[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.fiorentina

Il povero Astori...

Don@to

08/06/2018 12:25:59



EDIZIONI TGLA7
BERSAGLIO MOBILE
OMNIBUS
COFFEE BREAK

08 Giugno 2018
ILVADAZIMIGRANTICRISI ECONOMICAMIGRANTIUSAUE
HOME
POLITICA
ECONOMIA
ESTERI
CRONACA
TUTTE LE SEZIONI
METEO
LA7 LIVE


Una nuova perizia riapre il caso Astori. 'Non è morto nel sonno, era
cosciente'
SPORT 08.06.2018
Il capitano della Fiorentina non è morto per un rallentamento del battito
cardiaco. Al contrario, ad ucciderlo sarebbe stata una improvvisa
accelerazione del suo cuore. Secondo i periti si sarebbe reso conto
dell'accaduto e si sarebbe anche potuto salvare se non fosse stato solo

di Luca Catuogno
Non sarebbe morto nel sonno, e se si fosse trovato in compagnia di
qualcuno forse si sarebbe potuto salvare. Una perizia medico-legale
capovolge la tesi portata avanti sinora sulla scomparsa di Davide Astori,
avvenuta nella notte del 4 marzo scorso, mentre il capitano della
Fiorentina si trovava da solo nella sua camera d'albergo a Udine, alla
vigilia della gara di campionato con i friulani.

Si era ipotizzato che il cuore del giocatore avesse progressivamente
rallentato il suo battito fino ad interromperlo, e che il 31 enne
difensore viola fosse morto nel sonno per "bradiaritmia". Adesso invece
sembra che sia accaduto l'esatto contrario: cioè che alla base del
decesso ci sia stata invece una "tachiaritmia", vale a dire
un'accelerazione improvvisa della frequenza cardiaca.

Lo rivela il Corriere della Sera, anticipando il contenuto della perizia
depositata dai professori Carlo Moreschi e Gaetano Thiene su richiesta
del pubblico ministero Barbara Loffredo, che indaga sulla tragica fine
del calciatore.

Sempre secondo i medici, si sarebbe trattato del primo episodio violento
di una patologia mai riscontrata in precedenza e che non sarebbe avvenuta
durante il sonno: se Astori quella notte si fosse trovato in compagna di
qualcuno in grado di dare l'allarme, forse si sarebbe potuto salvare.

Il capitano viola invece, era rimasto da solo dopo aver giocato ai
videogame con il compagno di squadra Sportiello, che lo aveva poi
salutato poco prima della mezzanotte. La mattina successiva, la tragica
scoperta che ha gettato nel lutto una città intera.

"Non posso anticipare nulla - ha dichiarato il procuratore di Udine
Antonio De Nìcolo. Posso solo dire che sul caso è aperto un fascicolo a
carico di ignoti. La collega sta studiando il documento, non appena il
lavoro sarà terminato decideremo se proseguire l'indagine o chiedere
l'archiviazione".

I medici legali Moreschi e Thiene - che erano stati incaricati di
svolgere l'autopsia sul corpo di Astori - avevano chiesto e ottenuto agli
inizi di maggio una proroga di 30 giorni per svolgere gli ulteriori
accertamenti, che adesso potrebbero riaprire il caso.

--
Don@to

17 Risposte

Marcoseba

08/06/2018 12:41:21

0

"Don@to" <22597invalid@mynewsgate.net> ha scritto:
>
>
> EDIZIONI TGLA7
> BERSAGLIO MOBILE
> OMNIBUS
> COFFEE BREAK
>
> 08 Giugno 2018
> ILVADAZIMIGRANTICRISI ECONOMICAMIGRANTIUSAUE

Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
assenza di lesioni organiche precedenti.
Che si sia svegliato è del tutto ipotetico come pure che si
potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando è fuori
per lavoro?
Puro sciacallaggio
--
Ciao, Marco


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.si...

Il Guru

08/06/2018 13:45:21

0

On 2018-06-08 12:41:21 +0000, Marcoseba said:

> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
> molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
> assenza di lesioni organiche precedenti.
> Che si sia svegliato è del tutto ipotetico come pure che si
> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando è fuori
> per lavoro?
> Puro sciacallaggio

Penso alla disperazione dei familiari alla sola idea, per me
difficilmente fattibile, che si sarebbe potuto salvare se ci fosse
stato qualcuno in stanza con lui.

Per me difficilmente fattibile perchè quel qualcuno avrebbe dormito,
non si sarebbe svegliato immediatamente e difficilmente sarebbe stato
lucido da subito.
Poi sarebbe dovuto correre dal medico (che dormiva anche lui), il
medico sarebbe dovuto andare in stanza vedere cosa c'era ed
eventualmente agire ammesso che fosse stato possibile (sinceramente non
ho le conoscenze per dire cosa si poteva tecnicamente fare).

Insomma da ignorante la vedo difficile ed in ogni caso prima di
scrivere certe cose bisognerebbe andarci davvero cauti al pensiero dei
parenti del povero Davide.

--


Il Guru manifestazione trascendente di Valter P.

'Il nostro futuro lo decidiamo solo noi'

rootkit

08/06/2018 16:07:51

0

Il giorno venerdì 8 giugno 2018 14:41:22 UTC+2, Marcoseba ha scritto:

> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
> molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
> assenza di lesioni organiche precedenti.
> Che si sia svegliato c del tutto ipotetico come pure che si
> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando c fuori
> per lavoro?
> Puro sciacallaggio

posso discutere, al limite, su come si propagano le notizie, ma sul principio
no. un ragazzo di 31 anni non può "morire in pace" nel letto di un
albergo durante una trasferta con la sua squadra. tutte le persone che
hanno vissuto la tragedia, famiglia, compagni, società, chiedono di sapere
non per curiosità pettegola ma perché devono umanamente trovare pace.

Marcoseba

08/06/2018 17:04:36

0

Scriveva rootkit venerdì, 08/06/2018:
> Il giorno venerdì 8 giugno 2018 14:41:22 UTC+2, Marcoseba ha scritto:
>
>> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
>> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
>> molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
>> assenza di lesioni organiche precedenti.
>> Che si sia svegliato č del tutto ipotetico come pure che si
>> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando č fuori
>> per lavoro?
>> Puro sciacallaggio
>
> posso discutere, al limite, su come si propagano le notizie, ma sul principio
> no. un ragazzo di 31 anni non può "morire in pace" nel letto di un
> albergo durante una trasferta con la sua squadra. tutte le persone che
> hanno vissuto la tragedia, famiglia, compagni, società, chiedono di sapere
> non per curiosità pettegola ma perché devono umanamente trovare pace.

Morte improvvisa, la causa è cardiaca nel 99% dei casi e di solito
legata ad un'aritmia. Bradi o tachi cambia poco, anche perché l'una può
diventare l'altra e viceversa. Talvolta ci sono anomalie congenite,
altre volte ci possono essere farmaci o intossicazioni, spesso non c'è
niente di tutto ciò.
Voglio sperare che per Astori le prime 2 opzioni fossero state escluse
altrimenti si andrebbe nel penale per i medici.
Per il resto non c'è altro da sapere, è tutto pettegolezzo e tutto
sciacallaggio. Che la famiglia abbia chiesto una perizia ci può stare,
che finisca sui giornali descritta come se si smentisse chissà che
proprio no. Nella mia non lunghissima vita già 3 persone che conoscevo
sono morte così, il più vecchio aveva 50 anni, il più giovane 30.

E comunque sì, sono un medico, lavoro in ospedale, ho a che fare anche
con gli infarti. So di cosa parlo.
Stendete un velo su questo povero ragazzo, lo stenda chi ci specula
sopra per vendere qualche giornale

Ciao, Marco

rootkit

08/06/2018 21:40:17

0

Il Fri, 08 Jun 2018 19:04:36 +0200, Marcoseba ha scritto:

> Scriveva rootkit venerdì, 08/06/2018:
>> Il giorno venerdì 8 giugno 2018 14:41:22 UTC+2, Marcoseba ha scritto:
>>
>>> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
>>> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati molto
>>> simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in assenza
>>> di lesioni organiche precedenti.
>>> Che si sia svegliato č del tutto ipotetico come pure che si
>>> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando č fuori per
>>> lavoro?
>>> Puro sciacallaggio
>>
>> posso discutere, al limite, su come si propagano le notizie, ma sul
>> principio no. un ragazzo di 31 anni non può "morire in pace" nel letto
>> di un albergo durante una trasferta con la sua squadra. tutte le
>> persone che hanno vissuto la tragedia, famiglia, compagni, società,
>> chiedono di sapere non per curiosità pettegola ma perché devono
>> umanamente trovare pace.
>
> Morte improvvisa, la causa è cardiaca nel 99% dei casi e di solito
> legata ad un'aritmia. Bradi o tachi cambia poco, anche perché l'una può
> diventare l'altra e viceversa. Talvolta ci sono anomalie congenite,
> altre volte ci possono essere farmaci o intossicazioni, spesso non c'è
> niente di tutto ciò.
> Voglio sperare che per Astori le prime 2 opzioni fossero state escluse
> altrimenti si andrebbe nel penale per i medici.

escluse da chi e come? escludere le responsabilità era compito proprio di
questa perizia dato che c'è aperto un fascicolo in procura.

> Per il resto non c'è altro da sapere, è tutto pettegolezzo e tutto
> sciacallaggio. Che la famiglia abbia chiesto una perizia ci può stare,
> che finisca sui giornali descritta come se si smentisse chissà che
> proprio no. Nella mia non lunghissima vita già 3 persone che conoscevo
> sono morte così, il più vecchio aveva 50 anni, il più giovane 30.

comprenderai però una persona qualsiasi che muore in casa sua è una
circostanza diversa rispetto ad un atleta di una squadra di serie a che
muore in una stanza d'albergo durante una trasferta.

Marcoseba

09/06/2018 06:02:17

0

rootkit <rootkit@email.it> ha scritto:
> Il Fri, 08 Jun 2018 19:04:36 +0200, Marcoseba ha scritto:
>
>> Scriveva rootkit venerdì, 08/06/2018:

Scusa per il quote ma dal telefono non riesco.

Sono d'accordo che la perizia serve per escludere il penale e ci
mancherebbe non ci debba essere. Voglio sperare che tutti i
medici sportivi che hanno visitato Astori in passato siano stati
in grado di escludere malattie congenite, come voglio sperare che
in Fiorentina non si assumano sostanze proibite.

Per il resto no, per me non cambia se muore il mio amico di 30
anni in una stanza d'albergo o se muore un calciatore di 31 anni
in una stanza d'albergo. Anche l'autopsia e gli esami da fare
sono esattamente gli stessi

--
Ciao, Marco


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.si...

Don@to

09/06/2018 06:58:18

0

Marcoseba <marcoseba73@nolibero.it> ha scritto:

> Scriveva rootkit venerdì, 08/06/2018:
> > Il giorno venerdì 8 giugno 2018 14:41:22 UTC+2, Marcoseba ha scritto:
> >
> >> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
> >> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
> >> molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
> >> assenza di lesioni organiche precedenti.
> >> Che si sia svegliato č del tutto ipotetico come pure che si
> >> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando č fuori
> >> per lavoro?
> >> Puro sciacallaggio
> >
> > posso discutere, al limite, su come si propagano le notizie, ma sul
principio
> > no. un ragazzo di 31 anni non può "morire in pace" nel letto di un
> > albergo durante una trasferta con la sua squadra. tutte le persone che
> > hanno vissuto la tragedia, famiglia, compagni, società, chiedono di sapere
> > non per curiosità pettegola ma perché devono umanamente trovare pace.
>
> Morte improvvisa, la causa Ã? cardiaca nel 99% dei casi e di solito
> legata ad un'aritmia. Bradi o tachi cambia poco, anche perché l'una può
> diventare l'altra e viceversa. Talvolta ci sono anomalie congenite,
> altre volte ci possono essere farmaci o intossicazioni, spesso non c'Ã?
> niente di tutto ciò.
> Voglio sperare che per Astori le prime 2 opzioni fossero state escluse
> altrimenti si andrebbe nel penale per i medici.

in effetti se il PM sta valutando se sia il caso o meno di riaprire le
indagini, in seguito alle relazioni dei due professori, sta a significare che
ciò che è avvenuto non sia dovuto semplicemente ad una rarissima fatalità...

--
Don@to

Marcoseba

09/06/2018 07:21:31

0

Don@to ci ha detto :
> Marcoseba <marcoseba73@nolibero.it> ha scritto:
>
>> Scriveva rootkit venerdì, 08/06/2018:
>>> Il giorno venerdì 8 giugno 2018 14:41:22 UTC+2, Marcoseba ha scritto:
>>>
>>>> Posso risponderti che la gente andrebbe lasciata morire in pace?
>>>> Una bradiaritmia o una tachiaritimia possono produrre risultati
>>>> molto simili e sono quasi impossibili da definire a posteriori in
>>>> assenza di lesioni organiche precedenti.
>>>> Che si sia svegliato č del tutto ipotetico come pure che si
>>>> potesse salvare. Chi di voi dorme in compagnia quando č fuori
>>>> per lavoro?
>>>> Puro sciacallaggio
>>>
>>> posso discutere, al limite, su come si propagano le notizie, ma sul
>>> principio no. un ragazzo di 31 anni non può "morire in pace" nel letto di
>>> un albergo durante una trasferta con la sua squadra. tutte le persone che
>>> hanno vissuto la tragedia, famiglia, compagni, società, chiedono di sapere
>>> non per curiosità pettegola ma perché devono umanamente trovare pace.
>>
>> Morte improvvisa, la causa Ã? cardiaca nel 99% dei casi e di solito
>> legata ad un'aritmia. Bradi o tachi cambia poco, anche perché l'una può
>> diventare l'altra e viceversa. Talvolta ci sono anomalie congenite,
>> altre volte ci possono essere farmaci o intossicazioni, spesso non c'Ã?
>> niente di tutto ciò.
>> Voglio sperare che per Astori le prime 2 opzioni fossero state escluse
>> altrimenti si andrebbe nel penale per i medici.
>
> in effetti se il PM sta valutando se sia il caso o meno di riaprire le
> indagini, in seguito alle relazioni dei due professori, sta a significare che
> ciò che è avvenuto non sia dovuto semplicemente ad una rarissima fatalità...

Beh, il PM ha l'obbligo dell'azione penale qualora si riscontrino
dubbi. Ovvio che qualsiasi nuova informazione sarà vagliata
attentamente

Ciao, Marco

rootkit

10/06/2018 07:33:12

0

Il Sat, 09 Jun 2018 08:02:17 +0200, Marcoseba ha scritto:


> Per il resto no, per me non cambia se muore il mio amico di 30
> anni in una stanza d'albergo o se muore un calciatore di 31 anni in una
> stanza d'albergo. Anche l'autopsia e gli esami da fare sono esattamente
> gli stessi

non mi sono spiegato.

se muore improvvisamente un atleta professionista, che ha uno staff
medico che ne verifica l'idoneità, mi sembra ovvio ci sia maggior
"accanimento" nella ricerca della causa.

per una persona comune a meno di un fondato sospetto di causa non
naturale mi risulta non si proceda nemmeno.

non è questione di notorietà vs. anonimato o di voglia di spettegolare. è
che sono due diverse circostanze, in un caso l'eventuale comportamento
colposo è ascrivibile al solo defunto, nell'altro anche ad altre persone.


Gert dal pozzo

11/06/2018 06:32:39

0

Don@to <22597invalid@mynewsgate.net> ha scritto:

> in effetti se il PM sta valutando se sia il caso o meno di riaprire le
> indagini, in seguito alle relazioni dei due professori, sta a significare che
> ciò che è avvenuto non sia dovuto semplicemente ad una rarissima fatalità...

neanche così rara purtroppo.
comunque imho è difficile si proceda oltre, è assai difficile che truppe di
medici sportivi abbiano commesso imperizie negli esami medici di astori, e non è
neanche morto durante l'attività sportiva; anche si procedesse, si andrebbe
verso l'archiviazione - salvo l'esito degli esami tossicologici per verificare
eventuali assunzioni di farmaci proibiti ovviamente