[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.arti-marziali

Non c'e' tre senza quattro

mentoruccio

26/10/2011 08:05:00

E fu cosi' che i nostri eroi partirono in una tranquilla mattinata di
ottobre per Lido di Ostia.

Trascuriamo il fatto che ero in anticipo di quasi mezz'ora all'arrivo
a Civitavecchia, e che all'arrivo al PalaFIJLKAM ero in ritardo di
venti minuti... L'accoppiata navigatore-traffico di zombi mi ha
rovinato.

Arrivato, mi cambio a razzo, presento la documentazione grazie
all'aiuto del buon vecchio Bluedrago, la' presente anche lui, e mi
riscaldo rapidamente. Intanto, do' un'occhiata ai praticanti.

Ah, ma i miei piccoli lettori vorranno sicuramente sapere dove ero e
per qual motivo. Bene (cioe', male): ero, assieme al vecchio drago e
al mio compagno di palestra Emanuele, al PalaFIJLKAM a Lido di Ostia,
per sostenere l'esame di qualifica a quarto Dan (eeeeeeeeh,
addirittura).

Gli esaminandi provenivano dalle regioni italiane, tra cui Toscana,
Umbria, Lazio, insomma tutte.

Il programma d'esame per il IV dan consiste, questo quadriennio, nella
presentazione di una tesi (un argomento a scelta fra tre) e di un
kata, piu' bunkai - chiedevano l'applicazione di alcune sequenze
particolari.

Dopo un'oretta di attesa vengo chiamato nientemeno che dall'VIII dan
"Bibi" Gufoni, il quale mi chiede di esporre la mia tesi a grandi
linee. Avendo presentato una tesi sulle origini e l'evoluzione del
kata Gojushiho sho, mi chiede di lasciargliela - vengo poi a scoprire
che, in quella occasione, in pochissimi abbiamo presentato una tesi
sulla storia di un kata.

Argomento difficile, in effetti: ho scoperto che le origini dei kata
cosiddetti "superiori" e "avanzati" sono spesso avvolte non solo nel
mistero, ma anche in una nebbia di voci, mezze verita' e complete
sciocchezze, spesso tramandate come verita' assolute SENZA ALCUNA
DIMOSTRAZIONE. Partendo da un'ottica scientifica ho dovuto sfrondare
molto... Per avere informazioni piu' certe avrei dovuto come minimo
partire per la Cina e poi per Okinawa, purtroppo ho dovuto
accontentarmi :-)

Dopo aver enunciato la mia tesi, il M° Gufoni mi chiede di mostrargli
l'esecuzione del mio Soochin.

Eseguo (non un granche' a mio parere, ma quale giustificazione vi
diro' che avevo dormito meno di quattro ore la sera precedente, che
350 km di viaggio sono abbastanza stressanti e che in fondo ero un po'
teso, via! :D ), e successivamente chiamo il mio compagno per mostrare
il bunkai da me studiato. Dopo la prima tecnica mi fermo, guardo il M°
il quale mi fa: "Continua!" e mi ritrovo a eseguire tutto il kata,
mentre gli esaminandi prima di me erano stati tutti fermati dopo un
paio di tecniche al massimo... Mah?!?

Vabbe'. Alla fine il Pres. Pellicone, dopo un minuto di silenzio per
la morte (occorsa pochi minuti prima) di Simoncelli, proclama il
passaggio di tutti gli esaminandi al IV dan e di una al V, non senza
aver dato qualche lieve critica - pare che qualcuno, infatti, non
abbia avuto abbastanza fiducia in se stesso da scrivere un lavoro
originale e sia ricorso a copie selvagge di lavori precedenti. Mah.

Alla fine di questo noiosissimo post mi lascio andare a qualche
commento.

Premesso che capisco la tensione, la stanchezza, il sonno e molti
altri fattori giustificativi, penso comunque che la maggior parte
degli esaminandi non fosse pronta nemmeno per il II dan.

Certo, ricordavano il loro kata (alcuni di loro NO: hanno fatto
confusione nell'esecuzione :-( ), e certo, avevano studiato qualche
bunkai. MA.

MA, una volta arrivato al II/III dan, a mio parere un karateka
dovrebbe aver conosciuto il suo corpo a un livello abbastanza profondo
da sapere come usarlo per generare forza. Dovrebbe sapere come
muoversi in maniera integrata, un tutto unico e armonioso. Cio' che io
ho visto all'esame, spesso, era qualcosa di diverso e in certi casi
deludente.

Cerco di spiegarmi. Una tecnica di combattimento dovrebbe, a mio
parere, essere portata con il supporto di tutto il corpo, utilizzando
il movimento per generare la forza da incanalare nell'arto. In kata
sofisticati come Soochin e Gojushiho questo discorso e' ancora piu'
importante, visti i movimenti effettuati e le particolarita' dei
due...

Invece quel che ho visto in troppi atleti era un atteggiamento
dilettantesco da principiante: raggiungo la posizione e mi fermo,
eseguendo la tecnica dopo. Oppure: spalle alte, posizioni traballanti
e movenze scoordinate (!). O ancora, braccia e arti tesi e rigidi,
posizioni lunghissime nel tentativo di assomigliare ad atleti di
livello internazionale (se io non sono Valdesi, perche' dovrei
imitarlo nell'aspetto esteriore?!?).

E altro ancora, se vogliamo trascurare un paio di atleti che si sono
addirittura bloccati nell'esecuzione e alcune tecniche che io non
esito a definire SBAGLIATE. Al IV dan.

Nonostante tutto, sono tutto sommato relativamente soddisfatto. Non
tanto del risultato, quanto del lavoro fatto finora. Sembra che questi
18 anni non siano stati poi buttati via... Anche se l'eta' si fa
sentire :-)

Commenti, critiche, insulti e flame sono ben accetti, come al
solito...

Mentore

33 Risposte

Gackeen

27/10/2011 09:08:54

0

Sembra che mentoruccio abbia detto :


> Arrivato, mi cambio a razzo, presento la documentazione grazie
> all'aiuto del buon vecchio Bluedrago, la' presente anche lui, e mi
> riscaldo rapidamente. Intanto, do' un'occhiata ai praticanti.

Intanto congratulazioni a te e Antonio.
Omedetoo

> Dopo un'oretta di attesa vengo chiamato nientemeno che dall'VIII dan
> "Bibi" Gufoni, il quale mi chiede di esporre la mia tesi a grandi
> linee. Avendo presentato una tesi sulle origini e l'evoluzione del
> kata Gojushiho sho, mi chiede di lasciargliela - vengo poi a scoprire
> che, in quella occasione, in pochissimi abbiamo presentato una tesi
> sulla storia di un kata.

Due cose.
1) Sarei MOLTO interessato a leggerla. Me la puoi inviare in pvt? Non
la divulgherò
2) Porti un tesi su Gojushiho e poi pratichi Sochin? :-)


orso

27/10/2011 15:48:09

0

mentoruccio <mentore.siesto@libero.it> wrote:

> Ah, ma i miei piccoli lettori vorranno sicuramente sapere dove ero e
> per qual motivo. Bene (cioe', male): ero, assieme al vecchio drago e
> al mio compagno di palestra Emanuele, al PalaFIJLKAM a Lido di Ostia,
> per sostenere l'esame di qualifica a quarto Dan (eeeeeeeeh,
> addirittura).
>
>
> Mentore

accidenti, ma lo danno proprio a tutti 'sto IV Dan, allora! :-)
Complimentoni alla grande!!!
Colin.

cosentino.mario

31/10/2011 18:19:50

0

On 26 Ott, 09:05, mentoruccio <mentore.sie...@libero.it> wrote:
> E fu cosi' che i nostri eroi partirono in una tranquilla mattinata di
> ottobre per Lido di Ostia....

Stra-cut

> Commenti, critiche, insulti e flame sono ben accetti, come al
> solito...

Come al solito ?
Come al solito un bel complimento per il tuo ottimo esame e per gli
Amici che ti hanno accompagnato !

L'unica critica possibile è diretta alla sigla federale, lo sai come
vanno queste...
;-)

Maestro Mario Cosentino
Juko Junior Club
Milano

samurai

01/11/2011 18:26:52

0

On 10/26/2011 10:05 AM, mentoruccio wrote:

> Nonostante tutto, sono tutto sommato relativamente soddisfatto. Non
> tanto del risultato, quanto del lavoro fatto finora. Sembra che questi
> 18 anni non siano stati poi buttati via... Anche se l'eta' si fa
> sentire :-)

Per curiosita' quanti anni hai?

Mentore Siesto

01/11/2011 18:27:11

0

Il giorno Thu, 27 Oct 2011 09:08:54 UTC, Gackeen
<ANDIAMOABERLINOgackeen@ifmq.com> ha scritto:

> Sembra che mentoruccio abbia detto :
>
>
> > Arrivato, mi cambio a razzo, presento la documentazione grazie
> > all'aiuto del buon vecchio Bluedrago, la' presente anche lui, e mi
> > riscaldo rapidamente. Intanto, do' un'occhiata ai praticanti.
>
> Intanto congratulazioni a te e Antonio.
> Omedetoo

GRAZ :)

> > Dopo un'oretta di attesa vengo chiamato nientemeno che dall'VIII dan
> > "Bibi" Gufoni, il quale mi chiede di esporre la mia tesi a grandi
> > linee. Avendo presentato una tesi sulle origini e l'evoluzione del
> > kata Gojushiho sho, mi chiede di lasciargliela - vengo poi a scoprire
> > che, in quella occasione, in pochissimi abbiamo presentato una tesi
> > sulla storia di un kata.
>
> Due cose.
> 1) Sarei MOLTO interessato a leggerla. Me la puoi inviare in pvt? Non
> la divulgherò

Guarda, penso proprio che dopo aver sistemato alcune cose la
pubblichero' sul sito della palestra. Vi faro' sapere ;-)

> 2) Porti un tesi su Gojushiho e poi pratichi Sochin? :-)

Pensi che io non abbia provato a studiare le origini del Soochin?
Gojushiho sho e' pesantissimo fisicamente e per ora non riesco a farlo
bene. Soochin mi e' piu' congeniale in questo periodo... Ma la sua
storia e' MOLTO PIU' CONFUSIONARIA di quella di Gojushiho!!!

Mi piacerebbe fare altre ricerche... Prima o poi...

me

Mentore Siesto

01/11/2011 18:29:53

0

Il giorno Thu, 27 Oct 2011 15:48:09 UTC, Colin82iP
<address_is@invalid.invalid> ha scritto:

> mentoruccio <mentore.siesto@libero.it> wrote:
>
> > Ah, ma i miei piccoli lettori vorranno sicuramente sapere dove ero e
> > per qual motivo. Bene (cioe', male): ero, assieme al vecchio drago e
> > al mio compagno di palestra Emanuele, al PalaFIJLKAM a Lido di Ostia,
> > per sostenere l'esame di qualifica a quarto Dan (eeeeeeeeh,
> > addirittura).
> >
> >
> > Mentore
>
> accidenti, ma lo danno proprio a tutti 'sto IV Dan, allora! :-)

E' vero! :-)

C'erano terzi dan che a mio parere non andavano bene nemmeno per il
primo. Quanto a me, poi, beh... Basta pagare :D

> Complimentoni alla grande!!!

Grazie cumpa :D

me

Mentore Siesto

01/11/2011 18:30:16

0

Il giorno Mon, 31 Oct 2011 18:19:50 UTC, Mario Cosentino
<cosentino.mario@gmail.com> ha scritto:

> On 26 Ott, 09:05, mentoruccio <mentore.sie...@libero.it> wrote:
> > E fu cosi' che i nostri eroi partirono in una tranquilla mattinata di
> > ottobre per Lido di Ostia....
>
> Stra-cut
>
> > Commenti, critiche, insulti e flame sono ben accetti, come al
> > solito...
>
> Come al solito ?
> Come al solito un bel complimento per il tuo ottimo esame e per gli
> Amici che ti hanno accompagnato !
>
> L'unica critica possibile è diretta alla sigla federale, lo sai come
> vanno queste...
> ;-)

Lo so :-)

Grazie a tutti.
me

Mentore Siesto

01/11/2011 21:59:27

0

Il giorno Tue, 1 Nov 2011 18:26:52 UTC, samurai <sam@ur.ai> ha
scritto:

> On 10/26/2011 10:05 AM, mentoruccio wrote:
>
> > Nonostante tutto, sono tutto sommato relativamente soddisfatto. Non
> > tanto del risultato, quanto del lavoro fatto finora. Sembra che questi
> > 18 anni non siano stati poi buttati via... Anche se l'eta' si fa
> > sentire :-)
>
> Per curiosita' quanti anni hai?

40 :-)

Mentore

samurai

02/11/2011 08:05:47

0

On 11/01/2011 10:59 PM, Mentore Siesto wrote:
> Il giorno Tue, 1 Nov 2011 18:26:52 UTC, samurai<sam@ur.ai> ha
> scritto:
>
>> On 10/26/2011 10:05 AM, mentoruccio wrote:
>>
>>> Nonostante tutto, sono tutto sommato relativamente soddisfatto. Non
>>> tanto del risultato, quanto del lavoro fatto finora. Sembra che questi
>>> 18 anni non siano stati poi buttati via... Anche se l'eta' si fa
>>> sentire :-)
>>
>> Per curiosita' quanti anni hai?
>
> 40 :-)

io a quell'eta' ho iniziato a fare karate purtroppo, adesso ne ho 47 e i
limiti dell'eta' si sentono tutti purtroppo.
Proprio ieri mi sono preso una bella botta in fronte, 4 punti :-(

Aldo Borgonovo

02/11/2011 08:43:29

0

On Nov 2, 9:05 am, samurai <s...@ur.ai> wrote:
> >> Per curiosita' quanti anni hai?
>
> > 40 :-)
>
> io a quell'eta' ho iniziato a fare karate purtroppo, adesso ne ho 47 e i
> limiti dell'eta' si sentono tutti purtroppo.
> Proprio ieri mi sono preso una bella botta in fronte, 4 punti :-(

Coraggio, anche io ho iniziato a quell'eta' e dopo 11 anni di
allenamento dovrei sostenere l'esame per il II dan, sempre che riesca
a prepararmi in maniera decente, anche se, come fa notare Mentore, gli
esami FIJLKAM ogni tanto lasciano perplesso anche un ignorante come
me.

Ciao
Aldo