[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.arti.cinema

Gli spietati (1992

tonto

28/03/2019 07:41:04

Leggendo che parlavate di film realistici me lo sono rivisto in versione
lunga e l'ho trovato meglio di quanto ricordassi.
C'è la vecchiaia, c'è la paura, c'è la fatica, c'è la stupidità, c'è la
malattia (quella banale e non drammatica), ci sono le crisi di coscienza e
poi c'è l'alcool che apre una porta verso l'assurdo.
La scena finale potrebbe essere anche solo un delirio alcolico che riporta
lo spettatore nel suo mondo abituale.
Ma potrebbe anche essere realistica perchè la differenza la fa la paura e
quindi chi è ubriaco ha un notevole vantaggio!


7 Risposte

latrame

28/03/2019 09:25:59

0

Grandissimo film!
Non so per quale motivo non mi piacque granché la prima volta che lo vidi (probabilmente per sciocchi schemi mentali che avevo sui western) ma da lì in poi l'ho sempre apprezzato molto (di tanto in tanto mi piace rivederlo).
A parte questo, non sapevo ci fosse una versione lunga. Potrei cortesemente avere qualche indicazione su ciò?

tonto

28/03/2019 14:18:55

0


"Delian" <evomeddd@gmail.com> wrote in message
news:8a9312e1-e15b-48d1-8a83-0ee89500dd24@googlegroups.com...

> A parte questo, non sapevo ci fosse una versione lunga.
> Potrei cortesemente avere qualche indicazione su ciò?

L'ho chiamata io così perchè l'ultima volta che lo avevo visto c'erano
evidentemente un sacco di scene che erano state tagliate.
Ricordo proprio scene parecchio semplificate che rendevano i caratteri molto
più stereotipati.
Cmq la versione che definisco "lunga" dura 2:05 ore


latrame

28/03/2019 18:18:43

0

tonto ha scritto:

>> non sapevo ci fosse una versione lunga

> L'ho chiamata io così perché l'ultima volta che lo avevo visto
> c'erano evidentemente un sacco di scene che erano state tagliate.

ah, okay

> Cmq la versione che definisco "lunga" dura 2:05

perfetto, grazie

aliter

31/03/2019 10:59:19

0

On 28/3/2019 08:41:04 tonto wrote:

>Leggendo che parlavate di film realistici me lo sono rivisto in versione
>lunga e l'ho trovato meglio di quanto ricordassi.
>C'è la vecchiaia, c'è la paura, c'è la fatica, c'è la stupidità, c'è la
>malattia (quella banale e non drammatica), ci sono le crisi di coscienza e
>poi c'è l'alcool che apre una porta verso l'assurdo.
>La scena finale potrebbe essere anche solo un delirio alcolico che riporta
>lo spettatore nel suo mondo abituale.
>Ma potrebbe anche essere realistica perchè la differenza la fa la paura e
>quindi chi è ubriaco ha un notevole vantaggio!

Per me, che prediligo i western tra tutti i generi, e' un filmaccio
fondato su assurdita', violenza gratuita, incoerenza.

L'ho riguardato adesso in streaming e mi son pentito d'aver perso
ben due ore. Non riesco a capacitarmi di come possa essere stato
conservato nella Biblioteca del Congresso (usa) e poi messo pure
tra i cento migliori film di tutti i tempi -- pieta'!

--
aliter

Piergiorgio Sartor

31/03/2019 11:34:25

0

On 31/03/2019 12.59, aliter wrote:
[...]
> Per me, che prediligo i western tra tutti i generi, e' un filmaccio
> fondato su assurdita', violenza gratuita, incoerenza.

E come valuti "Il cavaliere pallido" e
"Lo straniero senza nome"?

Perche` in senso di "western" lo e` piu`
"Atmosfera zero" di quei due, IMHO.

bye,

--

piergiorgio

aliter

31/03/2019 12:23:43

0

On 31/3/2019 13:34:25 Piergiorgio Sartor wrote:
>On 31/03/2019 12.59, aliter wrote:
>[...]
>> Per me, che prediligo i western tra tutti i generi, e' un filmaccio
>> fondato su assurdita', violenza gratuita, incoerenza.

>E come valuti "Il cavaliere pallido" e
>"Lo straniero senza nome"?

Li vidi solo in streaming, son due filmacci con schemi scontati e
ricopiati. Eastwood deve stare solo dall'altra parte della macchina
da presa! ma comunque la sua figura e' esaurita coi film di Leone e
Siegel, oramai puo' solo ripetersi.

Guardati, sul tema del secondo, lo splendido Partita d'azzardo
(Marshall, 1939) col duetto Stewart-Dietrich!

>Perche` in senso di "western" lo e` piu`
>"Atmosfera zero" di quei due, IMHO.

Quoto!

--
aliter

Karamazov

05/04/2019 21:06:39

0

Il giorno giovedì 28 marzo 2019 08:41:06 UTC+1, tonto ha scritto:
> Leggendo che parlavate di film realistici me lo sono rivisto in versione
> lunga e l'ho trovato meglio di quanto ricordassi.

in effetti l'aspetto migliore del film
è il tentativo di smantellare tutti gli stereotipi
di genere, a volte riuscendoci (la smitizzazione
della violenza nel west ben rappresentata
dalla figura di English Bob) a volte cadendo
nel fumettistico, cosa che impedisce alla pellicola
di avere una direzione precisa.

tutto sommato un discreto film anche se non
all'altezza della fama che lo circonda e dei
riconoscimenti ricevuti (a parte l'oscar ad Hackman).
il montaggio, nonostante la statuetta,
appesantisce eccessivamente
la prima parte, bene invece il finale.

molti dialoghi non sono così imprescindibili.