (mi Ã? capitato tantissime
volte in allenamento, ma parliamo di corse di un'ora al massimo...) avete
qualche suggerimento da darmi a riguardo? Inoltre il ritmo gara andrebbe
tarato un pò più basso in caso di pioggia, giusto?

Il mio unico consiglio è quello di darti delle gran crewme, vaselina o
mettere cerotti laddove prevedi uno sfregamento (cosce, ascelle, petto,...).

Michele

Paolo P.

01/04/2019 12:47:09

0

>> Tu dici quindi che la classica giacchetta impermeabile smanicata sarebbe
> > inutile?
>
> se smanicata potrebbe starci

Mah. L'importante però e che sia un tessuto traspirante E
CONTEMPORANEAMENTE impermeabile. Un "guscio" (tecnicamente si chiamano
così) è stato uno degli acquisti più costosi per la corsa mai fatti
(scarpe escluse...), però la differenza con una classica giacchetta
antitraspirante si vede. Una volta provata una giacchetta simile,
noterai la differenza, e dirai "Come ho fatto prima senza?".

Non andare in un semplice negozio con articoli da corsa, ma vai dove
sono forniti di accessori specifici per il trail running.

--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"mn..........145499@fellatio.fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così coglione da volermi imitare per confondere
gli utenti...

all

01/04/2019 13:32:05

0


>
> Mah. L'importante però e che sia un tessuto traspirante E
> CONTEMPORANEAMENTE impermeabile. Un "guscio" (tecnicamente si chiamano
> così) è stato uno degli acquisti più costosi per la corsa mai fatti
> (scarpe escluse...), però la differenza con una classica giacchetta
> antitraspirante si vede. Una volta provata una giacchetta simile,
> noterai la differenza, e dirai "Come ho fatto prima senza?".
>
> Non andare in un semplice negozio con articoli da corsa, ma vai dove
> sono forniti di accessori specifici per il trail running.
>

In effetti lo smanicato che uso abitualmente è una semplice giacchetta da 15 euro. Però siccome è abbondante come taglia e come modello, quindi per niente aderente, tutte le volte che l'ho utilizzata non ho mai rilevato un effetto "serra" sotto la giacchetta, ovvero: ho sempre avuto la sensazione che quel che fa la differenza è la maglietta che indosso, se quella è traspirante allora tutto sommato la giacchetta sopra non mi ha mai creato tanti problemi

all

01/04/2019 13:40:34

0


>
> Il mio unico consiglio è quello di darti delle gran crewme, vaselina o
> mettere cerotti laddove prevedi uno sfregamento (cosce, ascelle, petto,....).
>

Questo purtroppo è un problema di cui soffro parecchio.
- Per le gambe utilizzo sempre un pantaloncino aderente con il quale fortunatamente non mi ho mai acuto problemi.
- Idem per i capezzoli: maglietta tecnica molto aderente, anche se temo che se si inzuppa di acqua potrebbe creare comunque sfregamenti.
- Ascelle: non ricordo di aver mai avuto problemi, spero di non avere soprese proprio domenica
- Piedi: sono la cosa che mi preoccupano di più, se le scarpe e i calzini si inzuppano gli sfregamenti diventano inevitabili. Vasellina anche per le dita dei piedi? Non ho mai provato ... non è che poi avere qualcosa di viscido attorno alle dita dei piedi, mi modifica la meccanica della corsa?

VonKappel

01/04/2019 14:03:49

0

all,

> Ciao a tutti,
>
> Domenica prossima a Roma farò la mia prima maratona.
> Siccome al momento le previsioni meteo danno pioggia, e siccome non ho esperienza di corse lunghe sotto la pioggia
> (mi è capitato tantissime volte in allenamento, ma parliamo di corse di un'ora al massimo...) avete qualche
> suggerimento da darmi a riguardo? Inoltre il ritmo gara andrebbe tarato un pò più basso in caso di pioggia, giusto?

Dipende da tanti fattori.
Se la pioggia è leggera e non c'è vento, allora potrebbe pure essere d'aiuto.
I mie due PB sui 10km e sulla mezza li ho fatti sotto l'acqua.

Poi, però, ho fatto la maratona del Lago Maggiore, a novembre 2017, sotto pioggia battente,
vento sostenuto con raffiche talvolta forti e temperatura decisamente fredda.
https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=8...
Ho fatto il riscaldamento (...) col sacco della spazzatura, gentilmente "donato" dall'albergo
a me e ad altri, ma poi non ho avuto il coraggio di toglierlo gettarlo e l'ho tenuto per tutta la gara
togliendolo solamente a 400 metri dal traguardo.
Nessuno m'ha detto nulla e io l'ho tenuto anche se non era trasparente.
Qui il mio passaggio alla mezza
https://www.photo-sport.it/photo_detail.aspx...
Quello mi ha probabilmente salvato il culo, visto che le estremità erano congelate, non
riuscivo ad aprire i cheerpack, e pure un calzino, totalmente inzuppato,
mi si è arrotolato all'interno della scarpa negli ultimi 10 km.
Non ti dico "l'effetto vela" contrario durante le forti raffiche in salita, ma almeno il
corpo è rimasto al caldo.
Lo benedico ancor oggi.
Ero allenato per farla in 3h20' e l'ho chiusa in 3h24'.
Un minuto dopo aver tagliato il traguardo, gelato ma contento come non mai, complice anche
il calo di zuccheri, ho iniziato a tremare come una foglia e non riuscivo più a coordinare i movimenti.
E come me, parecchi altri.
Ero in preda a spasmi incontrollabili e non riuscivo più a governare la gola e nemmeno a parlare.
L'albergo a 100 metri da partenza/arrivo mi ha salvato il culo una seconda volta.

Quindi, caro all, l'unico consiglio che ti posso dare e quello di proteggerti dal vento, perché
quello è l'unico, vero nemico in una corsa lunga come una maratona dove alla fine le forze
vengono a mancare.
Ma se non c'è vento, allora la pioggia diventa un'alleata.

--
https://www.youtube.com/user/natalinobalass...

Nickname

01/04/2019 14:05:58

0

all <domeniconi.a@libero.it> ha scritto:


> Questo purtroppo Ã? un problema di cui soffro parecchio.

A me capita sulle lunbghe distanze quando sudo o mi bagno e c'è vento oppure
è secco.

> - Per le gambe utilizzo sempre un pantaloncino aderente con il quale
fortunatamente non mi ho mai acuto problemi.
> - Idem per i capezzoli: maglietta tecnica molto aderente, anche se temo
che se si inzuppa di acqua potrebbe creare comunque sfregamenti.
> - Ascelle: non ricordo di aver mai avuto problemi, spero di non avere
soprese proprio domenica
> - Piedi: sono la cosa che mi preoccupano di più, se le scarpe e i calzini
si inzuppano gli sfregamenti diventano inevitabili. Vasellina anche per le
dita dei piedi? Non ho mai provato ... non Ã? che poi avere qualcosa di
viscido attorno alle dita dei piedi, mi modifica la meccanica della corsa?
>

Sulle dita dei piedi non saprei ma io eviterei.
Per il resto io normalmente uso la vasellina (c'è chi usa la pasta di
fissan) interno coscia e inguine.
Per i capezzoli uso dei cerotti senza garza (quelli a metro): li taglio di
misura e li appiccico. Mi durano per un po' poi col sudore tendono a
staccarsi ma almeno ho fatto una o due ore senza aver iniziato ad abradere
la zona.

Michele

P.S. in bocca al lupo, avrei voluto esserci ma non sono riuscito ad entrare
sufficientemente in forma :(