[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.calcio.torino

Seconde squadre

alfredo.bodoira

10/05/2018 10:20:33

Se ne parla poco, anche perchè il bordello diritti TV ovviamente tiene banco (la volpe di Masio è finita in pellicceria, mi sembra), ma sono molto più vicine di quanto sembra

https://www.gazzetta.it/Calcio/10-05-2018/seconde-squadre-via-ad-agosto-ma-tante-incognite-260121171...

Chiaro che bisognerebbe ripensare il settore giovanile, e questo potrebbe essere l'ultimo anno della Primavera come siamo abituati a conoscerla. Temo che sarà l'occasione per Petrachi per riempirci dei suoi acquistini discount da du' milioni.

Cmq, un'altra botta al calcio dei campanili a vantaggio del calcio business dei mall e degli outlet.

Mi sembra che se il Torino vuole starci dentro però si deve strutturare, non si può gestire una seconda squadra con un team composto da un osservatore orbo e una segretaria part-time, nonchè uno stadiolo in condivisione.

32 Risposte

A112

10/05/2018 11:58:59

0

Il tema delle seconde squadre davvero mi intriga, pre sia il segreto del successo di molti sistemi calcistici e non capisco perché.
Cercherò qualcosa.

Invece sul mercato io nostro Pres ha detto alla gazzetta ieri questo:
“Per quanto riguarda Belotti e Ljajic l’obiettivo è tenere entrambi, quello che conta maggiormente è ragionare insieme a Petrachi e Mazzarri e operare velocemente sul mercato. Ovviamente abbiamo osservatori in giro in tutto il mondo per tutto l’anno e quindi sarà il momento saremo già pronti a fare un ottimo calciomercato, questa volta evitando di fare proclami ma cercando solamente di raggiungere gli obiettivi”.

a112

alfredo.bodoira

10/05/2018 13:14:28

0

Il giorno giovedì 10 maggio 2018 13:59:00 UTC+2, Acento Dodici ha scritto:
> Il tema delle seconde squadre davvero mi intriga, pre sia il segreto del successo di molti sistemi calcistici e non capisco perché.
> Cercherò qualcosa.
>
> Invece sul mercato io nostro Pres ha detto alla gazzetta ieri questo:
> “Per quanto riguarda Belotti e Ljajic l’obiettivo è tenere entrambi, quello che conta maggiormente è ragionare insieme a Petrachi e Mazzarri e operare velocemente sul mercato. Ovviamente abbiamo osservatori in giro in tutto il mondo per tutto l’anno e quindi sarà il momento saremo già pronti a fare un ottimo calciomercato, questa volta evitando di fare proclami ma cercando solamente di raggiungere gli obiettivi”.
>
> a112

Su Belotti deciderà Rajola, non lui.

Per il resto vedremo, finora i 4-5 obiettivi che sono girati sui gnussiti sono abbastanza modesti.

La ricchezza del parco osservatori del Toro è famosa nel mondo, un frequente case study nei convegni.


A112

10/05/2018 15:13:15

0

Davvero questa del parco osservatori rappresenta la solita vetta inesplorata.
Dici una cosa magniloquente e magnificante, nessuno verifica, nessuno spernacchia, nessuno chiede chiarimenti, nessuno allo stadio, nessuno fluidiFica, nessuno nessuno (scusatemi la cit della profetica canzone)

A112

A112

10/05/2018 15:19:00

0

Sul tema delle dichiarazioni rotanti dei Pres segnalo quello del Napoli che dopo avere detto pochi giorni fa che lo scudetto non arrivava per evidenti negligenze della gestione del mister, oggi dichiara che non hanno vinto per colpa degli arbitri. Bravo sai
A112


Ps
Io sono convinto che la var abbia contenuto l'effetto di supporto alla gobba ma senza eliminarlo completamente.

NYhobbit

10/05/2018 17:21:41

0

On Thursday, May 10, 2018 at 12:20:34 PM UTC+2, Alfredo Bodoira wrote:
> Se ne parla poco, anche perchè il bordello diritti TV ovviamente tiene banco (la volpe di Masio è finita in pellicceria, mi sembra), ma sono molto più vicine di quanto sembra
>
> https://www.gazzetta.it/Calcio/10-05-2018/seconde-squadre-via-ad-agosto-ma-tante-incognite-260121171...
>
> Chiaro che bisognerebbe ripensare il settore giovanile, e questo potrebbe essere l'ultimo anno della Primavera come siamo abituati a conoscerla. Temo che sarà l'occasione per Petrachi per riempirci dei suoi acquistini discount da du' milioni.
>
> Cmq, un'altra botta al calcio dei campanili a vantaggio del calcio business dei mall e degli outlet.
>
> Mi sembra che se il Torino vuole starci dentro però si deve strutturare, non si può gestire una seconda squadra con un team composto da un osservatore orbo e una segretaria part-time, nonchè uno stadiolo in condivisione.

My 2 cents: l'idea delle seconde squadre e` una iattura per N motivi:
- Falsano fortemente il campionato in cui militano. Pensiamo il caso di un'Udinese squadra-B in questa stagione che (da quello che si capisce) avrebbe militato in C1 o come l'hanno chiamata. L'Udinese "normale" a inizio anno non pensava certo di finire nella bagarre retrocessione, e mettiamo che avesse messo i suoi migliori prospetti globalizzati (una specialità della casa fra l'altro) a farsi ossa e vetrina in C1.
Magari andava a dominare il girone, o almeno a giocarsi fino all'ultimo la promozione (in B).
Poi l'Udinese normale c'ha un Grosso tracollo (pun intended) ... che succede? Le 2 Udinesi non possono
finire nel 2018-19 entrambe in serie B ... quindi la squadra B deve tirare il freno nella parte cruciale della stagione e "giocare a non essere promossa" ... magari questo e` un caso limite, ma si possono fare tanti altri scenari. Io fossi una società` di serie C sarei parecchio incazzato.
- Aumentano la sperequazione fra "have" and "have nots" in Serie A, perché ci sono quelli che non hanno problemi a mettere in campo le strutture (einfrastrutture) per mantenere e far giocare 2 campionati a 2 squadre e poi ci sono tutti gli altri.
- Soprattutto le grandi potranno anche pagare due rose di livello (dividendo fra squadra A e B solo in base a "giocatori affermati" vs. "prospetti per futuri campioni" ma pagando quello che serve anche per questi ultimi) Adesso le grandi hanno un disincentivo a mettere sotto contratto "scommesse" o giocatori non completamente pronti per l'altissimo livello, un disincentivo che e` stato in questi anni l'unica leva per molte delle "piccole" e "medie" per poter emergere di tanto in tanto, scoprendo non solo
"the next big thing" (e.g. Dybala a Palermo) ma anche cercando di avere un migliore scouting e arricchendo rose a e portafoglio di conseguenza. Con le squadre B questo disincentivo crolla.
- Come corollario del punto sopra, le seconde squadre riportano surrettiziamente in auge il "rastrellamento" di talenti promettenti da parte delle "grandi" a cui era stato messo un qualche freno con le rose limitate a (+ o -) 25 solo un paio di anni fa. Soprattutto se le rose fra squadra A e B saranno "permeabili" in corso di campionato (sembra che si possa mandare un Higuain o un Biglia in bacino di carenaggio nella seconda squadra a riprendere la forma, ma anche promuovere la promessa che esplode in prima squadra, magari se il Ghoulam di turno si infortuna)

Se non per fare questi ulteriori favori e favoritismi alle grandi società`,
non si capisce quale sia la necessita` di inserire
seconde squadre in un campionato professionistico minore, soprattutto dato che
ci sono le Primavera e c'e` anche la possibilità per lo stesso "patron" di possedere piu` squadre che fanno quindi da "satellite" alla principale, in altri Paesi (vedasi Pozzo, mi pare anchePreziosi e addirittura in Italia (vedasi Salernitana di Lotito). Mettessero invece un vincolo a investire almeno X% del fatturato
nel settore giovanile e un altro Y<X per la Primavera ...

Noterei anche che i presunti vantaggi delle seconde squadre in altri Paesi europei che ci indicano e di cui molti vanno pontificando come la soluzione a tutti i problemi del calcio italiano sono di nuovo i vantaggi per le grandi e grandissime di quei Paesi (forse con l'eccezione virtuosa della Premier League).

A112

10/05/2018 17:38:10

0

Grazie hobbit
Diciamo che i concetti di miglioramento del mondo del calcio, del valore delle società di calcio e di competitività di un sistema si potrebbe scrivere molto ma morendo di noia, la mia curiosità è se davvero la nazionale Spagnola ed i suoi team sono meravigliosi e vincenti grazie alla seconda Squadra oppure no.
In uk ad esempio il sistema è ricchissimo ma la nazionale ha fatto malissimo per anni e solamente adesso ha una rosa di giocatori forti e giovani che sono titolari in Champions e hanno buone speranze.

Ma dico, non è che non c'entra una mazza la seconda squadra è l'unica cosa che serve sono incentivi a fare giocare i giocatori dei vivai ecc ecc

Hondy

11/05/2018 05:19:51

0

NYhobbit <valetto@cs.columbia.edu> wrote:
> On Thursday, May 10, 2018 at 12:20:34 PM UTC+2, Alfredo Bodoira wrote:
>> Se ne parla poco, anche perchè il bordello diritti TV ovviamente tiene
>> banco (la volpe di Masio è finita in pellicceria, mi sembra), ma sono
>> molto più vicine di quanto sembra
>>
>> https://www.gazzetta.it/Calcio/10-05-2018/seconde-squadre-via-ad-agosto-ma-tante-incognite-260121171...
>>
>> Chiaro che bisognerebbe ripensare il settore giovanile, e questo
>> potrebbe essere l'ultimo anno della Primavera come siamo abituati a
>> conoscerla. Temo che sarà l'occasione per Petrachi per riempirci dei
>> suoi acquistini discount da du' milioni.
>>
>> Cmq, un'altra botta al calcio dei campanili a vantaggio del calcio
>> business dei mall e degli outlet.
>>
>> Mi sembra che se il Torino vuole starci dentro però si deve strutturare,
>> non si può gestire una seconda squadra con un team composto da un
>> osservatore orbo e una segretaria part-time, nonchè uno stadiolo in condivisione.
>
> My 2 cents: l'idea delle seconde squadre e` una iattura per N motivi:
> - Falsano fortemente il campionato in cui militano. Pensiamo il caso di
> un'Udinese squadra-B in questa stagione che (da quello che si capisce)
> avrebbe militato in C1 o come l'hanno chiamata. L'Udinese "normale" a
> inizio anno non pensava certo di finire nella bagarre retrocessione, e
> mettiamo che avesse messo i suoi migliori prospetti globalizzati (una
> specialità della casa fra l'altro) a farsi ossa e vetrina in C1.
> Magari andava a dominare il girone, o almeno a giocarsi fino all'ultimo
> la promozione (in B).
> Poi l'Udinese normale c'ha un Grosso tracollo (pun intended) ... che
> succede? Le 2 Udinesi non possono
> finire nel 2018-19 entrambe in serie B ... quindi la squadra B deve
> tirare il freno nella parte cruciale della stagione e "giocare a non
> essere promossa" ... magari questo e` un caso limite, ma si possono fare
> tanti altri scenari. Io fossi una società` di serie C sarei parecchio incazzato.
> - Aumentano la sperequazione fra "have" and "have nots" in Serie A,
> perché ci sono quelli che non hanno problemi a mettere in campo le
> strutture (einfrastrutture) per mantenere e far giocare 2 campionati a 2
> squadre e poi ci sono tutti gli altri.
> - Soprattutto le grandi potranno anche pagare due rose di livello
> (dividendo fra squadra A e B solo in base a "giocatori affermati" vs.
> "prospetti per futuri campioni" ma pagando quello che serve anche per
> questi ultimi) Adesso le grandi hanno un disincentivo a mettere sotto
> contratto "scommesse" o giocatori non completamente pronti per
> l'altissimo livello, un disincentivo che e` stato in questi anni l'unica
> leva per molte delle "piccole" e "medie" per poter emergere di tanto in
> tanto, scoprendo non solo
> "the next big thing" (e.g. Dybala a Palermo) ma anche cercando di avere
> un migliore scouting e arricchendo rose a e portafoglio di conseguenza.
> Con le squadre B questo disincentivo crolla.
> - Come corollario del punto sopra, le seconde squadre riportano
> surrettiziamente in auge il "rastrellamento" di talenti promettenti da
> parte delle "grandi" a cui era stato messo un qualche freno con le rose
> limitate a (+ o -) 25 solo un paio di anni fa. Soprattutto se le rose
> fra squadra A e B saranno "permeabili" in corso di campionato (sembra che
> si possa mandare un Higuain o un Biglia in bacino di carenaggio nella
> seconda squadra a riprendere la forma, ma anche promuovere la promessa
> che esplode in prima squadra, magari se il Ghoulam di turno si infortuna)
>
> Se non per fare questi ulteriori favori e favoritismi alle grandi società`,
> non si capisce quale sia la necessita` di inserire
> seconde squadre in un campionato professionistico minore, soprattutto dato che
> ci sono le Primavera e c'e` anche la possibilità per lo stesso "patron"
> di possedere piu` squadre che fanno quindi da "satellite" alla
> principale, in altri Paesi (vedasi Pozzo, mi pare anchePreziosi e
> addirittura in Italia (vedasi Salernitana di Lotito). Mettessero invece
> un vincolo a investire almeno X% del fatturato
> nel settore giovanile e un altro Y<X per la Primavera ...
>
> Noterei anche che i presunti vantaggi delle seconde squadre in altri
> Paesi europei che ci indicano e di cui molti vanno pontificando come la
> soluzione a tutti i problemi del calcio italiano sono di nuovo i vantaggi
> per le grandi e grandissime di quei Paesi (forse con l'eccezione virtuosa
> della Premier League).
>

Mi attacco a caso alla discussione.,,

Dunque... se ho letto bene lâ??articolo saranno squadre under 21 con 3 fuori
quota.
Il giocatore della squadra A potrà giocare in squadra B solo se ha meno di
5 presenze in squadra A.
Non la vedo così negativa, anzi...
Da una parte ti trovi con dei giovani che, finita la trafila delle
giovanili, non sono pronti a fare il salto in serie A (e nemmeno B) e
stanno spesso a svernare in panchina in prestito.
In questo modo li metti subito a crescere in un calcio â??veroâ? in cui
avranno modo di giocare titolari. Inoltre dai un poâ?? di â??birraâ? anche alla
serie C: sicuramente ti fa più incasso e interesse la partita con le
minimerde o con il minidiavolo che con una squadra â??veraâ?di C, fatta di
onesti scarponi nella loro dimensione di mediocrità.

A me pare una buona idea e non la vedo cosi disastrosa come voi. Si parla
sempre e comunque di una squadra giovanile, non di una squadra di seconde
scelte. Una squadra goovanile che, arrivata alla fine del percorso
primavera, permette ai giovani di non â??perdersiâ? nel nulla

andrea@Home

11/05/2018 10:52:27

0

On 11/05/2018 07:19, AlexBi wrote:

> A me pare una buona idea e non la vedo cosi disastrosa come voi.

Meno male, cominciavo a preoccuparmi :)

A me invece sembra una cazzata.

> sempre e comunque di una squadra giovanile, non di una squadra di seconde
> scelte. Una squadra goovanile che, arrivata alla fine del percorso
> primavera, permette ai giovani di non â??perdersiâ? nel nulla

Già oggi, quasi tutti mandano i giovani usciti dalla primavera in serie
C, pure noi ne abbiamo quanti, 4 o 5 che girano in C, più altri 2 o 3 in
B. Quindi non si capisce quale sarebbe il vantaggio, la possibilità di
averne 20 invece di una decina ?

Lo sappiamo pure noi, che a meno di eventi non prevedibili, da una
primavera ne tiri fuori al più 5 o 6 che possono sperare di fare i
professionisti in Italia. E se la primavera è forte, perché immagino che
dalla primavera della lazio di quest'anno manco ne escono 5
potenzialmente professionisti.

Tra l'altro, non mi pare di aver letto che la richiesta è la
provenzienza dalle giovanili, quindi il rischio (già al momento
concreto) è di avere in C seconde squadre piene di stranieri giovani,
soprattutto dai paesi in via di sviluppo.

E per finire, come ha detto AdL (in mezzo alle cazzate tipo che anche
con mazzarri so' arrivati secondi), la Serie C è un campionato del
cacchio, dove giochi spesso in campi improvvisati e spesso più a calci
che a calcio, con i consiguenti rischi ai malleoli di giovani
prosepetti, che nel dopo Neymar pure loro costano una cifra.

Se proprio devo fare una previsione, secondo me stanno
istituzionalizzando il modello Parma, la fabbrica delle plusvalenze
inventate per aggirare il FPF. Immaginate l'Inter o il Milan, alla
peggio vende 5 giocatori della squadra B, piazzati li a costo 0 a
prendere calci, a 5/10 , milioni a qualcuno compiacente che li rimette
in un'altra squadra B a prendere calci, ma dichiara sti 30/50 milioni di
plusvalenze che acquietano la UEFA. Poi basta far qualche manovra di
comodo e questi spariscono a giocare chissà dove.

Forza TORO

Andrea

AlexBi

11/05/2018 13:01:21

0

Il giorno venerdì 11 maggio 2018 12:52:36 UTC+2, andrea@Home ha scritto:
> On 11/05/2018 07:19, AlexBi wrote:

> Tra l'altro, non mi pare di aver letto che la richiesta è la
> provenzienza dalle giovanili, quindi il rischio (già al momento
> concreto) è di avere in C seconde squadre piene di stranieri giovani,
> soprattutto dai paesi in via di sviluppo.

No. Leggi l'articolo postato da Bodo prima di schierarti a prescindere. Devono essere tessarati in italia da almeno 7 anni... essendo buoni per l'under 21 è facile fare il conto