[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.arti.cinema

Oblivion (2013

tonto

24/10/2018 08:02:34

Va guardato col cervello parzialmente spento, come quasi tutti i film che si
basano sui colpi di scena, e vanno ignorati dei palesi limiti tipici di
buona parte della sci-fi americana.
Ad esempio il fatto che "pianeta terra"="Stati Uniti".
La geografia sarebbe un fattore pure abbastanza essenziale per lo sviluppo
della trama e la psiche del protagonista; ma per arrivare serenamente alla
fine del film è meglio lasciarsi guidare dai misteri tipo "bionda-bruna" e
ignorare il resto.
Carini gli effetti speciali.

Ah, naturalmente cancellate dalla memoria la scena clou del pianeta delle
scimmie!


42 Risposte

pandora

24/10/2018 18:01:00

0

Il giorno mercoledì 24 ottobre 2018 10:03:35 UTC+2, tonto ha scritto:
> Va guardato col cervello parzialmente spento

è il finale che fa cagare:
più o meno da quando i droni fanno irruzione nel covo dei ribelli in poi

TNT

24/10/2018 18:08:44

0

On Wednesday, October 24, 2018 at 2:01:02 PM UTC-4, lzy wrote:

> è il finale che fa cagare:
> più o meno da quando i droni fanno irruzione nel covo dei ribelli in poi

Anche io l'ultima parte me la ricordo come una
delusione. Visivamente però il film è davvero
ottimo, e in effetti all'inizio intriga. Peccato
che poi si sciolga come neve al sole.
Edge of Tomorrow dell'anno dopo fu decisamente
meglio.
In ogni caso preferisco di gran lunga meglio anche
questo del 99% dei cinecomics.

TNT

24/10/2018 18:09:45

0

On Wednesday, October 24, 2018 at 2:08:46 PM UTC-4, gftw...@sneakemail.com wrote:

> preferisco di gran lunga meglio anche
> questo

Insomma, s'è capito.

tonto

25/10/2018 08:05:51

0


"lzy" <pan25712@gmail.com> wrote in message
news:bcc48475-3dea-4c06-864a-a18cee0be498@googlegroups.com...

> è il finale che fa cagare:
> più o meno da quando i droni fanno irruzione nel covo dei ribelli in poi

Mi pare abbastanza ovvio che il clone che cura i luoghi emotivi
dell'originale sia l'unico a poter fare emergere i ricordi dell'originale:
il finale manda all'aria questo semplice meccanismo ma ha il merito di
rimettere in discussione l'identità del protagonista che, pur
sacrificandosi, continua ad esistere.
Quindi se c'è un messaggio (c'è?) nel film questo sta tutto nel finale.
Il resto del film, visivamente bello, sembra avere il solo scopo di
coinvolgere lo spettatore in vista del finale.
Il problema è che allo spettatore non statunitense frasi come "l'ultimo
superbowl" creano un coinvolgimento pari al prurito alla sacca scrotale.
Idem per la biblioteca di NY sepolta coi suoi libri di poesie o per Tom
Cruise che si mette il suo berrettino e guarda la palla da baseball.

A noi cittadini del resto del mondo resta da godere la vista della tipa nuda
nella piscina trasparente, i mezzi futuribili e i paesaggi post
apocalittici.


pandora

25/10/2018 10:21:45

0

Il giorno giovedì 25 ottobre 2018 10:06:55 UTC+2, tonto ha scritto:
> "lzy" <pan25712@gmail.com> wrote in message
> news:bcc48475-3dea-4c06-864a-a18cee0be498@googlegroups.com...
>
> > è il finale che fa cagare:
> > più o meno da quando i droni fanno irruzione nel covo dei ribelli in poi
>
> Mi pare abbastanza ovvio che il clone che cura i luoghi emotivi
> dell'originale sia l'unico a poter fare emergere i ricordi dell'originale:
> il finale manda all'aria questo semplice meccanismo ma ha il merito di
> rimettere in discussione l'identità del protagonista che, pur
> sacrificandosi, continua ad esistere.
> Quindi se c'è un messaggio (c'è?) nel film questo sta tutto nel finale.
> Il resto del film, visivamente bello, sembra avere il solo scopo di
> coinvolgere lo spettatore in vista del finale.
> Il problema è che allo spettatore non statunitense frasi come "l'ultimo
> superbowl" creano un coinvolgimento pari al prurito alla sacca scrotale.
> Idem per la biblioteca di NY sepolta coi suoi libri di poesie o per Tom
> Cruise che si mette il suo berrettino e guarda la palla da baseball.
>
> A noi cittadini del resto del mondo resta da godere la vista della tipa nuda
> nella piscina trasparente, i mezzi futuribili e i paesaggi post
> apocalittici.


lasciando perdere i pruriti genitali (lavatevi e depilatevi!)

il luogo e' non-luogo anche se rimane NYC100% desertificata,
appunto come nel Pianeta delle Scimmie...
non mi fa quindi difficoltà accettare la cosa...
dunque ancor meno accettare e comprendere i ricordi del clone-simpatetico USA100% (e getta.lol)

le questioni sono nel finale appunto,
alla faccia della SDI!
peraltro finale sessista oltre che consolatorio e famiglia felice riunita...
ma vaffanculo (loro non tu)

credo esistano altri thread sulla questione...

Al

25/10/2018 19:49:33

0

Il 24/10/2018 10:02, tonto ha scritto:
> Va guardato col cervello parzialmente spento, come quasi tutti i film che si
> basano sui colpi di scena, e vanno ignorati dei palesi limiti tipici di
> buona parte della sci-fi americana.
> Ad esempio il fatto che "pianeta terra"="Stati Uniti".
> La geografia sarebbe un fattore pure abbastanza essenziale per lo sviluppo
> della trama e la psiche del protagonista; ma per arrivare serenamente alla
> fine del film è meglio lasciarsi guidare dai misteri tipo "bionda-bruna" e
> ignorare il resto.
> Carini gli effetti speciali.
>
> Ah, naturalmente cancellate dalla memoria la scena clou del pianeta delle
> scimmie!
>
>

Da cancellare pure lo stesso finale che è comune a non so quanti film.
Non brilla ne per originalità e ne per intelligenza con cui è realizzato.

Anche io ho apprezzato di più Edge of Tomorrow.
A parte il finale che... è sempre quello!
Il neurone degli sceneggiatori pare andare a finire sempre li.

Al

25/10/2018 23:29:33

0

[cut]
> Anche io ho apprezzato di più Edge of Tomorrow.
> A parte il finale che... è sempre quello!
> Il neurone degli sceneggiatori pare andare a finire sempre li.

L'ho rivisto prima su italia1.

Confermo il giudizio sul finale.
Non si salva.
Sembra proprio fatto a tirar via per quanto è banale e deludente
rispetto alle aspettative generate.

Ok, direte che pure il resto del film non è che sia ad un livello eccelso...

E le comunicazioni disturbate?
Un IA intergalattica dalle capacità semi-divine che non riesce a
stabilire uno straccio di comunicazione pulita?

pandora

26/10/2018 00:13:58

0

Il giorno giovedì 25 ottobre 2018 13:39:54 UTC+2, tonto ha scritto:
>
>
>
> Sessista nel senso che lui basta che assomigli fisicamente all'originale e
> va bene lo stesso?


Sessista perché la donna diventa oggetto della realizzazione del sogno americano: vedova di guerra, ex-astronauta in congedo, madre, casalinga e poi di nuovo moglie...

preferisco il finale nonsense di Edge of Tomorrow

tonto

26/10/2018 05:16:20

0


"SR2" <pippo@pippo.net> wrote in message news:pqtjkv$led$1@dont-email.me...

> E le comunicazioni disturbate?
> Un IA intergalattica dalle capacità semi-divine che non riesce a stabilire
> uno straccio di comunicazione pulita?

Le comunicazioni disturbate riproducono quelle della navicella iniziale,
proprio come i dialoghi!
Infatti generano un netto contrasto sia con la tecnologia sia con il
rapporto tra i due.


tonto

26/10/2018 05:16:33

0


"SR2" <pippo@pippo.net> wrote in message news:pqt6oh$cov$1@dont-email.me...

> Anche io ho apprezzato di più Edge of Tomorrow.
> A parte il finale che... è sempre quello!
> Il neurone degli sceneggiatori pare andare a finire sempre li.

No, piano!
Il finale di eot con lui che si sarebbe sognato tutto è roba da far scattare
una rivolta non oggi, ma già negli anni 30-40!
Va bene tutto ma quello proprio no!