[lnkForumImage]
Download FREE Software.

Confronta i prezzi di migliaia di prodotti.
News Forum Italiano
 Home | Login | Registrati | Ricerca 


 

Forums >

it.sport.sci

Rigidità per slalom/gigante

Luca85

24/04/2010 19:56:24

Domanda da ignorante: quanto rigidi si usano tipicamente gli sci per
slalom e per il gigante?
Immaginerei molto rigidi per lo slalom e mediamente flessibili quelli
lunghissimi per gigante.
O sbaglio e tendenzialmente si scelgono rigidi uguali o pure più
rigidi quelli da gigante?
12 Risposte

tiriamoavanti

26/04/2010 07:01:19

0

"Luca85" <l.pres8@gmail.com> wrote in message
news:1841085c-501f-4a89-aae5-857885f16002@y17g2000yqd.googlegroups.com...
> Domanda da ignorante: quanto rigidi si usano tipicamente gli sci per
> slalom e per il gigante?

in coppa? PUTRELLE!
Mi è capitato di mettere ai piedi un gs in Senales un par d'anni fa...
veramente ingirabili

lsd

26/04/2010 14:22:13

0


"Luca85" <l.pres8@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:1841085c-501f-4a89-aae5-857885f16002@y17g2000yqd.googlegroups.com...
>Domanda da ignorante: quanto rigidi si usano tipicamente gli sci per
>slalom e per il gigante?
>Immaginerei molto rigidi per lo slalom e mediamente flessibili quelli
>lunghissimi per gigante.
>O sbaglio e tendenzialmente si scelgono rigidi uguali o pure più
>rigidi quelli da gigante?

Non so quelli da speciale, ma ho avuto in mano per un po' degli stockli da
gigante usati in coppa ed erano impressionanti. Riuscivo a farli flettere
solo perche' peso 125 kg e sono molto potente di gambe. Se mi avessero messo
sotto i piedi due rotaie con gli spigoli affilati non avrei sentito la
differenza.
Poi, quando riuscivi pero' a farli lavorare volavi come il saturno 5.

lsd


Luca85

27/04/2010 19:19:13

0

> Non so quelli da speciale, ma ho avuto in mano per un po' degli stockli da
> gigante usati in coppa ed erano impressionanti. Riuscivo a farli flettere
> solo perche' peso 125 kg e sono molto potente di gambe. Se mi avessero messo
> sotto i piedi due rotaie con gli spigoli affilati non avrei sentito la
> differenza.

Ok, interessante.
Avevo una mezza idea che su sci molto lunghi fosse magari comodo avere
una rigidità "media".
Sapete per caso spiegarmi perchè è favorevole in gara avere sci così
rigidi?

lsd

30/04/2010 04:35:40

0


"Luca85" <l.pres8@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:cbd9e2d8-533b-48ef-ae0a-8329b89cbd46@f6g2000yqa.googlegroups.com...

>Sapete per caso spiegarmi perchè è favorevole in gara avere sci così
>rigidi?

Perche' quando tiri curve a 90 kmh sul vetro, o hai due putrelle o alla
seconda curva vai a raccogliere licheni nel bosco.
Il raggio di curvatura e' la combinazione della sciancratura e della
flessione dello sci. Se lo sci flette, automaticamente il raggio si riduce e
piu' vai veloce, aumentando la componente della forza centrifuga che
scarichi sullo sci, aumenta la flessione.

ciao

lsd


Luca85

01/05/2010 19:58:40

0

> Il raggio di curvatura e' la combinazione della sciancratura e della
> flessione dello sci. Se lo sci flette, automaticamente il raggio si riduce e
> piu' vai veloce, aumentando la componente della forza centrifuga che
> scarichi sullo sci, aumenta la flessione.

La forza centrifuga è m*v^2/r che effettivamente cresce (e parecchio!)
all'aumentare della velocità e cresce al diminuire del raggio della
curva. Fin qua ci sono. L'essere sul vetro quindi immaginerei che
serva perchè se no se si spinge così tanto con le gambe su un
materiale più morbido questo non fa reazione e si sprofonda e si hanno
effetti buffi, fin qua ancora ci sono.
Le formule del raggio di curvatura risultante dalla flessione dello
sci più sciancratura più angolo di attacco alla neve più inclinazione
della pista sotto ipotesi di conduzione perfetta le ho viste ed ho
cambiato pagina all'istante :D

Ma uno sci più molle necessariamente si incurva di più se sotto c'è il
vetro? Non basta la durezza della neve a bloccare la flessione sul
duro? Combinando anche con un diverso angolo di attacco?

A proposito...Sapete mica chi è che tiene le lezioni di fisica ai
corsi maestri della Lombardia? Mi hanno citato più volte questo
professore del politecnico di Milano ma non ho mai preso nota...
(Faccio il fisico di professione e mi piacerebbe approfondire a
livello avanzato l'argomento)

icextor

02/05/2010 10:28:13

0


> A proposito...Sapete mica chi è che tiene le lezioni di fisica ai
> corsi maestri della Lombardia? Mi hanno citato più volte questo
> professore del politecnico di Milano ma non ho mai preso nota...

Ma perche' ai maestri di sci vengono pure date lezioni di fisica a
livello ingegneristico? beh spero che prima debbano
dare almeno analisi 1 ghghhghghhgh

Chissa' se tomba al terzo palo della sua prima medglia olimpica
si e' ricordato che il coeff di attrito statico e' maggiore di quello
dinamico e ha risolto la matrice per trovare l'eq della curva che
descriveva
in quel momento ghhghghhghg


ciao

ICex

Luca85

02/05/2010 19:22:26

0

> Ma perche' ai maestri di sci vengono pure date lezioni di fisica a
> livello ingegneristico? beh spero che prima debbano
> dare almeno analisi 1 ghghhghghhgh

Immagino bene che non siano a livello ingegneristico. Immagina che
arriva uno che esce da un linguistico se ti metti a fare matematica un
po' troppo spinta va in crisi.
A fare i conti bene mettendo lagrangiane con reazioni bisognerebbe
prendere a fare i maestri solo quelli che hanno fatto i primi 2 anni
di fisica, ingegneria o matematica e basta. Con problemi per le
capacità sportive dei praticanti medi. :D :D


> Chissa' se tomba al terzo palo della sua prima medglia olimpica
> si e' ricordato che il coeff di attrito statico e' maggiore di quello
> dinamico e ha risolto la matrice per trovare l'eq della curva che
> descriveva

Il coefficiente di attrito probabilmente non gli serviva se non per
curiosità. L'eq della curva che descrive neanche, ma trovare la curva
migliore è un problema non da poco. C'è gente che ci studia e
parecchio.
Non so se conoscete gli sci del sig. Kessler. E' un artigiano svizzero
che li faceva tutti a mano (adesso ne ha anche una linea economica in
produzione seriale a tipo 1'000 euro il paio). Nello snowboard la sua
roba è lo standard, non si fa neanche pubblicità. Al punto che in
coppa del mondo su 30 atleti in gara 20 usano solo le sue tavole
(pagandole a prezzo pieno visto che essendo fatte a mano da lui non le
può regalare promozionalmente per rifarsi con il grande pubblico,
visto che non fa modelli per uso amatoriale, soprattutto come prezzi).
Alcuni anni sui primi 6 in coppa del mondo 5 avevano usato sue
tavole.
Nello sci non so se è altrettanto famoso, mi farebbe piacere sapere se
qualcuno ha mai provato i suoi sci.
Lui ha depositato dei brevetti per una forma diversa non circolare di
sciancratura soprattutto di punta e coda dove lo sci fa contatto
quando appoggiato a terra prima che ci si metta su lo sciatore.
Sostiene che coi suoi conti si hanno performance molto migliori ed una
conduzione molto più pulita, con quindi velocità maggiori e migliore
tenuta.
E sembra che questo funzioni eccome visti i risultati che sta avendo
con gli snowboard (ma il suo brevetto è unico per sci e snowboard, a
cui nel brevetto si riferisce come:"snow sliding boards")

icextor

03/05/2010 14:22:19

0


> curiosità. L'eq della curva che descrive neanche, ma trovare la curva
> migliore è un problema non da poco. C'è gente che ci studia e
> parecchio.

E dopo averla trovata e' anche un problema farla seguire allo sciatore
che purtroppo non la vede disegnata sulla neve.
Credo che lo sci rimarra' (per fortuna) questione di istinto
dell'altleta ancora per un bel pezzo.

> Non so se conoscete gli sci del sig. Kessler. E' un artigiano svizzero
> che li faceva tutti a mano
......
> Lui ha depositato dei brevetti per una forma diversa non circolare di
> sciancratura soprattutto di punta e coda dove lo sci fa contatto
> quando appoggiato a terra prima che ci si metta su lo sciatore.
......
> E sembra che questo funzioni eccome visti i risultati che sta avendo
....
mah, io non mi capacito di come artigiani riescano a fare meglio
di megaaziende con team di tecnici stile ferrari, tradizioni decennali
strumentazioni moderne e metodologie ripetibili.
Comunque chi vince ha ragione.

Vabbe' tanto per parla'
ciao

ICex

Hiryuu

03/05/2010 21:06:55

0

On Sat, 1 May 2010 12:58:40 -0700 (PDT), Luca85 <l.pres8@gmail.com>
wrote:

>Le formule del raggio di curvatura risultante dalla flessione dello
>sci più sciancratura più angolo di attacco alla neve più inclinazione
>della pista sotto ipotesi di conduzione perfetta le ho viste ed ho
>cambiato pagina all'istante :D

Sì, in effetti sono ridicole. Che ci vuoi fare, l'italiano ama la
teoria più che la pratica.

L'idea comunque è esattamente opposta.
Se tu prendi il gigantista di CDM e lo mandi giù con sci molli questi
fletteranno troppo e lo sciatore si troverà a curvare più del
necessario. Devono essere rigidi proprio per mantenere un raggio di
curva adeguato al tracciato restando in superconduzione.

>Ma uno sci più molle necessariamente si incurva di più se sotto c'è il
>vetro? Non basta la durezza della neve a bloccare la flessione sul
>duro? Combinando anche con un diverso angolo di attacco?

Questo immagino dipenda da quanto la lamina è in grado di tenere sulla
neve. Superata una certa forza si perde aderenza.
E' comunque esperienza comune (e ovvia) che sul molle si tiene più che
sul duro.

>A proposito...Sapete mica chi è che tiene le lezioni di fisica ai
>corsi maestri della Lombardia? Mi hanno citato più volte questo
>professore del politecnico di Milano ma non ho mai preso nota...

Non lo so, ma mi pare che spari delle cazzate non da poco, eheh.

Luca85

04/05/2010 12:40:15

0

> E dopo averla trovata e' anche un problema farla seguire allo sciatore
> che purtroppo non la vede disegnata sulla neve.
> Credo che lo sci rimarra' (per fortuna) questione di istinto
> dell'altleta ancora per un bel pezzo.

A me va benissimo l'istinto. Chiaramente con qualche correzione da
fuori perchè se ti mettono sulla neve per la prima volta e ti dicono
"scendi" non è che viene veramente bene.
Quelli che fanno coppa del mondo vedo che ad agosto iniziano a
mandarli sulle piste ed ogni giorno gli tracciano una o due piste e li
fanno stare sullo stesso percorso da 40 secondi per 3 ore a farlo e
rifarlo e rifarlo. Per tutti i mesi fino alla fine delle gare per
tutti gli anni che uno fa gare.
Quindi questi ci sarà l'istinto ma è oltremodo pilotato da sti
allenamenti dove tentano di modificare ogni minimo parametro per
grattare ogni possibile centesimo.
Lì mi sa che la traiettoria studiata in ogni minimo dettaglio serve.
Anche se chiaramente rovina il divertimento questo.

> ...
> mah, io non mi capacito di come artigiani riescano a fare meglio
> di megaaziende con team di tecnici stile ferrari, tradizioni decennali
>  strumentazioni moderne e metodologie ripetibili.
> Comunque chi vince ha ragione.

In genere non so. Nel caso specifico sembra invece che abbia avuto
veramente delle buone intuizioni sto tizio, unito all'uso di materiali
non comuni. In più ogni snowboard lo disegna adattato alle esigenze di
chi lo chiede (ho visto gente che se l'è fatto costruire, l'ha provato
per 4 giorni di fila lì vicino a dove lo costruiscono e compreso nel
prezzo glie ne ha costruito un altro con le modifiche richieste).
Chiaramente questo ad un prezzo neanche lontanamente modico!! In più
nello snowboard i modelli da competizione sono stati abbandonati da
quasi tutte le case. Fanno solo roba per freestyle...... Quindi in
gara hanno tutti cose artigianali. Ma penso che anche le grandi case
quando devono fare materiale per atleti da coppa del mondo facciano
una produzione su misura, e quindi a mano.
Ho avuto modo di provare uno snowboard da 185cm con raggio di
curvatura da qualche parte sopra i 25m ed era maneggevolissimo e
teneva benissimo sul vetro, dove di solito non ce la faccio mai.
Mentre una roba con misure simili di solito è considerata "putrella
ingovernabile".

Poi negli ultimi due anni si è espanso parecchio sto sig. Kessler ed
ha pure preso a fare produzione in serie di sci e snowboard sempre sui
suoi disegni e coi suoi materiali. Mi piacerebbe sapere da chi ha
provato i suoi sci da competizione un'opinione.
Nessuno ha 1'000 euro da investire???