[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.americani

[NBA] Gli umori a Miami

7 Risposte

Ugo

08/03/2011 09:04:42

0

On 7 Mar, 18:26, "FrancoC" <f.ce...@libero.it> wrote:
> http://sports.yahoo.com/nba/news;_ylt=Ancw5yc2qDzUv.IfpxAvq......

Boh, per il momento il caso mi sembra abbastanza costruito, i
giornalisti buttano benzina su Miami sapendo che una fiammella ci deve
essere, specie in un periodo no.
IMHO Wade per il momento ha fatto il santo, rinunciando ai soldi, a
essere l'unica stella, fino ad avere la palla in mano sia durante la
gara che nei momenti scottanti. Forse l'andazzo dovrebbe un pò
cambiare, anche perchè la distanza in senso assoluto tra lui e Lebron
non giustifica tale sproporzione, senza contare che nei momenti
critici Wade ha una reputazione decisamente migliore, nonchè un anello
da mostrare a riguardo.
Ora bisogna vedere se Wade rimane santo ad libitum (ma non fa bene a
nessuno IMO) o se James fa un passo indietro (già ha ammesso i suoi
errori, è un passo avanti rispetto al passato).
L'alternativa (mandare tutto a puxxane) non mi pare possibile dopo 1
stagione di un progetto che dovrebbe avere un respiro di almeno 6
anni.
Il progetto, come ho già scritto, è nato con alcuni difetti di fondo.
Bisogna vedere se a Miami si sceglie di accettarli, conviverci e
superarli con i grandissimi mezzi a disposizione oppure se si
preferisce ignorarli, negarli e continuare a essere una squadra
fortissima che non domina come potrebbe.

(FrancoC)

08/03/2011 13:46:47

0


"Ugo" <usirtori@yahoo.it> ha scritto nel messaggio
news:d3784e56-1a32-4212-8820-98d548e1c213@u6g2000vbh.googlegroups.com...
On 7 Mar, 18:26, "FrancoC" <f.ce...@libero.it> wrote:
> http://sports.yahoo.com/nba/news;_ylt=Ancw5yc2qDzUv.IfpxAvq......

>Boh, per il momento il caso mi sembra abbastanza costruito, i
>giornalisti buttano benzina su Miami sapendo che una fiammella ci deve
>essere, specie in un periodo no.
[cut]
Beh, da come si evince anche dal tuo post il caso non mi sembra poi
tantissimo costruito, secondo me la sconfitta contro i Bulls e il modo in
cui si è generata pesa moltissimo e potrebbe rappresentare
un momento centrico negli equilibri in gioco fra Lebron e Wade e di
conseguenza nella stagione degli Heat.
E' evidente che Wade potrebbe cominciare a patire lo strabordante ego di
Lebron, probabilmente perchè lui stesso non è della pasta di Kobe e Lebron,
qualche volta gli piace stare più defilato,
patisce uan situazione che si è un pò auto-imposto. E' un fatto però, vedi
ultimi secondi contro i Bulls, che il Sig. Lebron, mancando di un arresto a
tiro di cui lui per primo non si fida ciecamente (e sia Kobe che Wade in
quella situazione avrebbero probabilmente fatto un arrestone con tiro) si
butta dentro e fà la ciofeca di tiro (cit.) che ha fatto.
Ora credo che questo non sia un banale episodio, ma dimostra che: Lebron ha
dei vizi tecnici che si porta dietro da sempre e dai quali non riesce a
emanciparsi, che Dwayne (come c'è scritto nel pezzo linkato) potrebbe
cominciare a rompersi i maroni a non vedere transitare la palla nelle sue
mani negli ultimi secondi.
Non mi sembra tutto ciò cosa di poco conto. Ovviamente chiariti questi non
secondari aspetti, Miami ne ha altri mille da mettere a posto... ma
certamente trovare un (difficile) equilibrio fra questi due è un fatto
imprescindibile.

FrancoC


Ugo

08/03/2011 16:14:09

0

On 8 Mar, 14:46, "FrancoC" <f.ce...@libero.it> wrote:

> Beh, da come si evince anche dal tuo post il caso non mi sembra poi
> tantissimo costruito,

Guarda , che dell'arrosto ci sia non dubito, come potrebbe non
esserci?
Le dichiarazioni dei protagonisti però non erano granchè per montare
una polemica: James dice: scusate ho tradito la mia squadra (ok ha
detto mia, ma in effetti è la sua perchè è dove gioca), Wade ha detto
più che altro che tutti son contenti perchè Miami fa fatica, facendo
più che altro polemica con l'esterno (Mourinho docet).

> E' evidente che Wade potrebbe cominciare a patire lo strabordante ego di
> Lebron, probabilmente perchè lui stesso non è della pasta di Kobe e Lebron,
> qualche volta gli piace stare più defilato,

Beh, meno male che non è della stessa pasta, altrimenti saremmo già
agli insulti tipo Kobe-Shaq. Le dichiarazioni di questi 2 erano di
tutt'altro tenore.

> Dwayne (come c'è scritto nel pezzo linkato) potrebbe
> cominciare a rompersi i maroni a non vedere transitare la palla nelle sue
> mani negli ultimi secondi.

Questo è verissimo, lo suggerivo anch'io. Per tante buone ragioni
sarebbe la cosa più logica, il passo indietro spetta a James.

> Non mi sembra tutto ciò cosa di poco conto. Ovviamente chiariti questi non
> secondari aspetti, Miami ne ha altri mille da mettere a posto... ma
> certamente trovare un (difficile) equilibrio fra questi due è un fatto
> imprescindibile.

Beh, non esageriamo però, han sempre uno dei migliori record della
lega, non distantissimo da quello di Boston capolista ad Est.
Di aggiustamenti da fare ce ne son parecchi, ma la situazione è
tutt'altro che disastrosa.
Concordo invece sul fatto che non si prescinde da un accordo tra i 2
capibranco.
Sono comunque legati mani e piedi dai contratti che han firmato e
dall'orgoglio di non ammettere il fallimento. Per riuscire a non
trovare un accordo ragionevole, Lebron dovrebbe dimostrarsi un
narcisista incorreggibile.

(FrancoC)

08/03/2011 16:42:56

0


"Ugo" <usirtori@yahoo.it> ha scritto nel messaggio
news:af595b5b-5401-4724-8d5b-05384bbc2b35@e9g2000vbk.googlegroups.com...
On 8 Mar, 14:46, "FrancoC" <f.ce...@libero.it> wrote:

>Beh, non esageriamo però, han sempre uno dei migliori record della
>lega, non distantissimo da quello di Boston capolista ad Est.
>Di aggiustamenti da fare ce ne son parecchi, ma la situazione è
>tutt'altro che disastrosa.

Attenzione però, gli Heat sono 14-18 con squadre con record superiore al 50%
!!!! è questo che preoccupa.
La sensazione, che non è una sensazione, è che gli Heat contro squadre
forti, ma soprattutto con difese solide e strutturate giocano male,
cominciano ad andare 1 vs.1, e poi perdono ....insomma non è tanto un
problema di record ma il fatto che in questo momento siano "perdenti" contro
le migliori. Detto questo, il processo di costruzione passa anche attraverso
le sconfitte e la sofferenza ...i Celtics sono diventati quelli del Titolo
2008, durante il primo turno dei Playoffs vinto alla settima contro gli
Hawks, soffrendo di brutto. Li è scattato qualcosa ... un alchimia quasi
magica oserei dire, che li ha portati al Titolo.
Questa trasformazione da squadra di All Stars a Squadra a tutto tondo non è
ancora avvenuta negli Heat ....e i playoffs sono vicini ..... ma ripeto,
potrebbe scattare qualcosa anche da domani , le dichiarazioni di Wade (alla
Mourinho) forse vanno anche in questa direzione .....creare le condizione
per essere "in missione" .....noi contro tutti. Potrebbe servire.
Qualcun'altro potrebbe dire che Spoelstra non è Doc Rivers ...ma potremmo
andare avanti per ore.....sarà bello vedere quello che succede.

>Concordo invece sul fatto che non si prescinde da un accordo tra i 2
>capibranco.
>Sono comunque legati mani e piedi dai contratti che han firmato e
>dall'orgoglio di non ammettere il fallimento. Per riuscire a non
>trovare un accordo ragionevole, Lebron dovrebbe dimostrarsi un
>narcisista incorreggibile.

E' quello che molti temono. Io che tendo sempre a pensare bene delle
persone, credo che Lebron farà il passo indietro, se necessario per vincere.

FrancoC


Ugo

09/03/2011 13:41:34

0

On 8 Mar, 17:42, "FrancoC" <f.ce...@libero.it> wrote:

> Attenzione però, gli Heat sono 14-18 con squadre con record superiore al 50%
> !!!! è questo che preoccupa.

Vero, ma non così strano che il record con chi è forte è peggiore che
con chi è debole... a metà stagione i LAL aveva giusto 2-3 W contro
squadre dal record positivo!!!
IMO il problema pratico maggiore è la mancanza di lunghi di calibro-
playoff, oltre alla mancata integrazione dei big 3.
E, come scrivevo già a inizio stagione, il rischio è che questi
difetti siano difficilmente eliminabili, visto che i lunghi non
crescono sugli alberi, Wade non diventerà mai Ray Allen nè Bosh
somiglierà mai a Shaq.

>...i Celtics sono diventati quelli del Titolo
> 2008, durante il primo turno dei Playoffs vinto alla settima contro gli
> Hawks, soffrendo di brutto.

Ricordo, ma qui c'è anche tanta leggenda. Se è vero che nessuno si
aspettava che quella serie andasse alla settima, è anche vero che i
Celts persero sempre per un pelo, mentre le W furono tutte dei
blowout... Insomma non andarono vicini a uscire come potrebbe sembrare.

Marcello V.

09/03/2011 13:47:31

0

>Wade non diventerà mai Ray Allen

perchè dovrebbe?
sono giocatori diversissimi...

--
Ciao
Marcello

***************************************************
Gesù appare all'Ikea.
Disorientati i teologi, questo dimostrerebbe che ha una moglie.
***************************************************

Ugo

09/03/2011 17:00:56

0

On 9 Mar, 14:47, "Marcello V." <a...@b.y.com> wrote:

> perch dovrebbe?
> sono giocatori diversissimi...

Esatto. Quello che volevo dire io è: Wade non sarà mai un giocatore
che dà il meglio di sè andando a cercarsi la tripla sugli scarichi di
Lebron.
Un giocatore alla Allen sarebbe stato molto più compatibile con il
prescelto, non a caso ai tempi Cleveland cercò di prendere Redd, altro
tiratore deluxe (allora).
Wade invece vorrà sempre il pallone tra le mani (come James) non
capitalizzerà le triple catch and shoot (come James).
Come dissi a inizio anno, Wade e James sono abbastanza simili da
essere difficilmente compatibili. E vedo difficile una loro
trasformazione.