[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.inter-fc

Maurito Icardi: mi dicono che...

Gino

11/02/2019 23:40:23

Le cose, a quanto mi riferiscono, stanno in questo modo.
Wanda ha giocato come altri -e la stessa Wanda- fecero in passato (do you
remember, Recoba?), facendo balenare l'idea che ci fossero diverse società
pronte a pagare la clausola rescissoria. Il Real su tutte, ma non solo. La
tattica, che come sempre ha coinvolto anche i mezzi di informazione, stava
funzionando perfettamente, l'Inter era preoccupata e disposta a rivedere
prontamente il contratto (oggettivamente un po' fuori mercato per il livello
del giocatore) con un sostanzioso ritocco dell'ingaggio.
All'arrivo di Marotta, era giù tutto predisposto, e anche il nuovo AD era
d'accordo nel dare seguito alla trattativa, in realtà impostata già dalla
scorsa estate.
Poi, però, Wanda ha voluto strafare, rilasciando dichiarazioni incaute, per
puntare se possibile ancora più in alto. E l'AD (quello nuovo) non ha
gradito. Per niente. Ha allora fatto i suoi sondaggi, telefonato in giro, ed
appurato che le carte di Wanda erano in realtà truccate. Sia il Real, sia
due squadre di premier, si sono dette vagamente interessate ad Icardi
qualora fosse davvero sul mercato (cioè qualora l'Inter non rinnovasse
eliminando o alzando di molto la clausola), ma hanno anche rassicurato l'AD
di non voler fare alcuno sgarbo all'Inter, e che l'interesse di per sé non è
affatto così stringente. Potremmo, valuteremmo, vedremmo... un sacco di
condizionali.
Naturalmente possono essere strategie di mercato, ma l'AD è convinto delle
sue relazioni internazionali, e crede di avere le idee perfettamente chiare.
Quindi, mette un bel freno alla trattativa, che, sì! si concluderà, e, sì!
ci sarà un ritocco... ma QUANDO lo decideremo noi, e a cifre diverse da
quelle prospettate da Wanda.
La Nara capisce che l'aria è cambiata, e a sua volta cambia strategia
comunicativa: tutto a posto, Mauro vuole l'Inter, l'Inter vuole Mauro... non
ci sono problemi, si rinnoverà presto, bastano le firme. Escono allora sui
giornali indiscrezioni circa un accordo già trovato, in presunti incontri
segretissimi (che in realtà non ci sono mai stati. Forse -molto FORSE- UNO,
solo per mettere i puntini sulle i).
L'AD, a quel punto, si convince ancor di più di avere in mano le carte
vincenti, e decide di lasciar macerare ancora un po' il capitano e la sua
procuratrice. Lascia passare un paio di settimane, senza muovere un dito.
Icardi si intristisce, in campo diventa molle e poco reattivo, appare
distratto. La tattica dell'AD sembra funzionare perfettamente sul piano
contrattuale, mettendo Wanda in un angolo e probabilmente costringendola,
quando sarà il momento, ad accettare condizioni ben diverse da quelle che,
baldanzosa, pretendeva solo un mesetto fa. Dal punto di vista tecnico, però,
la strategia paga meno, perché Icardi non sta rendendo da Icardi, e il suo
apporto è FONDAMENTALE per una squadra che, se non segna lui, non la mette
dentro quasi mai, checché se ne dica.
Allora esplode Spalletti, già indispettito da altre questioni, e che si vede
tra l'altro additato da alcuni come responsabile dell'involuzione di Icardi.
Che fa, allora, Cattivissimo me? Spara a zero sulla società, dicendo che la
questione contrattuale "va risolta", perché Icardi ne viene "disturbato".
L'intervento di Spalletti è grave, come fatto notare da altri, ma questo mio
post non vuole essere di commento: solo di cronaca.
Anzi, di informazione su quanto mi è stato detto da chi ritiene di essere
ben informato.
Relata refero, ambasciator non porta pena, e chi ne ha più ne metta (di
proverbi, intendo... :o) ).

3 Risposte

Lord Simon

12/02/2019 00:03:00

0

ale <ale@libero.it> wrote:
> Le cose, a quanto mi riferiscono, stanno in questo modo.
> Wanda ha giocato come altri -e la stessa Wanda- fecero in passato (do you
> remember, Recoba?), facendo balenare l'idea che ci fossero diverse società
> pronte a pagare la clausola rescissoria. Il Real su tutte, ma non solo. La
> tattica, che come sempre ha coinvolto anche i mezzi di informazione, stava
> funzionando perfettamente, l'Inter era preoccupata e disposta a rivedere
> prontamente il contratto (oggettivamente un po' fuori mercato per il livello
> del giocatore) con un sostanzioso ritocco dell'ingaggio.
> All'arrivo di Marotta, era giù tutto predisposto, e anche il nuovo AD era
> d'accordo nel dare seguito alla trattativa, in realtà impostata già dalla
> scorsa estate.
> Poi, però, Wanda ha voluto strafare, rilasciando dichiarazioni incaute, per
> puntare se possibile ancora più in alto. E l'AD (quello nuovo) non ha
> gradito. Per niente. Ha allora fatto i suoi sondaggi, telefonato in giro, ed
> appurato che le carte di Wanda erano in realtà truccate. Sia il Real, sia
> due squadre di premier, si sono dette vagamente interessate ad Icardi
> qualora fosse davvero sul mercato (cioè qualora l'Inter non rinnovasse
> eliminando o alzando di molto la clausola), ma hanno anche rassicurato l'AD
> di non voler fare alcuno sgarbo all'Inter, e che l'interesse di per sé non è
> affatto così stringente. Potremmo, valuteremmo, vedremmo... un sacco di
> condizionali.
> Naturalmente possono essere strategie di mercato, ma l'AD è convinto delle
> sue relazioni internazionali, e crede di avere le idee perfettamente chiare.
> Quindi, mette un bel freno alla trattativa, che, sì! si concluderà, e, sì!
> ci sarà un ritocco... ma QUANDO lo decideremo noi, e a cifre diverse da
> quelle prospettate da Wanda.
> La Nara capisce che l'aria è cambiata, e a sua volta cambia strategia
> comunicativa: tutto a posto, Mauro vuole l'Inter, l'Inter vuole Mauro... non
> ci sono problemi, si rinnoverà presto, bastano le firme. Escono allora sui
> giornali indiscrezioni circa un accordo già trovato, in presunti incontri
> segretissimi (che in realtà non ci sono mai stati. Forse -molto FORSE- UNO,
> solo per mettere i puntini sulle i).
> L'AD, a quel punto, si convince ancor di più di avere in mano le carte
> vincenti, e decide di lasciar macerare ancora un po' il capitano e la sua
> procuratrice. Lascia passare un paio di settimane, senza muovere un dito.
> Icardi si intristisce, in campo diventa molle e poco reattivo, appare
> distratto. La tattica dell'AD sembra funzionare perfettamente sul piano
> contrattuale, mettendo Wanda in un angolo e probabilmente costringendola,
> quando sarà il momento, ad accettare condizioni ben diverse da quelle che,
> baldanzosa, pretendeva solo un mesetto fa. Dal punto di vista tecnico, però,
> la strategia paga meno, perché Icardi non sta rendendo da Icardi, e il suo
> apporto è FONDAMENTALE per una squadra che, se non segna lui, non la mette
> dentro quasi mai, checché se ne dica.
> Allora esplode Spalletti, già indispettito da altre questioni, e che si vede
> tra l'altro additato da alcuni come responsabile dell'involuzione di Icardi.
> Che fa, allora, Cattivissimo me? Spara a zero sulla società, dicendo che la
> questione contrattuale "va risolta", perché Icardi ne viene "disturbato".
> L'intervento di Spalletti è grave, come fatto notare da altri, ma questo mio
> post non vuole essere di commento: solo di cronaca.
> Anzi, di informazione su quanto mi è stato detto da chi ritiene di essere
> ben informato.
> Relata refero, ambasciator non porta pena, e chi ne ha più ne metta (di
> proverbi, intendo... :o) ).
>
>

Nn ho fonti in merito ma ricostruendo un poâ?? quel che si è letto in giro ci
starebbe decisamente come ricostruzione.

Un poâ?? â??rischiosaâ? la tattica del â??sento se ci sono in giro possibili
acquirentiâ? e te lo dico da commerciale... se dallâ??altra parte trovi uno
sgamato quello tra 5 mesi si prende Icardi per molto meno della clausola
dopo qualche mese di â??lotta internaâ? e stipendio più alto del 7 milioni di
cui si legge.
Ma qui siamo sul Fanta mercato che, per inciso, nn mi stupirebbe neanche
troppo.

Il coupe de teatre sarebbe una cessione ai gobbi per 60 milioni con
stipendio a Mauro di 9, dopotutto a quanto pare ne daranno 13 a Ramsey...

Liutbald

12/02/2019 02:34:02

0

Il 12/02/2019 00:40, ale ha scritto:
> Le cose, a quanto mi riferiscono, stanno in questo modo.
> STRACUT


Sembra una ricostruzione verosimile. Qualche considerazione:


- L'Icardi capitano depresso in campo per il mancato adeguamento del
contratto fa rabbrividire. Se fosse vero, si accomodasse pure alla porta
assieme alla moglie. Non se ne può più.


- Lo scontro tra Spalletti e la società - che andava arginato ben prima
che esplodesse - sembra un po' la tipica mossa dell'animale ferito che
mostra le zanne benché consapevole della fine. E forse è anche il segno
che a livello dirigenziale Luciano non è molto supportato. Spalletti non
ha tutti i torti e non è uno che si lascia prendere a calci in culo
senza rispondere al fuoco.


- A costo di fare un repulisti interno, situazioni simili vanno gestite
diversamente in futuro. Perché chi ne paga le conseguenze è l'Inter e
noi tifiamo l'Inter, non Icardi, non Spalletti, non Marotta. Oltretutto
le inseguitrici sono entrate in palla, chi più, chi meno.

Liutbald

Benve

12/02/2019 06:15:53

0

Il giorno martedì 12 febbraio 2019 00:40:24 UTC+1, ale ha scritto:
> Le cose, a quanto mi riferiscono, stanno in questo modo.
> Wanda ha giocato come altri -e la stessa Wanda- fecero in passato (do you
> remember, Recoba?), facendo balenare l'idea che ci fossero diverse società
> pronte a pagare la clausola rescissoria. Il Real su tutte, ma non solo. La
> tattica, che come sempre ha coinvolto anche i mezzi di informazione, stava
> funzionando perfettamente, l'Inter era preoccupata e disposta a rivedere
> prontamente il contratto (oggettivamente un po' fuori mercato per il livello
> del giocatore) con un sostanzioso ritocco dell'ingaggio.
> All'arrivo di Marotta, era giù tutto predisposto, e anche il nuovo AD era
> d'accordo nel dare seguito alla trattativa, in realtà impostata già dalla
> scorsa estate.
> Poi, però, Wanda ha voluto strafare, rilasciando dichiarazioni incaute, per
> puntare se possibile ancora più in alto. E l'AD (quello nuovo) non ha
> gradito. Per niente. Ha allora fatto i suoi sondaggi, telefonato in giro, ed
> appurato che le carte di Wanda erano in realtà truccate. Sia il Real, sia
> due squadre di premier, si sono dette vagamente interessate ad Icardi
> qualora fosse davvero sul mercato (cioè qualora l'Inter non rinnovasse
> eliminando o alzando di molto la clausola), ma hanno anche rassicurato l'AD
> di non voler fare alcuno sgarbo all'Inter, e che l'interesse di per sé non è
> affatto così stringente. Potremmo, valuteremmo, vedremmo... un sacco di
> condizionali.
> Naturalmente possono essere strategie di mercato, ma l'AD è convinto delle
> sue relazioni internazionali, e crede di avere le idee perfettamente chiare.
> Quindi, mette un bel freno alla trattativa, che, sì! si concluderà, e, sì!
> ci sarà un ritocco... ma QUANDO lo decideremo noi, e a cifre diverse da
> quelle prospettate da Wanda.
> La Nara capisce che l'aria è cambiata, e a sua volta cambia strategia
> comunicativa: tutto a posto, Mauro vuole l'Inter, l'Inter vuole Mauro... non
> ci sono problemi, si rinnoverà presto, bastano le firme. Escono allora sui
> giornali indiscrezioni circa un accordo già trovato, in presunti incontri
> segretissimi (che in realtà non ci sono mai stati. Forse -molto FORSE- UNO,
> solo per mettere i puntini sulle i).
> L'AD, a quel punto, si convince ancor di più di avere in mano le carte
> vincenti, e decide di lasciar macerare ancora un po' il capitano e la sua
> procuratrice. Lascia passare un paio di settimane, senza muovere un dito.
> Icardi si intristisce, in campo diventa molle e poco reattivo, appare
> distratto. La tattica dell'AD sembra funzionare perfettamente sul piano
> contrattuale, mettendo Wanda in un angolo e probabilmente costringendola,
> quando sarà il momento, ad accettare condizioni ben diverse da quelle che,
> baldanzosa, pretendeva solo un mesetto fa. Dal punto di vista tecnico, però,
> la strategia paga meno, perché Icardi non sta rendendo da Icardi, e il suo
> apporto è FONDAMENTALE per una squadra che, se non segna lui, non la mette
> dentro quasi mai, checché se ne dica.
> Allora esplode Spalletti, già indispettito da altre questioni, e che si vede
> tra l'altro additato da alcuni come responsabile dell'involuzione di Icardi.
> Che fa, allora, Cattivissimo me? Spara a zero sulla società, dicendo che la
> questione contrattuale "va risolta", perché Icardi ne viene "disturbato".
> L'intervento di Spalletti è grave, come fatto notare da altri, ma questo mio
> post non vuole essere di commento: solo di cronaca.
> Anzi, di informazione su quanto mi è stato detto da chi ritiene di essere
> ben informato.
> Relata refero, ambasciator non porta pena, e chi ne ha più ne metta (di
> proverbi, intendo... :o) ).

credibile