[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.nuoto

FA resp. laterale vs. resp. frontale

MadLuke

18/04/2012 08:01:08

Tra questo
http://www.youtube.com/watch?v=ssI5L5OroMg&featur...

e questo:
http://www.youtube.com/watch?v=dKn5k_SMPXM&featur...

qual'è meno peggio?

Ciao e grazie, MadLuke.

PS. Si sconsiglia la visione di questi video ai minori di 14 anni e persone facilmente impressionabili. :-(

7 Risposte

flybu

18/04/2012 09:11:03

0

Sembra che MadLuke abbia detto :
> Tra questo

> e questo:

a me piace piu' la frontale ma respirerei almeno ogni 2 bracciate per
dare un minimo di fluidita' alla nuotata altrimenti mi da l'impressione
di essere troppo a strappi.
non ho idea se ne fai di ex al riguardo ma la frequenza e' sempre
quella sia che tu faccia 25-50 o 100? o riesci ad incrementare un po'
la velocita'? mi sembri cadere un po' nell'acqua ogni volta che riporti
avanti le braccia invece di andare subito in presa e spingere dietro ,
come se ci fosse una piccola pausa.

my 2 cents

--
f.
www.milanonuotomaster.it


MadLuke

18/04/2012 09:50:09

0

Per entrambe le versioni, quello è il mio ritmo "medio-sostenuto".
Con resp ogni 2 riesco a fare 40 m., davvero, non arrivo a 50.
(E non ditemi che devo fare allenamenti specifici perché sono già 5 anni che faccio i master, e anche a SL, quando si nuota poche resp. tutti i compagni, anche i più lenti, mi passano sulle orecchie. Non ho polmoni e non ho margine di miglioramento, stop.)

E lo so: nuoto un po' delfinetto. :-(
Da un paio di settimane sto cercando di lavorare sulla frequenza/continuità: impiegando meno tempo per ogni ciclo, aumento un pochino anche la frequenza delle respirazioni che per me sono la morte.
Alcuni mesi fa avevo anche iniziato ad anticipare la respirazione, così da stare più piatto, però mi sono "distratto" con le gambe, di cui devo ridurre l'ampiezza e aumentare la frequenza... Ho duemila cose su cui devo lavorare..! :-(

Ciao e grazie, MadLuke.

flybu

18/04/2012 15:42:57

0

Scriveva MadLuke mercoledì, 18/04/2012:
> Per entrambe le versioni, quello è il mio ritmo "medio-sostenuto".
> Con resp ogni 2 riesco a fare 40 m., davvero, non arrivo a 50.
> (E non ditemi che devo fare allenamenti specifici perché sono già 5 anni che
> faccio i master, e anche a SL, quando si nuota poche resp. tutti i compagni,
> anche i più lenti, mi passano sulle orecchie. Non ho polmoni e non ho margine
> di miglioramento, stop.)

hai fatto raffronti tra la tua capacita' polmonare e quella di qualche
tuo compagno?
e comunque la frequenza e velocita' la si migliora sul breve non sul
100 di sicuro: per cui gran 12,5 e 25 al massimo imho dopo avere
acquisito fluidita' e gesto corretto sul breve"piano",
una volta che acquisisci velocita' e frequenza sul breve poi li porti
sulle distanze piu' lunghe con i 100frazionati prima ai 25 con pausa
larga e poi sulle varie combinazioni 25+25+50(ruota il 50 a
piacere)fino al 75+25 ela prova della distanza gara(il 100 intero) su
colpo singolo

lavorare al massimo sul delfino su distanze superiori ai 50 metri per
gente come noi perde di significato in frettissima perche'il gesto
decade alla velocita' della luce
>
> E lo so: nuoto un po' delfinetto. :-(
> Da un paio di settimane sto cercando di lavorare sulla frequenza/continuità:
> impiegando meno tempo per ogni ciclo, aumento un pochino anche la frequenza
> delle respirazioni che per me sono la morte. Alcuni mesi fa avevo anche
> iniziato ad anticipare la respirazione, così da stare più piatto, però mi
> sono "distratto" con le gambe, di cui devo ridurre l'ampiezza e aumentare la
> frequenza... Ho duemila cose su cui devo lavorare..! :-(

si ma non devi lavorare in maniera reiterata sul delfino secondo me.
nuotalo solo se lo fai come vuoi tu o se chi ti segue vede la frequenza
e la fluidita' giusta : fare 20x50 a delfino non serve a una cippa

20x50 1° 10m 2° 15 3° 25 lunghi ai 50 4° sciolto
secondi 4 arrivando a fare il 3° con il 25 intero 1 secondo piu' veloce
della prima serie mantenendo inalterate le respirazioni(ogni due
obbligatorio,3 in partenza) e via così.

non esiste : "non ho margine di miglioramento"
esiste : il margine c'e' , piccolo magari ma c'e', sempre. di tecnica
di forza di velocita' di testa

a meno che tu non abbia 80anni obviously

my 2 cents again

--
f.
www.milanonuotomaster.it


peter

18/04/2012 16:04:34

0

Il 18/04/2012 10.01, MadLuke ha scritto:
> Tra questo
> http://www.youtube.com/watch?v=ssI5L5OroMg&featur...
>
> e questo:
> http://www.youtube.com/watch?v=dKn5k_SMPXM&featur...
>
> qual'è meno peggio?

direi che fanno sufficientemente schifo entrambi :-)

non basta buttare le braccia davanti per nuotare delfino..
Il nocciolo del delfino è nel movimento ondulatorio di tronco e gambe,
se manca quello non c'è delfino. Non è una questione di forza, ma di
coordinazione.
Tu sei due pezzi di legno attaccati con un filo che sbatacchiano in acqua...

MadLuke

19/04/2012 09:31:03

0

> direi che fanno sufficientemente schifo entrambi :-)
> non basta buttare le braccia davanti per nuotare delfino..
> Tu sei due pezzi di legno attaccati con un filo che sbatacchiano in acqua....

Quest'anno la giornata mondiale dell'autostima l'organizzi tu, vero? :-)

Eppure riguardandomi adesso vedo che nel corso dei 100 vado progressivamente verticalizzandomi (proprio per verificare questo non ho voluto fare la ripresa sui 50) e comunque con la laterale sono sempre più basso che con la frontale (per quanto sempre troppo, trattandosi di laterale).

Erano due settimane che facevo solo resp. laterale e la schiena ringraziava; mi è bastata mezza lezione con la frontale e stamattina la schiena l'ho "sentita".
Mi secca che con la frontale, nonostante l'abbia fatta dopo quando ero più stanco ho fatto -3" rispetto alla laterale, pur senza cercare nulla, avrei preferito il contrario. :-(

L'istruttore dice che devo partire dal riorganizzare la gambata che deve essere ampiezza ridotta e frequente, il resto viene di conseguenza. Così è più delfinetto che delfino.

Ciao, MadLuke.

peter

19/04/2012 09:44:24

0

Il 19/04/2012 11.31, MadLuke ha scritto:

> Così è più delfinetto che delfino.
>
> Ciao, MadLuke.

nella tua nuotata di delfino o delfinetto c'è molto poco IMOH.
Peraltro per nuotarlo bene ci vorrebbe un'ottima mobilità di tutto il
rachide, cosa che non tutti hanno, anzi.
Vedere il delfino nuotato male è sempre una gran pena per gli occhi,
cosi come un bel delfino è un piacere da guardare
http://www.youtube.com/watch?v=pSMp0U38CDw&featu...
:-)

MadLuke

19/04/2012 16:39:16

0

Si, conoscevo anche io questo video, è quello che io chiamo "poesia in movimento".

Ciao, MadLuke.